I “puntuali” ed il n. 50 di Davide Fardelli: alla “Gimondi” la fedeltà è una cosa seria - 4 Granfondo

I “puntuali” ed il n. 50 di Davide Fardelli: alla “Gimondi” la fedeltà è una cosa seria

di | 5 aprile 2014 | News |

I “puntuali” ed il n. 50 di Davide Fardelli: alla “Gimondi” la fedeltà è una cosa seria

E’ passato quasi un ventennio dalla nascita della Granfondo intitolata a Felice Gimondi, 17 edizioni nelle quali la comunità ciclistica si è affezionata alla manifestazione, che fin dai primi anni di storia ha raccolto un numero eccezionale di consensi. Nell’albo d’oro della Granfondo Gimondi – Bianchi 2014, in programma a Bergamo domenica 4 maggio, si scopre un dato tanto curioso quanto significativo: 48 atleti, ribattezzati dagli organizzatori di G.M. Sport i “Puntuali”, sono stati capaci di portare a termine tutte le edizioni della gara che porta il nome del campione di Sedrina. Ciclisti che non hanno mai voluto mancare all’appuntamento, che hanno sfidato pioggia e intemperie per portare a termine gli impegnativi percorsi, mostrando un notevole attaccamento alla manifestazione tanto che 31 di essi, a due anni di distanza dall’ultima, hanno già effettuato l’iscrizione alla diciottesima edizione. C’è un rapporto quasi affettivo che l’organizzazione della Granfondo Gimondi – Bianchi coltiva con gli appassionati, anche con coloro che purtroppo non ci sono più. Ne è la riprova la storia di Davide Fardelli, amico della “Gimondi” deceduto nell’agosto del 2004 in seguito a un tragico incidente stradale in bici. Da quel triste momento l’organizzazione dell’evento ha voluto ricordare lo sfortunato ciclista bergamasco ritirando definitivamente il numero 50 che aveva indossato nella sua ultima apparizione in gara. Davide era un imprenditore di successo che riusciva a ritagliare sempre lo spazio necessario per la sua grande passione, la bici, con cui aveva conquistato quattro titoli di Campione Bergamasco Udace, un titolo di Campione Regionale e tre tappe vinte al Giro della Provincia Bergamasca, prima che il destino lo fermasse. E’ però bello e significativo che, a dieci anni dalla scomparsa, l’evento bergamasco non abbia dimenticato uno dei suoi fedelissimi. Ad un mese esatto dall’evento, le iscrizioni alla 18.sima Granfondo Gimondi – Bianchi sono ancora aperte e possono essere effettuate online sul sito ufficiale della manifestazione altrimenti con bollettino postale, bonifico bancario o direttamente presso la sede della società organizzatrice a Bergamo, in Via G. Da Campione, 24/c.

Davide Fardelli in azione sulle strade della Gran Fondo Gimondi - Bianchi

Commenti

Leggi Anche