Il Made in Italy celebra la propria storia

03/08/2016
scritto da Gianpaolo Ragno

cosmo_nl_header

E’ difficile pensare ad un’innovazione che non affondi le proprie radici in una grande tradizione, nella storia e la bicicletta, in tutte le sue forme, fa parte della nostra cultura.
  CosmoBike Show 2016, la fiera internazionale dedicata al mondo bici, in fiera a Verona dal 16 al 19 settembre 2016, guarda con particolare attenzione alle origini della bicicletta. Un’intera area espositiva sarà dedicata alla tradizione italiana ed europea della bicicletta, alle aziende che hanno fatto la storia nel mondo, ai modelli, allo stile, allo spirito che ancora oggi ispirano e attraggono appassionati e collezionisti.

Uno sguardo al glorioso passato della bicicletta per interpretarne al meglio il futuro. Tra i grandi marchi italiani che hanno fatto storia, non poteva mancare quello di Wilier Triestina, alla quale sarà dedicata un’esclusiva area legend all’interno di CosmoBike Show dove si potranno ammirare dei veri e propri gioielli ramati della casa alabardata. “Siamo particolarmente felici di essere presenti a Cosmo Bike con i l duplice ruolo di espositori e portabandiera dell’ingegno italiano applicato alla costruzione di biciclette – afferma Andrea Gastaldello, Amministratore Delegato di Wilier Triestina; non poteva capitare in un momento migliore dato che quest’anno festeggiamo i 110 anni di storia del nostro marchio. Vi aspettiamo nell’area Legend per poter ammirare i modelli che hanno fatto la storia di Wilier Triestina: un percorso che parte dall’iconica bici con finitura ramata degli anni ’40 per arrivare ai modelli d’avanguardia prodotti in questi anni. Un’occasione unica per ripercorrere 110 anni di storia delle nostre bici cogliendo l’evoluzione tecnologica e stilistica dei telai Wilier Triestina.”

La Wilier Triestina nasce nel 1906 con il nome di Wilier, acronimo di W l’Italia Libera E Redenta, grazie all’idea di un commerciante bassanese, Pietro Dal Molin, di costruire in proprio biciclette. La sua fucina di “cavalli d’acciaio” sorge come un piccolo laboratorio sulle rive del Brenta, a Bassano del Grappa, e il suo successo aumenta di pari passo alla sempre maggior richiesta di biciclette. Dal Molin decide di allestire una squadra professionistica capitanata dal triestino Giordano Cottur, noto per essere succeduto nella Bassano-Monte Grappa per dilettanti nientemeno che a Gino Bartali.

Nello stesso periodo sull’onda del sentimento popolare di apprensione per le sorti di Trieste, Dal Molin decide di associare al nome della sua azienda quello della città giuliana. Nasce così, nell’autunno del ’45, la Wilier Triestina caratterizzata dal colore rosso-ramato delle sue biciclette, che diverrà in seguito autentico marchio di fabbrica. La gloriosa storia di quest’azienda e del suo “gioiello ramato” rivive oggi grazie ai fratelli Gastaldello di Rossano Veneto che nel 1969 hanno acquistato il marchio Wilier Triestina, riportando il brand ad essere uno dei maggiormente ambiti dagli appassionati del pedale, conosciuto e riconosciuto in tutto il mondo, per stile, eleganza e design abbinato alla tecnologia, uno dei produttori italiani capaci di incrementare e consolidare la propria presenza sul mercato internazionale, con aumenti percentuali, in termini di fatturato e biciclette prodotte, a doppia cifra.

Questo è solo un piccolo assaggio di quello che si potrà ammirare a CosmoBike Show Legend, l’area speciale dedicata al Made in Italy che ha fatto la storia.

Potrebbe interessarti anche

Commenti