4 chiacchiere con Valter Scotto

21/04/2016
scritto da Fabio Calò

Valter Scotto è un nostro amico di vecchia data e collaboratore. Organizzatore insieme ad Andre Ippolito del Windfestival, di cui 4Windsurf è media partner. In novembre Valter si era seriamente infortunato in un incidente in acqua a Tenerife. Lo abbiamo visto di recente in azione ad Hookipa seguito dalla macchina fotografica del suo amico e compagno di viaggio Andrea Giudici. Abbiamo contattato Valter appena tornato dal suo viaggio e fatto qualche domanda.

1

12

Ciao Valter, prima di tutto come sta la tua schiena, abbiamo saputo che questo autunno ti eri infortunato seriamente?
Ciao, si a novembre mi sono rotto due vertebre però adesso tutto sommato mi sento decisamente meglio. Non posso dirti che sono al 100% però sono soddisfatto.

Prima del tuo incidente avevi già programmato la vacanza a Maui?
Si avevamo programmato la vacanza io, Andrea Giudici e Vittorio (“Passoscuro”), precisamente alla cena del Windfestival.

10

Hai quindi poi fatto tutto il possibile per arrivare pronto all’appuntamento di Hookipa e possiamo vedere dalle foto che ci sei riuscito bene?
Si dopo l’incidente ero quasi sicuro di non poter fare questo viaggio però poi con un po’ di fortuna e con un po’ di testa dura sono riuscito a portare a termine il sogno di Maui!

Prima volta a Maui?
No è la seconda volta che vengo a Maui.

Hookipa è come te la aspettavi?
Mi è piaciuta da subito. Ha il suo fascino più per il culto di Maui che per se stessa, ma è solo una mia riflessione.

Quanto ci hai messo ad entrare e godere del “Maui Time”?
Per quanto riguardano le onde sono molto difficili soprattutto prendere quel Time di girare sul lip al momento che frange!

8

On shore mure a sinistra con il ventone del Cabezo, a mure a dritta side off dove la planata ad uscire non è una cosa importante per Hookipa. Come ti sei trovato?
Per quanto riguarda il fatto di navigare sempre mure a sx devo confessarti che mure a dritta mi difendo abbastanza bene anche perché mi piace molto navigare di destra. Ho trovato belle condizioni a volte anche parecchio grandi, però sono stato contento soprattutto per i nuovi materiali che mi sono portato e ho potuto provare con tranquillità e facendo i cambi che ritenevo opportuni e alla fine il risultato è stato ottimo. Per i due proto 2017 99 che con Gianni abbiamo fatto, un 77/85 tri fin con in linee non proprio per Maui è un poppa abbastanza larga che però si sono comportate decisamente bene. Sono molto contento del bel compromesso che siamo riusciti ad ottenere. In secondo luogo non meno importante le nuove K-Onda di Challenger con un paio di modifiche che la rendono ora bella reattiva e molto più leggera del 2016. Anche in questo caso devo ringraziare Bad (Claudio Badiali) perché abbiamo una bella sintonia nel capirci quando dobbiamo fare dei cambi sulle vele e le riusciamo a mettere a punto veramente in fretta, sono quindi molto soddisfatto dei miei materiali di quest’anno.

Prossimi obiettivi?
Altri obbiettivi in assoluto il Windfestival che si svolgerà il 30 settembre e 1-2 ottobre 2016 a Diano Marina. Poi la prossima tappa è la partecipazione alla Defi Wind dove andiamo a promuovere sia il Windfestival che il Progetto TF7.
Vi ringrazio per l’intervista auguro a tutti di continuare a divertirsi in mare ciao ragazzi Valter TF7.

3

PRESS RELEASE  TF7 Action Sport
È ufficiale la partecipazione del padrino del Windfestival Valter Scotto, col pettorale n°97, alla  Defi Wind, l’ormai storica long distance giunta alla 16a edizione, che si svolgerà dal 5 al 8 Maggio 2016 a Gruissan.
L’ideatore del Windfestival e fondatore del progetto TF7 sarà presente alla manifestazione francese con il socio Andrea Ippolito, insieme al main sponsor 99NoveNove, per promuovere la manifestazione, patrocinata e fortemente voluta dal Comune di Diano Marina per il 5° anno consecutivo.

7

FOTO Andrea Giudici

Potrebbe interessarti anche

Commenti