In Toscana apre il nuovo centro “Enervit Virtus life”

10/01/2013

In Toscana apre il nuovo centro  “Enervit Virtus life”

Sabato 12 gennaio verrà inaugurato a Poggibonsi (Siena) il centro specialistico “Enervit Virtus Life”, il primo del genere in Toscana, situato all’interno del villaggio sportivo Virtus e in collaborazione con l’Università di Siena. Si tratta di un centro specialistico di servizi integrati per il benessere psicofisico, lo sport e per la consulenza nutrizionale e la riabilitazione che si rivolge agli atleti professionisti ma anche a tutti coloro che svolgono attività fisica a livello amatoriale o che desiderano semplicemente migliorare la propria salute. In occasione dell’inaugurazione è stato organizzato per sabato 12 gennaio (con inizio alle ore 9,30) un convegno dal titolo “Fisiologia e sport: passato, presente e futuro” nel quale interverranno alcuni docenti dell’Università di Siena e medici dell’Equipe Enervit. Tra i relatori Enrico Arcelli, Gilberto Martelli, Marco Bonifazi, Giancarlo Carli, Luca Mondazzi e Giuliano Fontani. All’inaugurazione sarà presente anche il Presidente di Enervit Spa Alberto Sorbini. A chiudere la giornata dei lavori, alle ore 16,45, il prof. Enrico Arcelli – già docente al Dipartimento di scienze dello sport e nutrizione dell’Università di Milano, dietologo e medico sportivo – terrà la sua Lectio Magistralis dal titolo “Alimentazione e Sport” all’interno della quale spiegherà in che modo l’alimentazione incide sulle prestazioni sportive e come alimentarsi prima, durante e dopo l’attività fisica. “Molte sono le novità che si sono avute negli ultimi anni nella dietologia dello sport – spiega il prof. Arcelli – per esempio quelle riguardanti il ruolo che ha nell’anemia dell’atleta l’epcidina, un ormone che rende più difficile l’assorbimento del ferro e l’utilizzo del ferro già contenuto nei depositi dell’organismo. La concentrazione dell’epcidina si eleva con l’aumento dello stato infiammatorio dell’organismo, mentre tende a tornare verso la norma, oltre che in seguito a una dieta antinfiammatoria (quale è la Zona), in seguito all’utilizzo costante di olio di pesce, proprio perché si riduce lo stato infiammatorio dell’organismo”. Continua l’esperto: “Molto importante è anche il timing dell’assunzione delle proteine in seguito al lavoro eseguito in palestra con l’obbiettivo di ottenere il massimo incremento possibile della forza o della massa muscolare. L’effetto maggiore si ottiene se, subito dopo la seduta, si assumono – assieme ad alcune decine di grammi di carboidrati – circa 30 grammi di proteine, fra l’altro apportatrici di oltre 2,5 grammi di leucina, l’aminoacido a catena ramificata che ha di per sé la capacità di favorire la sintesi proteica”. Nella sessione mattutina è prevista anche una breve relazione sui vantaggi della dieta Zona per gli sportivi sempre a cura del prof. Arcelli, che presiede il Comitato scientifico dell’Equipe Enervit: “La Zona facilita in particolare la perdita di peso corporeo – spiega il Professore – in chi deve smaltire del grasso e questo è importante soprattutto nelle discipline divise da categorie ponderali (sollevamento pesi, canottaggio, pugilato, judo e altri sport di combattimento); seguendo questa strategia non si ha appetito, non si perdono muscoli e si ha molta efficienza” afferma il professore “Questa strategia alimentare combatte inoltre lo stato infiammatorio dell’organismo, la qual cosa è importante perché gli allenamenti frequenti e intensi aumentano lo stato infiammatorio dello stesso; la conseguenza – a breve termine – può essere rappresentata da infortuni e, specie nelle ragazze, da anemia da sport; soprattutto se contemporaneamente si prendono olio di pesce (con gli omega-3 antinfiammatori) e polifenoli (con la verdura e la frutta, in particolare quelle colorate), invece, lo stato infiammatorio viene combattuto”. 

Potrebbe interessarti anche

Commenti