Ferrino High Lab, test dei prodotti in alta quota

Continua a crescere il progetto Ferrino High Lab, ad affiancare lo storico campo test al Rifugio Quintino Sella, dalla scorsa stagione c’è il nuovo progetto presso il Rifugio di Tete Rousse.

10/07/2017
scritto da Eva Toschi
Sul Monte Rosa e sul Monte Bianco i test dei prodotti Ferrino High Lab.

Continua a crescere il progetto Ferrino High Lab, ad affiancare lo storico campo test al Rifugio Quintino Sella, dalla scorsa stagione c’è il nuovo progetto presso il Rifugio di Tete Rousse.

Con questo progetto si possono provare i prodotti Ferrino High Lab dormendo in tenda in quota, con la sicurezza del campo montato da professionisti della montagna accanto ad un rifugio in ambiente alpino. Un’esperienza impagabile sia per chi ne è protagonista vista la bellezza dei luoghi, la concretezza delle sensazioni, la massima qualità dei prodotti in prova, che per chi ne raccoglie i risultati trasformando le opinioni di un pubblico vario e appassionato in produzioni sempre più performanti; per questo esiste il concetto di campo test che dalla scorsa estate allarga gli orizzonti coinvolgendo, oltre al Quintino Sella, un nuovo luogo magico per l’alpinismo: il Rifugio Tête Rousse sul Monte Bianco.

Tutti i prodotti in prova appartengono alla linea High Lab, top di gamma Ferrino in termini di tecnologia e sicurezza, creati proprio per offrire un alto rendimento e pensati per i professionisti del settore.
Dopo aver passato la notte in tenda, viene chiesto agli alpinisti di compilare un questionario.

Questo permetterà a Ferrino di avere un feedback diretto dei consumatori sui propri prodotti e di raccogliere importanti informazioni sul campo che andranno poi direttamente al reparto R&D di Ferrino.
Come evidenzia Anna Ferrino, AD Ferrino, si tratta di una questione molto seria per l’azienda: “Obiettivo è quello di continuare a migliorare e essere un partner di fiducia, che offre prodotti che siano durevoli, di alta qualità, sicuri, facili da usare e con notevoli benefici per i consumatori. Le informazioni raccolte dal test, daranno importanti stimoli anche a lungo termine per il lancio dei nuovi prodotti. Inoltre questa pratica dà anche la possibilità agli alpinisti di testare i prodotti prima di acquistarli“.

Questo tipo di ricerca è nata nel 1994 quando insieme al progetto High Lab (HL) Ferrino, un laboratorio permanente sul Monte Rosa presso il Rifugio Quintino Sella, attivo oggi dai primi di Luglio alla fine di Agosto, data che varia in base alle condizioni meteo. Il centro test è raggiungibile dal colle di Bettaforca (2.672 m) attraverso un sentiero molto panoramico e in parte segnalato, con alcuni tratti su neve e passaggi aerei su roccia attrezzati nella parte terminale.

Migliaia di persone hanno pernottato nelle tende del Campo Base Ferrino High Lab situato a 3.585 metri sullo spartiacque fra le valli d’Ayas e di Gressoney, situato al margine del ghiacciaio di Felik che offre uno spettacolare panorama grazie alla particolare posizione dominante sulle testate delle due valli e per la cornice delle montagne circostanti, tutte al di sopra dei 4.000 m di quota.

Oltre che meta di molte escursioni, il campo base è molto frequentato perché è un ottimo punto d’appoggio per le salite alla cima del Castore (4.221 m), del Liskamm (4.481 m) e per la traversata alla Capanna Margherita (4.554 m) attraverso il naso dei Liskamm.

A questo consolidato progetto italiano dallo scorso anno si è aggiunto anche un nuovo centro test in Francia, sulle pendici del Monte Bianco: una nuova collaborazione è nata tra il Rifugio di Tête Rousse, il comune di Saint-Gervais Les Bains e Ferrino.
Il Rifugio di Tête Rousse, partner di progetto, è stato costruito nel 2005, può ospitare fino a 72 persone a notte e si trova in Francia nel comune di Saint-Gervais-les-Bains (La Voie Royale) sul massiccio del Monte Bianco in Alta Savoia e sono circa 20.000 gli alpinisti che vi arrivano ogni anno e che, in diversi modi, cercano di raggiungere la cima del Monte Bianco. Il rifugio si trova lungo la via normale francese tra la stazione terminale del Tramway du Mont Blanc a Nid d’Aigle (2.380 metri) e il rifugio del Gouter.

Si avrà la possibilità di soggiornare a 3.167 m dialtitudine, a pochi metri di distanza dagli edifici del rifugio, passando tutta la notte in tenda nel campo test con tende e sacchi a pelo Ferrino .
Referente e responsabile dei prodotti Ferrino al campo test è Mingma Dawa Sherpa, alpinista nepalese, formato direttamente da Marco Chiaberge, direttore del reparto R&D di Ferrino, che si prenderà cura degli utenti e dell’attrezzatura del campo.

Il campo test presso il rifugio di Tête Rousse resterà aperto dai primi di luglio fino alla fine di settembre (le date varieranno leggermente a seconda della stagione).

Salva

Potrebbe interessarti anche

Commenti