Il Kitesurf dello Stagnone sbarca in Cina

L’Associazione Sport Turismo Stagnone in visita in Cina per un progetto importante, che vedrà grandi novità per la stagione 2019.

17/12/2018
scritto da Roberta Pala

Per la prima volta in Italia il Kitesurf è presente in una delegazione istituzionale in visita ufficiale.

La laguna dello Stagnone, che già attira col suo appeal tanti turisti da ogni angolo d’Europa, punta al nuovo ed emergente turismo asiatico.

Si è conclusa a Pechino la visita della delegazione marsalese in Cina.

L’associazione Sport Turismo Stagnone, che raggruppa 14 delle 19 scuole di Kitesurf dello Stagnone rappresentata dal presidente Michele Rallo, era presente per illustrare le meraviglie della laguna e il fascino del Kitesurf.

La delegazione “vetrina” della città di Marsala guidata dall’assessore allo sviluppo Rino Passalacqua, aveva tra i suoi componenti tutto il meglio della città marsalese.

Un gemellaggio con la città di Ji’An, città volta all’economia del vino, un meeting presso l’emittente cinese CCTV con uno scambio di intenti col vice presidente Wang Dongmin dettosi incantato dalle immagini sul kitesurf nella laguna e a concludere una visita formale presso l’ambasciata italiana a Pechino le tappe più salienti di questo scambio culturale internazionale.

La prossima primavera una troupe dell’emittente cinese che annovera più del 50% di share in Cina e conta “qualche milione di telespettatori” a sera sbarcherà in Sicilia per una puntata della trasmissione City to City, mostrando all’intera Cina la bellezza di Marsala e il fascino del Kitesurf nella laguna dello Stagnone.

Michele Rallo, presidente di Associazione Sport Turismo Stagnone afferma “Ci sentiamo onorati di aver partecipato a questa iniziativa, in primis perché per la prima volta il kitesurf è presente in una delegazione istituzionale, segno che le istituzioni locali sono vicine a questo sport che tanto porta alla città di Marsala e per il coinvolgimento in questa iniziativa ringraziamo la coordinatrice dott.ssa Tiziana Lipari.

Inoltre ci auguriamo che sia il primo passo per attrarre una nuova ed importante fetta di turismo che possa portare benefici al territorio ed ai suoi operatori.

Per questo siamo già al lavoro per poter offrire servizi sempre più esaustivi a chi per il Kitesurf sceglie Marsala, un posto unico per praticare o approcciarsi per la prima volta a questo sport.

Una barca d’appoggio a disposizione dei kiters per la prossima stagione e una guardia medica in loco i prossimi obiettivi dell’associazione”.

Potrebbe interessarti anche

Commenti