FISW Surf Games: report primo giorno di gare

Longboard e Bodyboard quasi completati, nello Shortboard concluse le prime 12 heat. Fermi lo short femminile e il SUP Wave causa delle condizioni meteo avverse

28/11/2018
scritto da Michele Cicoria

Photo credit: Alessandro Tocco
I FISW Surf Games dovevano essere l’evento più eclatante della stagione e al termine della prima giornata di gare possiamo dire che non hanno di certo deluso le aspettative.
La mareggiata che si è fatta attendere per oltre un mese e mezzo, si è abbattuta sulla costa Ovest della Sardegna con fin troppa forza.

Questa mattina raffiche di vento a 40 nodi hanno reso impraticabile lo spot del Minicapo, costringendo l’organizzazione a spostare allo Scivolo un campo gara. Confermata la Punta come secondo spot della competizione.
Fin dalle prime ore del mattino è arrivata invece la decisione di rimandare all’indomani l’inizio del tabellone femminile di shortboard e di tentare nel pomeriggio quella di SUP Wave, salvo poi l’arrivo della chiamata del Day off alle 13.30 a causa delle condizioni meteo davvero proibitive.

La prima giornata di gara ha permesso comunque lo svolgimento di quasi tutto il tabellone del Longboard. Dopo quattro round di gara siamo arrivati al quartetto che domani si sfiderà nella finalissima che assegnerà il titolo di Campione Italiano 2018 della disciplina. A sfidarsi saranno il vice campione europeo Matteo Fabbri, Alessandro Demartini, Federico Nesti e Renato Carta. Out il Campione d’Italia in carica e local hero Mattia Maiorca. Purtroppo la scorsa settimana, durante la prova di Coppa Italia a Recco, ha subito un serio infortunio al volto. Nonostante i 10 punti di sutura tra zigomo e sopracciglio ha deciso di scendere in acqua. Data la giovanissima età e le indiscusse qualità tecniche siamo certi si rifarà prestissimo.

Format inedito nel Longboard femminile con quattro atlete a contendersi il titolo 2018. Oltre alla Campionessa in carica Francesca Rubegni ci sono Alexia Rizzardi, Stella Lauro e Valentina Marconi. L’organizzazione ha optato per lo svolgimento di 3 finali al termine delle quali verrà fatta la somma dei punteggi che decreterà la campionessa italiana 2018. Inutile dirlo che nelle due “finali” svolte oggi ad imporsi è stata l’atleta della Nazionale Italiana Francesca Rubegni. Domani se le condizioni meteo lo permetteranno si svolgerà la terza ed ultima prova. A Francesca basterà tenere sotto controllo l’attacco di Stella Lauro (seconda classificata in entrambe le prove), per portare a casa nuovamente il titolo. Fuori dalla corsa per il primo posto Alexia Rizzardi (terza) e Valentina Marconi (quarta).

Nel Bodyboard invece, Genesio Ludovisi mette una seria ipoteca sulla riconquista del titolo di Campione Italiano. E’ sua la prima delle due finali che, con lo stesso meccanismo del Longboard Femminile, decreteranno il vincitore. Dietro di lui in una heat davvero combattuta, sinonimo di costante crescita tecnica del movimento nel nostro paese, Davide Danti, Andrea Cannavo e Romano Creti. In programma domani, meteo permettendo, la seconda finale.

Nel Capo Mannu Shortboard Challenge, in gara oggi solo gli uomini. Dopo 12 heat di gara siamo arrivati a metà del Round 3. Nessuna particolare sorpresa, con Matteo Calatri, Mauro Pacitto, Giovanni dell’Ovo, Marco Fenu, Vincenzo Ingletto e Andrea Costa già qualificati al Round 4. Domani mattina, con le ultime heat del round 3, si giocheranno l’ingresso ai quarti di finale, tra gli altri, Alessandro Piu, Lorenzo Castagna e Filippo Orso.
Il programma per la giornata di domani è davvero ricco. Appuntamento alle ore 8.00 per il riders meeting. Alle 8.15 la prima possibile partenza della competizione.
Meteo permettendo si tornerà a gareggiare al Minicapo, dove si svolgeranno sicuramente tutte le finali in programma. Grande attesa anche per il debutto del SUP Wave e per la categoria femminile del Capo Mannu Shortboard Challenge.

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti