CMP Trail, oltre 2500 per un grandissimo successo!

Silvia Rampazzo e Florian Reichert dominano il CMP Trail

09/10/2019
scritto da Daniele Milano

CMP Trail, in sole 4 edizioni si è sfondato definitivamente il muro dei 2500 partecipanti; successo di atleti, pubblico e soprattutto di organizzazione: una grande famiglia, quella del gruppo CMP Campagnolo, che ha creduto in questo grande evento sin dalla sua prima edizione.

Florian Reichert sorridente al traguardo della 43k Long

Florian Reichert sorridente al traguardo della 43k Long

CMP Trail sfonda i 2500 iscritti

Umiltà e potenza, così Silvia Rampazzo ha vinto per la quarta volta consecutiva la Long di 43k, è lei Regina CMP 2019!

Umiltà e potenza, così Silvia Rampazzo ha vinto per la quarta volta consecutiva la Long di 43k, è lei Regina CMP 2019!

Edizione dopo edizione, il CMP Trail si pone definitivamente come una delle gare di riferimento del panorama Trail running italiano. Un format vincente che riesce a coinvolgere non solo atleti veri, come Silvia Rampazzo e Florian Reichert che hanno trionfato nella 43k, ma tutti gli amanti della corsa outdoor e non solo. Il CMP Trail, più che una semplice competizione, declinata su varie distanze, si dimostra ancora una volta come un momento di sport a tutto tondo, in cui la comunità trail italina asi ritrova per una due giorni di festa e cronometro.

Fasi concitate poco dopo la partenza

Chéraz cede scettro e primato a Reichert

Il tedesco Florian Reichert vince questa 4^ edizione a suon di record. Davvero una grande impresa per questo giovane atleta che riesce anche a strappare un tempo prestigioso, battendo il precedente primato di Davide Chéraz di ben due minuti, infrangendo il muro delle 4 ore (3:39:50). La gara regina, con quasi 400 partecipanti al via, ha così incoronato un nuovo re e voci di corridoio danno per certa una grande sfida per l’edizione 2020. La gara maschile è stata avvincente e di assoluto valore tecnico. Basti pensare che, dopo una lotta a cinque per la vittoria finale, Davide Chéraz, detentore del precedente record, si è battuto come un leone sino alla fine.giungendo al secondo posto. Terzo Marco Menegardi, già vincitore del Passatore 2019, Marco Menegardi. Quarto posto per il forte atleta del CMP Trail Team Enzo Romeri, mentre un altro tedesco, Sebastian Hallman, è giunto quinto.

Reichert runner "missile" per tutti e 43 i chilometri della Long

Reichert runner “missile” per tutti e 43 i chilometri della Long

Silvia Rampazzo, ma quanto vai forte?

E’ proprio questa la domanda del titolo, che molti si pongono quando vedono sfrecciare l’esile Silvia Rampazzo, su e giù per mulattiere e creste. Una vera atleta la veneziana, polivalente, che è riuscita ad interpretare come solo lei sa fare i 43k al femminile di questa 4^ edizione. Velocissima sin dalle prime fasi, un “folletto del trail” com’è stata ribattezzata, che è riuscita nell’impresa di calare uno straordinario poker, vincendo 4 edizioni su 4 e facendo registrare lo strepitoso tempo di 4 ore 19 minuti, in quello che per lei è l’appuntamento che precede l’ultimo impegno stagionale: il mondiale di corsa in montagna in programma il prossimo novembre.

Un passaggio spettacolare sotto alle Cascate del Silan

Un passaggio spettacolare sotto alle Cascate del Silan

La parola a Silvia Rampazzo

«Ancora una volta un percorso perfetto, anche se ho patito la gara più del solito. Ma correre qui è sempre fantastico anche solo per l’emozione che regala il panorama in cima al monte Caina».

Una suggestiva immagine della Long da 43k

Una suggestiva immagine della Long da 43k

Le altre donne

Alle spalle della Rampazzo, la giovanissima trentina Paola Gelpi, classe 94, ha portato a casa il secondo gradino del podio che, vista la giovanissima età, fa veramente ben sperare per il futuro.  Julia Kessler, classe 93, chiude terza, lasciando alle sue spalle Anna Conti e la portacolori del CMP Trail Team e nazionale di Trail, Chiara Bertino.

Nello Short da 18k non sono mancate le parti in discesa da percorrere a tutta!

Alla 18k oltre 800 runner!

Se la distanza regina è stata consacrata ancora una volta come gara dominante di tutto il weekend, la 18k Short si è dimostrata in assoluto la più partecipata, con oltre 800 atleti, tra competitiva e non competitiva. Anche per questa distanza si tratta di un nuovo record che ha trovato la giusta compagnia nel nuovo record del percorso. A vincere a suon di record l’italiano Eddj Nani, primo al traguardo con il tempo di 1:20:30, ben 8 minuti al di sotto del tempo del record precedente. Dietro di lui il giovanissimo Jacopo Piazza, lo scorso anno terzo, e Daniele Andreis. Nella competizione femminile il successo, invece, è andato alla padovana Lucia Forte, che ha chiuso la sua corsa in 1:42:38 precedendo Lara Bonora e Giovanna Ricotta.

La 2 Passi di Gusto…corri e mangia!

la gradne novità 2019 arriva però da una gara che già dal nome è tutto un programma… la “2 Passi di Gusto”. Oltre 600 i podisti che hanno affrontato il percorso enogastronomico di 10 km, intervallato da 3 tappe in altrettanti deliziosi ristori organizzati all’Agriturismo Mazzeracca, dalla Cantina Vignaioli Contrà Soarda, da LABI e il Caseificio Castellan, dove i partecipanti hanno potuto ammirare la bellezza del paesaggio collinare bassanese.

Oltre 100 bambini!

La magia e la forza dei più giovani, ingrediente fondamentale del CMP Trail

La magia e la forza dei più giovani, ingrediente fondamentale del CMP Trail

Ribadire che il CMP Trail si è riuscito a distinguere anche per partecipazione di pubblico e piccoli entusiasti è quasi fuori luogo. L’edizione di corsa dedicata infatti ai più piccoli, spesso figli di genitori che hanno partecipato a distanze più lunghe, è stata un vero successo con oltre 100 bambini che hanno corso con gioia e sorrisi enormi stampati sul viso. Per non contare poi gli oltre 100 invece piccoli protagonisti del Mini Trail: bambini con pettorina arancio che hanno colorato i vigneti di Villa Angarano, ancora una volta splendida location dell’evento.

Trail Youth, oltre 600 ragazzi

Ad aprire il lungo weekend sportivo è stato ancora una volta il Trail Youth, con oltre 600 ragazzi che da quest’anno si sono confrontati su due distanze diverse: la 7 km competitiva, riservata a ragazzi delle scuole medie e superiori e che ha visto 140 atleti sfidarsi tra i sentieri delle colline bassanesi, per conquistare una delle 40 borse di studio individuali in palio e la neonata 4 km non competitiva, invece, che ha visto la partecipazione di quasi 500 ragazzi, in rappresentanza delle proprie scuole e società, e che ha permesso loro di contribuire alla vittoria dei 10 premi messi a disposizione dalle aziende del territorio per i gruppi più numerosi.

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti