Florence Paddle Games: Il report della gara

Un bel successo per i Florence Paddle Games, con atleti di livello internazionale che hanno reso la due giorni fiorentina un vero spettacolo.

04/05/2018
scritto da Fabio Calò

La prima edizione della Florence Paddle Games a Firenze è stata uno spettacolo, sia per la partecipazione, sia per l’organizzazione sia per il tempo e la città in festa e piena di persone per il ponte del primo maggio.

I Florence Paddle Games, che si sono svolti il 28 ed il 29 Aprile alla Canottieri Firenze, era valida sia per il Campionato Italiano Surfing FISW del CONI sia per il circuito professionale The Paddle League World Tour. Per questo la partecipazione di atleti da tutta Italia e dall’estero è stata massiva, visto che in ballo c’erano sia punti per il World Ranking sia per la classifica Nazionale FISW, ma anche un ricco montepremi di 5000 euro.

Presenti migliaia di persone che in un clima primaverile si sono goduti la due giorni di evento rimanendo completamente affascinati da questo sport e dallo spettacolo del percorso di gara costituito da 5 giri lungo i principali ponti dell’Arno per un totale di 15 km nel meraviglioso centro di Firenze. 

I due giorni di gare hanno visto il sabato la gara dei Professionisti, dove al femminile si è aggiudicata la gara la francese Olivia Piana, attualmente al secondo posto nel World Ranking, che conquista la prima piazza davanti alla spagnola Susak Molinero e alla compagna di nazionale francese Melanie Lafenetre. Al quarto posto la giovanissima Chiara Nordio, prima italiana all’arrivo, per tutta la gara si contende il bronzo con la francese Lafenetre, arrivandole dietro per pochissimi centesimi di secondo nello scatto finale. E’ comunque un risultato storico per Chiara, che a soli diciannove anni sta scalando le classifiche mondiali e chiude la Florence Paddle Games come prima italiana nel ranking nazionale davanti a Caterina Stenta, attuale campionessa italiana FISW, che finisce quinta.
Al maschile la gara è stata combattutissima e ricca di colpi di scena e colpi “proibiti” nei giri di boa davanti al Ponte Vecchio che hanno creato un grande spettacolo per le migliaia di persone accorse sui principali ponti fiorentini ed i Lungarni per godersi questo evento. A vincere è stato il campione del mondo 2017 Bruno Hasulyo, ungherese di nascita ma con un passato italiano proprio a Firenze durante gli anni delle superiori.
Bruno, che a dicembre 2018 dovrà rimettere in gioco in Brasile il campionato del mondo vinto in Danimarca nel 2017, ha preceduto il gli Italiani della nazionale Leonard Nika e Martino Rogai, che chiudono il podio. Martino, insieme allo staff del Circolo Velico Antignano, di Toscanasup e di Innate Sport Excellence, è stato uno degli organizzatori dell’evento, e la conquista del bronzo in una gara così impegnativa è stata un eccezionale traguardo vista la fatica nella gestione e nella realizzazione di questa gara. La top five maschile viene chiusa dal nazionale Claudio Nika e dall’Israeliano Liran Machlev, che si è conteso il quinto posto per tutta la gara con l’atleta della nazionale Paolo Marconi.
La domenica è stata invece una gara dedicata agli amatori, con due gare promozionali FISW sprint con degli spettacolari giri di boa davanti a Ponte Vecchio. Una delle gare, la Junior Uffizi Cup, era interamente dedicata alle categorie giovanili Junior, Giovanissimi e giovani promesse, che hanno risposto alla grande con molti ragazzi in acqua.
Il divertimento è stato tantissimo, e da tutto il mondo, grazie anche all’attenzione che questo evento aveva in campo Internazionale da parte del circuito Paddle League, sono arrivati complimenti e richieste per l’edizione 2019. Insomma con i Florence Paddle Games, l’Italia e Firenze sono diventate lo scorso weekend un grande palcoscenico per questo giovane sport che sta riscuotendo sempre più successo.
Clicca anche Qui

Potrebbe interessarti anche

Commenti