Fabrizio Rovelli, professione fotografo

19/09/2014
scritto da Fabio Calò

Durante il Windsurf Grand Slam di Coluccia che si è svolto a giugno a Coluccia in Sardegna, abbiamo conosciuto il fotografo Fabrizio Rovelli che si è prestato a darci una mano per raccontarvi con anche i suoi scatti le emozioni e le lunghe giornate dei Campionati Italiani Assoluti. Avevamo in programma una intervista con Fabrizio che per impegni lavorativi di entrambi è stata rimandata un po’ di volte… finalmente eccola qui!

IMG_6033 solo web

Ciao Fabrizio, puoi presentarti ai lettori di 4Windsurf?
Mi chiamo Fabrizio Rovelli, ho 41 anni e sono di Milano. Mi occupo di fotografia, nello specifico: fotografia sportiva legata agli sport acquatici. La mia sede operativa è in Sardegna a Porto Pollo; durante l’inverno invece svolgo l’attività di fotografo a Milano. Tra le mie passioni oltre alla fotografia ci sono, naturalmente il windsurf che pratico ormai da moltissimi anni e tutti gli sport da tavola su acqua e non e la natura della Sardegna. Il mio lavoro di fotografo copre tutti i campi dell’immagine, dallo sport, al ritratto e book in studio, alla fotografia di eventi e cerimonie, fotografia di interni, lifestyle e paesaggistica. Mi occupo anche di video produzione.

Da dove nasce e quando la tua passione per la fotografia?
La passione per la fotografia nasce fin da piccolo, mi piaceva giocare a scattare foto con la macchina di mio padre e dopo aver frequentato corsi e workshop ed una gavetta durata diversi anni, trascorsi a sperimentare le diverse tecniche, ho deciso di diventare fotografo professionista.

Dario solo web

E quando hai iniziato a fotografare il Windsurf?
Da circa otto anni, ed anche qui all’inizio amatorialmente, poi professionalmente da circa 3 anni.

Cosa ricerchi in uno scatto?
La perfezione! Sono un perfezionista, quindi sempre alla ricerca della foto perfetta e particolare.

Che tipo di attrezzatura utilizzi?
Rigorosamente Canon, per ciò che riguarda foto e video, con corpi macchina 5D, e diverse ottiche serie L, e Gopro per il video action.

Jacopo Testa solo web

Nel periodo estivo ti trasferisci nel Nord della Sardegna, quali sono le attività che svolgi e i servizi che offri? Sono vari. Innanzitutto, tutto ciò che riguarda foto e video per gli sport acquatici: windsurf, kite, surf, sup, vela, etc. Poi, fotografia e video di eventi sportivi e serate dei locali della costa Smeralda e non, ritrattistica, book, foto d’interni-esterni, paesaggistica.

Sei stato uno dei fotografi del Windsurf Grand Slam e ci hai dato una grosso aiuto con i report giornalieri pubblicati su www.4windsurf.it. Come è stato lavorare al WGS?
Come ti ho detto al termine dell’evento, è stata un’ esperienza moto divertente e positiva, tra tutti gli eventi che ho seguito il WGS è stato quello che mi ha dato maggiori soddisfazioni, in primis perché ho lavorato col windsurf (che è il mio sport preferito), e poi perché si è svolto nel posto che amo.

Delle varie discipline del Windsurf come Slalom, Wave o Freestyle, quale ti da maggiore soddisfazione a livello fotografico?
Un po’ tutte! Posso però, forse dire che ho una maggior preferenza per il wave ed il freestyle, ma solo perché le trovo più impegnative, e quindi anche stimolanti, da fotografare.

Jacopo Testa solo web

E maggiori difficoltà? 
Sempre wave e freestyle, proprio perchè sono molto impegnative a livello fotografico, infatti per questo tipo di fotografia bisogna essere rapidi e sapere bene quando scattare, non basta solo scattare a raffica.

Vuoi aggiungere altro o ringraziare qualcuno?
Direi che un ringraziamento va a 4Windsurf, per quest’intervista, e all’amico Paolo Montanari per la mia foto del profilo.

_MG_1126

 

 

 

 

INTERVISTA DI 4Windsurf
FOTO Fabrizio Rovelli e Paolo Montanari (foto profilo)

Potrebbe interessarti anche

Commenti