GRANFONDO LIOTTO – CITTÀ DI VALDAGNO UN 2014 RICCO DI NOVITÀ

22/03/2014

GRANFONDO LIOTTO – CITTÀ DI VALDAGNO UN 2014 RICCO DI NOVITÀ

In casa Liotto si stanno limando gli ultimi dettagli per la 16.a edizione della Granfondo Liotto–Città di Valdagno, che prenderà il via domenica 13 aprile dal centro della cittadina vicentina e che non lesina novità soprattutto sui percorsi. L’Asd Team Granfondo Liotto ha inserito alcune chicche all’interno dei tracciati già collaudati durante le scorse edizioni. Il “mediofondo” misura 102 km e presenta un dislivello di 1450 metri, mentre il “granfondo” prevede una distanza di 135 km e 2460 metri di dislivello e ci saranno due new entry nell’elenco delle salite della prova di casa Liotto la domenica prima di Pasqua: oltre alle oramai “classiche” Passo Xon, Monte Magrè, Torreselle e Castello è stata inserita l’erta di Vigo, che verrà affrontata da entrambi i tracciati dopo il passaggio da Sovizzo (km 69). Si tratta di uno strappo tosto di 3,5 km con pendenza media del 6 % e punte del 13% che porterà la corsa verso l’abitato di Sant’Urbano (km 75), sulle dolci colline in fiore che dominano la Valle dell’Agno. La seconda inedita ascesa, invece, sarà solo appannaggio dei “granfondisti” e si tratta della panoramica scalata verso Quargnenta ed il Passo di Santa Caterina (km 117), lunga ben 28 km e con pendenza media del 4,2%, dove tratti ripidi al 16-18% si alternano a sezioni dove poter rifiatare e ammirare i panorami mozzafiato sui Monti Lessini e sulle Piccole Dolomiti. Nel “pacchetto” GF Liotto 2014 comunque non sono incluse solo le fatiche, tutti i partecipanti al termine della corsa potranno ricaricare le batterie con il tradizionale pasta party servito con stoviglie in ceramica, e il C.O metterà anche a disposizione dei ciclofondisti due massaggiatori per alleviare le gambe dagli sforzi accumulati sulle salite dell’Alto Vicentino. Sono già oltre 1700 gli iscritti alla manifestazione, seconda tappa del rinomato e rinnovato circuito ciclofondistico Alé Challenge, al debutto a Cervia (RA) domenica 6 aprile con la Gf Via del Sale per poi proseguire, dopo la prova di Valdagno, con alcune fra le granfondo più belle e suggestive del Nord Italia in Veneto, Trentino e Lombardia. Il pacco gara sarà anche quest’anno all’insegna dell’utilità e comprende un paio di ciabatte infradito e un asciugamano in microfibra “firmati” GF Liotto, in aggiunta ad un set di integratori e prodotti per lo sport Volchem. La GF Liotto quest’anno assegnerà anche un nuovo titolo, riservato ai team di casa: la squadra vicentina che, con i propri ciclisti, percorrerà più km in entrambi i percorsi si metterà in bacheca un premio speciale. Si tratta di un vero e proprio gioiello, un telaio top di gamma Mecarbon S, ovviamente marchiato Liotto, da sempre garanzia di altissima qualità. Lo stand della storica casa ciclistica vicentina sarà protagonista anche dell’Expo Area, dove gli appassionati troveranno le più appetitose novità dal mondo delle due ruote. Per strappare un posto in griglia c’è ancora tempo visto che il tetto massimo è stato fissato dall’organizzazione a 2500 iscritti. Fino al 31 marzo si potrà approfittare del prezzo di 36 euro, mentre sino al 9 aprile la quota salirà a 42 euro. Nelle giornate del 12 e 13 aprile spazio alle iscrizioni last minute, ma solamente in contanti e presso il desk di Valdagno. Sempre per quanto concerne la starting-list anche quest’anno la Granfondo Liotto sarà l’unica ad avere in corsa due concorrenti con il numero 1. Infatti da quando Matteo Marzotto, noto industriale e presidente della Fiera di Vicenza, ha deciso di gareggiare nella granfondo della “sua” Valdagno, ha insidiato il….primato dell’avvocato Claudio Pasqualin, noto procuratore, opinionista tv e soprattutto grande appassionato di ciclismo. Per evitare ogni sorta di “diatriba” fra i due Pierangelo Liotto, che assieme alle sorelle Doretta e Luigina organizza la manifestazione, ha stabilito salomonicamente di far correre entrambi con il numero 1 cucito sulla schiena.

Potrebbe interessarti anche

Commenti