Anche Naish verso il Foil Windsurf

27/09/2016
scritto da Fabio Calò

Michi Schweiger, braccio destro di Robby Naish, e Bernd Roediger, waterman del team Naish, stanno trascorrendo un periodo al Lago di Garda presso il Shaka Surf Center. Dopo il nostro rientro dalla Sardegna, CLICCA QUI, abbiamo trascorso diverse giornate in Conca d’Oro a Torbole accettando l’invito di Michi. 4Windsurf e Surf Magazine sono state le uniche redazioni che hanno partecipato a questo meeting Naish International. In una giornata è stato presente anche lo staff Naish Italia e abbiamo intravisto un certo Gabriele Varrucciu. Il Garda non ha decisamente tradito le aspettative regalandoci le Ore più forti della stagione. Da mercoledì scorso ogni pomeriggio l’Ora arriva con forza e vigore permettendoci di poter utilizzare le vele addirittura fino alla 4.7 come giovedì scorso. Michi e Bernd sono arrivati da Maui con un bel carico di tavole e vele 2017 Naish sia da Windsurf che SUP e ci hanno messo a disposizione un bel po’ di materiale interessante da provare. Di tutto questo materiale raccolto pubblicheremo diversi approfondimenti e le nostre “prove di guida” sia sul web che sul cartaceo nelle prossime settimane.

img_4652

img_4657
Intanto la prima hot news è che anche Naish si è buttata a testa basta sul Foil Windsurf, sicuramente avrete già anche visto gli spettacolari video di Kai Lenny sia sul Foil SUP che surf, CLICCA QUI. Dopo i nostri test dei Foil di altri brand, CLICCA QUI e QUI, abbiamo messo i piedi anche sul Foil Windsurf/SUP di Naish.

img_3254

img_3236

La tavola è ancora un prototipo che sarà un ibrido tra Windsurf e SUP, anche il Foil stesso è ancora in fase di progettazione, ma a differenza degli altri brand che stanno puntando molto sulle top performance, lo staff Naish si sta dedicando molto di più a rendere il più facile possibile e “user friendly” il “volo”. Dalle foto potete vedere bene come l’ala anteriore sia più voluminosa rispetto ad altri Foil Windsurf e con le “alette” che puntano verso il basso. In questo modo non si dovrebbe uscire troppo dall’acqua e la navigazione risulta essere più controllabile e quindi più facile.

img_3239

img_3242

Particolare interessante è il posizionamento di sole due straps molto vicine al piede d’albero lasciando completamente libero il piede posteriore. Anche il Foil è posizionato più verso il centro della tavola e meno sulla poppa non utilizzando quindi la stessa scassa di una pinna normale, come invece fanno gli altri Windsurf Foil che abbiamo testato. La tavola ha un volume intorno ai 115 litri.
Tutti questi accorgimenti hanno reso la nostra personale prova di “volo” con il Windsurf/SUP Foil di Naish una esperienza molto divertente e facile. L’obiettivo di Naish è avere un Foil molto facile e tornare un po’ al “old school”. Infatti Michi e Bernd hanno navigato a lungo senza trapezio!

img_3246
Per il test abbiamo utilizzato prima una 5.3 e poi immediatamente cambiato con una 4.7. Il vento si aggirava intorno ai 12-16 nodi, molto rafficato. Nonostante la vela così piccola riuscivamo in pochissimo tempo a sollevarci e poi senza l’uso del trapezio ma solo con l’aiuto delle braccia a rimanere in volo per lunghi tratti. La sensazione in volo, a parte l’estrema facilità di mantenere l’assetto, era quella di non aver bisogno della vela, probabilmente anche una 4.2 sarebbe bastata. Nello stesso momento una 5.7 o 6.2 da freeride permetteva ai “windsurf normali” di planare facilmente.

img_3249
La posizione delle straps così avanzate verso il centro della tavola era molto confortevole, soprattutto in fase iniziale. Ovvero bastava infilare il piede anteriore nella strap anche con la tavola ferma, dare due pompate o aspettare l’arrivo della raffica e immediatamente ci si sollevava. Una volta in volo il piede posteriore lo si poteva spostare a piacimento e si poteva godere di un utilizzo molto più simile al Surf che al Windsurf, con un assetto molto centrale, per questo non serviva il trapezio, e con un gioco di gambe sia per mantenere l’assetto in volo che per “pompare” facilitando la “planata”. Per la prima volta durante i nostri test ci sentivamo in grado di poter affrontare la nostra prima strambata completamente in volo…
Siamo curiosi di vedere quando e come questa tavola e Foil verranno commercializzati da Naish. Michi ci ha anche garantito che il Foil avrà un costo decisamente abbordabile…
Robby Naish dopo il suo infortunio è tornato recentemente in acqua… e per farlo ha scelto proprio il Foil Windsurf… ma di questo ne parleremo in uno dei prossimi articoli.
100% 4Windsurf approved!

img_4664

Potrebbe interessarti anche

Commenti