Ecco il Climbing Team di Vibram!

Nasce la prima squadra d’arrampicata supportata dall’azienda Vibram: si parte con sei atleti internazionali nel team.

03/06/2019
scritto da Eva Toschi

Nasce la prima squadra d’arrampicata supportata dall’azienda Vibram: si parte con sei atleti internazionali nel team.

Vibram, lo specialista delle suole in gomma ad alte prestazioni, leader mondiale nell’arrampicata, è entusiasta di annunciare il nuovo Climbing Team Vibram, la prima squadra di atleti nel mondo dell’arrampicata che rappresenterà l’azienda a livello globale.

Versatilità, esperienza e entusiasmo sono il mix di ingredienti che caratterizzano i sei atleti: Barbara Zangerl, Eva Hammelmüller, Jernej Kruder, Fanny Gibert, Nicolò Balducci e Jorg Verhoeven, provenienti da Austria, Slovenia, Francia, Italia e Olanda, specializzati nelle varie discipline accomunati da una generosa dose di entusiasmo e di grinta.

Climbing Team 2019

Babsi Zangerl

Classe 1988, l’austriaca Barbara Zangerl entra nel team Vibram portando tutta la sua esperienza e maestria derivante dalle sue avventure sulle grandi pareti e spedizioni vissute in tutto il mondo. Babsi, così è conosciuta nell’ambiente, si innamora della disciplina a 14 anni alla prima esperienza in palestra insieme al fratello. Dopo essersi messa alla prova su roccia, scopre quella che diventerà la sua grande passione. Vanta nel suo palmares tre importanti salite in libera su El Capitan (El Nino, Zodiac, Magic Mushroom) nello Yosemite; la prima ascesa femminile in libera di Odyssee sull’Eiger (33 tiri, 8A+), diverse arrampicate sportive fino al 9a e il recente titolo di “Adventurer of the Year 2019” di National Geographic. Babsi ama sperimentare i diversi stili di arrampicata, sempre alla ricerca di nuove vie da esplorare e sfide da affrontare. Tra i suoi obiettivi futuri ci sono la salita in libera del “The Nose” (5.14) su El Capitan e una spedizione in Madagascar. Nella vita di tutti i giorni Babsi alterna alla sua carriera di climber il lavoro come assistente radiologa.

Jernej Kruder

Nato in Slovenia nel 1990, Jernej Kruder è tra i climber più in voga del momento: vincitore della Bouldering World Cup  2018, primo ripetitore di “Es Pontas”, famosa via di deep water solo sull’arco di Maiorca. Jernej si avvicina da bambino al mondo dell’arrampicata insieme alle sorelle, prendendo parte dopo poco a competizioni di livello internazionale. Jernej è uno scalatore poliedrico a cui piace cimentarsi nelle diverse specialità tra cui trad, deep water soloing, arrampicata sportiva e climbing multi-pitch. Tra i prossimi obiettivi di Jernej le Olimpiadi di Tokyo 2020 e la conquista di nuove vie.

Fanny Gibert

Francese classe 1993 e universitaria alla facoltà di ingegneria meccanica, Fanny cresce sull’Isola di Reunion dove inizia a scalare, dedicandosi in particolare al boulder. Vincitrice per tre volte del campionato francese di boulder, nel 2018 conquista il terzo gradino del podio della Bouldering World Cup. Il suo obiettivo per il futuro è partecipare alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Eva Hammelmüller

Giovane austriaca di Innsbruck classe 2000, Eva Hammelmüller è un’entusiasta climber già laureata due volte campionessa europea giovanile di lead e combinata. Già nove volte sul gradino più alto del podio nei campionati giovanili austriaci (lead, boulder e combinata) e quarta ai campionati mondiali giovanili di boulder 2016, Eva si propone come una promessa della nazionale austriaca. Sempre alla ricerca di nuove sfide nelle quali cimentarsi, vanta diverse vie fino all’ 8c. Tra i progetti futuri, partecipare a competizioni internazionali nella categoria senior e migliorare sempre più il livello grazie alla sua determinazione e grinta.

Nicolò Balducci

Il più giovane del team con i suoi 16 anni, vive a stretto contatto con le Alpi e pratica l’arrampicata sin da piccolo. Fanatico dell’arrampicata, quando non concentrato sulle competizioni, predilige l’arrampicata trad in fessura, specialità in cui ha raggiunto eccellenti risultati come la ripetizione di Gondo Crack (8c) e Lapoterapia (8c). Nicolò nella sua, seppur breve ma già interessante carriera sportiva, ha scalato fino all’8B di boulder e ripetuto prestigiose vie di arrampicata sportiva. Campione italiano difficoltà e sesto posto ai campionati mondiali giovanili difficoltà. Tra le sue aspirazioni, la conquista della leggendaria via “Coup de Grace” (9a) in Val Bavone, Svizzera.

Jorg Verhoeven

 

Veterano del gruppo, sarà l’olandese Jorg Verhoeven (nato nel 1985) a fare da capitano del team. Laureato in chimica e fisica, vanta un’esperienza importante nell’arrampicata, con oltre 15 anni di presenze a competizioni internazionali. Avventuroso ed entusiasta pratica ogni tipo di specialità dell’arrampicata, continuando a migliorarsi e raggiungendo traguardi sempre più importanti. Tra i suoi successi spicca la vittoria dei Campionati mondiali 2008 (lead e combinata) e gli oltre 25 podi (lead e bouldering) sempre in gare di livello internazionale. Le sue conquiste più significative annoverano il The Nose (5.14), Dihedral Wall (5.14), Brento Centro (8b), in aggiunta a vie di arrampicata sportiva fino al 9 grado e boulder al 8C.

Un team versatile per specialità, giovane, ambizioso e motivato, che promuoverà e porterà in tutto mondo il simbolo di Vibram – l’ottagono giallo, la sua storia, le sue migliori tecnologie climbing e i suoi prodotti più evoluti.

Per Vibram si tratta di un importante passo nel mondo dell’arrampicata, a riconferma della volontà dell’azienda di supportare il movimento e di investire sempre più risorse per proporre al mercato soluzioni sempre più performanti e innovative.

Potrebbe interessarti anche

Commenti