ciclismo

Mental training, REinventarsi e ritrovare la concentrazione prima di una gara

Ci sono gare in cui non sappiamo nemmeno perchè siamo lì a competere.. Ma la concentrazione si può riottenere: bisogna solo utilizzare le giuste leve mentali.

0

Come recita il sommario, talvolta ci troviamo al via di una competizione senza sapere neppure il perché, quale sia il reale motivo e senza avere un obiettivo preciso, diciamo anche con una sorta di demotivazione ma, tutto può cambiare.

Gli oggetti che ci circondano, le persone e il percorso che andiamo ad affrontare, insieme alle prime pedalate possono far cambiare in meglio le sorti di una giornata votata alla competizione.

Il video che vi proponiamo oggi di http://www.psicologiafly.com/, del dottor Mauro Lucchetta, vi spiega come cambiare l'approccio ad una gara che non sentiamo nostra e che non stimola il nostro piacere di pedalare e di stare in gruppo.

La bici e i suoi componenti, lo sforzo, i ciclisti attorno a noi, la voce dello speaker e la colonna sonora che ormai accompagna le partenze di tutte le granfondo, il ripercorrere con la mente il tracciato osservato sulla mappa la sera prima, sono tutti elementi che possono giocare a favore di un cambio di rotta:

Una giornata negativa può diventare il simbolo di una stagione positiva, mai perdersi d'animo e valutarsi negativamente.

Più recenti

METTITI IN AZIONE AL FIANCO DI

Contribuisci inviandoci un video, una foto oppure un articolo!

Dal network

Commenti

Condividi le tue opinioni su 4ActionSport

Caratteri rimanenti: 400

edicola digitale