Il bibishort Craft CTM comodo e protettivo

Craft CTM di Craft Sportwear è la nuova frontiera dell’abbigliamento tecnico che abbina la Lycra con la membrana Dyneema.

15/05/2019
scritto da Alberto Fossati

Craft Sportwear lancia CTM, una linea innovativa, una gamma d’abbigliamento tecnico che abbina le proprietà della Lycra Sport Energy con la protezione di Dyneema. Completamente ridisegnato anche il fondello Infinity C1.

nell’immagine si nota la differenza di tessuto tra la parte laterale della salopette e la porzione centrale, più classica e liscia. Il lato in Dyneema anche al tatto appare più ruvida.

Pedalare sempre, farlo in sicurezza, con il maggiore comfort possibile, esprimere performances ma con un occhio al design dei capi e all’immagine che si trasmette grazie a questi. Da qualche stagione siamo testimoni di una crescita esponenziale in termini di tecnologia applicata ai tessuti e a quanto una maglia, una salopette, un fondello è in grado di influire sulla prestazione dell’atleta. Comodità, aerodinamica, gratificazione personale, tutti aspetti da tenere in considerazione, non solo semplici dettagli.

La linea Craft CTM è uno degli ultimi ritrovati che mette insieme diverse soluzioni di design, forme, materiali e ricerca. La caratteristica principale, quella che attira l’attenzione al primo sguardo è la combinazione di diversi tessuti, Lycra, Dyneema, Mesh di varie tipologie. Siamo abituati ormai alla Lycra (anche se le tipologie e applicazioni sono infinite), alle sue qualità compressive, sappiamo che il Mesh trova molti utilizzi nell’ambito dell’abbigliamento sportivo ma il Dyneema, una vera news. Dyneema è una fibra sintetica sviluppata in origine per la costruzione dei cavi di trazione, utilizzata nelle discipline quali kitesurf, tiro con l’arco, alpinismo, solo per citarne alcune, utilizzata anche in campo militare per i giubbotti anti proiettile. Peso specifico molto ridotto, così come gli spessori, grande elasticità, estrema resistenza alla rottura in fase di trazione e alle abrasioni, 15 volte più resistente rispetto all’acciaio, aspetti che hanno permesso di costruire anche delle calzature per il ciclismo ( le Specialized S-Works7 e il modello ultraleggero Exos).

Un’immagine delle Specialized S-Works Exos con tessuto Dyneema.

Craft ha utilizzato Dyneema come una sorta di pannello laterale sui bib shorts, per aumentare il grado di protezione in una zona soggetta alle abrasioni in caso di caduta e scivolamento sull’asfalto.

CTM Armor Bib Short

Armor è la salopette che fa parte della linea CTM, un capo dall’elevato tasso di tecnicità, sviluppato per gli agonisti. Questo pantalocino con bretelle abbina le funzionalità della Lycra Sport Energy con potere strech in quattro direzioni. Compressione graduata e differenziata in base alle zone del corpo, quindi supporto ma anche termoregolazione ottimale. A questa, sulla fascia laterale è unita una membrana Dyneema che protegge da abrasione e rende ancora più stabile la zona di copertura della coscia, perfettamente aderente al corpo. Il fondo gamba è alto con piccoli inserti in silicone. La zona dell’addome e le bretelle sono in Mesh per agevolare l’uscita del vapore verso l’esterno, limitando gli accumuli di sudore. Tutto nuovo anche il pad del tipo Infinity C1, con densità e spessori differenziati del foam interno in base alle zone di pressione, tre in totale: si passa dai 14 mm delle porzioni frontali e posteriore, ai 6-8-10 mm centrali, fino ad arrivare ad uno spessore ridotto a 4 mm per i lati. Il fondello è tagliato al laser con il tessuto bioceramico a contatto con la cute. Questo è un fondello professionale adatto alle lunghe distanze.

CTM Aerolight Jersey

Alcuni dettagli della shirt CTM

Una shirt tanto minimale nella struttura, leggera e pensata per essere aderente al corpo in ogni situazione. Nonostante una certa semplicità d’impatto la maglia è ricca di dettagli, di numerose costruzioni abbinate tra loro, sei tessuti, grazie al concetto Bodymapped. Il pannello frontale è omogeneo pensato per un’aerodinamica ottimale, ergonomia, senza sacrifici e compromessi in fatto di termoregolazione. La manica lunga ha dei terminali compressivi che mantengono la shirt attaccata al struttura fisica dell’atleta. Le zone di ascelle e schiena sono in Mesh Superlight, in modo che il vapore prodotto durante lo sforza possa uscire all’esterno, anche alle velocità più basse.

Le dimensioni dei fori e la costruzione dei vari pannelli di questo tessuto, variano in base alle zone di applicazione: ad esempio il Mesh sulle spalle ha dei fori con diametro e disegno diversi, rispetto a quelli sotto le ascelle e sulla schiena, variando di conseguenza il potere elastico. Le tasche posteriori sono quattro in totale, una di queste con zip. Interessante la disponibilità delle taglie, sette, dalla xs alla 3xl, un ulteriore valore aggiunto per questa fascia di prodotto.

a cura della redazione tecnica, foto redazione tecnica e Sara Carena

craftsportwear.com

Potrebbe interessarti anche

Commenti