Canyon Aeroad CF SL 7.0 Disc, entry level di lusso

Canyon Aeroad CF SL 7.0 Disc, un modello totalmente azzeccato, dalla componentistica agli abbinamenti cromatici, per una bici entry level del segmento aero che è pronta a gareggiare.

07/01/2019
scritto da Alberto Fossati

Canyon Aeroad è una delle bici aerodinamiche per eccellenza, un modello che in questa versione si rifà il trucco e amplia la sua gamma grazie ad un modulo in carbonio economicamente più accessibile. Aeroad SL, rispetto alla SLX adotta il medesimo design, stesse geometrie e molte soluzioni tecniche che la accomunano alla top di gamma. Il gruppo Shimano 105 disco è una gran bella sorpresa, nel complesso non è leggero ma trasmissione e impianto frenante non perdono un colpo anche se messi sotto pressione. Le ruote Reynolds con profilo differenziato, 58 mm anteriore e 62 mm posteriore, sono un gran bel viaggiare, così come le coperture con sezione che cambia tra l’avantreno e il retrotreno, rispettivamente 23 e 25 mm.

Canyon Aeroad CF SL 7.0 disc

Il progetto Aeroad di Canyon è a tutti gli effetti una delle prime bici marcatamente aero dell’intero settore, un mezzo votato alla competizione che non ha mai nascosto la  la sua propensione racing. In più di un’occasione, nonostante il suo impatto estetico ed un valore alla bilancia superiore, rispetto ai progetti superlight, è stata bicicletta presa come punto di riferimento da atleti che hanno puntato alla classifica dei grandi giri: ricordate Purito Rodriguez?

Una veduta laterale della forcella con la ruota Reynolds anteriore, AR da 58 mm e tubeless ready.

Canyon Aeroad SL Disc , un gradino sotto la SLX, ha il merito di rendere più accessibile la versione Aeroad, con minime differenze in termini di prestazione, percepibili ai corridori più sensibili, performance che variano più che altro per via di un peso maggiore.  SL e SLX tanto simili tra loro e lo confermiamo. Se mettiamo i due telai uno al fianco dell’altro, magari senza scritte, non è possibile notare differenze: stesse geometrie e design, stesse forme delle tubazioni, uguale è la scatola del movimento centrale e gli attacchi per le pinze dei freni a disco. Stessa forcella, seat-post e perni passanti. Belli i perni rastremati nella parte centrale per risparmiare qualche grammo.

Il perno anteriore 12×100 mm

Oltre al modulo del frame, alla qualità del carbonio, per la CF SL sono stati pensati degli allestimenti votati a contenere il prezzo ma comunque in grado di trasmettere prestazione, velocità, un buon grado di cattiveria agonistica, il tutto abbinato a colorazioni accattivanti, compresa una livrea team replica. In totale l’Aeroad CF SL Disc è proposta in sei allestimenti (compreso un frame kit e una versione woman), con prezzi compresi tra i 4699 euro della 8.0 Disc Di2 (uomo e donna), per scendere ai 3199 euro della bici test (kit telaio a 1999 euro).

canyon.com

Misure telaio

Taglia: S

Orizzontale: 54,9 cm

Piantone: 50,8 cm

Fodero basso: 41,5 cm

Angolo piantone: 73,5°

Il seat-post full carbon Canyon

LE NOSTRE IMPRESSIONI

Partiamo da quello che esprime, secondo noi, in termini di performances, una bicicletta votata alla gara e alla ricerca della velocità. Non è un peso piuma e come è facile immaginare il suo terreno ideale sono i percorsi veloci. Però: non ha paura delle salitelle brevi, non con pendenze prolungate in doppia cifra ma all’interno dei tracciati vallonati è un gran bel proiettile da rilanciare; facile far crescere l’andatura in spazi brevi. Rigida, muscolosa, potente ma non prepotente, bella da guidare anche nei percorsi tecnici in cui è necessario guidare il mezzo. Come per la versione SLX e quella con i freni tradizionali, ci è piaciuto tanto l’avantreno, rapidissimo nei cambi di direzione, stabile, anche se non presenta la regolazione del rake della forcella: le disc non lo prevedono per via del perno passante. Colorazione e allestimento sono due valori aggiunti non da poco, anzi!

Canyon Aeroad CF SL 7.0 disc

Quasi nessuno, ben pochi pensano ad una sorta di entry level alla categoria, lo si fà solo nel momento in cui si vede il pacchetto Shimano 105; che poi è tutto da vedere. Se la categoriziamo in base al peso si, ci può stare. Se consideriamo le sue prestazioni e sostanza, tutto da vedere, poche, pochissime differenze rispetti agli altri Shimano top di gamma.

Canyon Aeroad CF SL 7.0 disc

Canyon Aeroad CF SL 7.0 Disc si rivolge ad un utente che vuole gareggiare nelle gare a circuito, oppure affrontare qualche mediofondo con dislivello positivo limitato. Ci piace anche considerarla come seconda bicicletta, in alternativa alla bici più leggera dedicata alle salite. Non è una bici adatta alle passeggiate ma non è scomoda. Ci piace molto la geometria e il suo sviluppo, lo avevamo già scritto in test precedenti. Rispetto alla taglia e alla media della categoria in questo senso, la tubazione orizzontale è più lunga: la S, quella del test, ha la tubazione da 54,9 cm. Schiena ben distesa e diaframma non compresso verso il basso, dettaglio che spesso non si valuta nel modo corretto ma fondamentale per pedalare veloci.

Canyon Aeroad CF SL 7.0 disc

Per il test abbiamo usato

Casco HJC Ibex, occhiali Bollé Shifter, calzature Van Rysel, abbigliamento Craft.

foto di Matteo Malspina

Potrebbe interessarti anche

Commenti