Val di Sole cerca volontari per la World Cup MTB

Sono aperte le iscrizioni online per fare parte della World Cup Crew: 450 volontari da tutta Italia e dall’estero, un team internazionale carico di entusiasmo.

24/04/2018
scritto da Cristiano Guarco
Marshall sulla pista DH - foto: Alice Russolo

Marshall sulla pista DH – foto: Alice Russolo

Il comitato organizzatore cerca volontari per l’unica tappa italiana della Coppa del Mondo MTB UCI, dal 6 all’8 luglio. Dall’allestimento dei percorsi al catering, dalle cerimonie all’accoglienza, c’è spazio per tutti, con il loro carico di passione ed energia. Vivono da protagonisti un’esperienza unica, si trovano nel cuore dell’azione, a contatto con i grandi campioni, sperimentano tre giorni di full immersion nel mondo della MTB: sono i volontari, colonna portante dell’unica tappa italiana della Coppa del Mondo MTB UCI, in Val di Sole. Le date fatidiche si avvicinano, e Grandi Eventi Val di Sole è già alla ricerca di persone disponibili. L’invito è rivolto a tutti: per entrare a far parte della World Cup Crew basta iscriversi online.

Nel cuore dell'azione durante la gara DH - foto: Cristiano Borghi

Nel cuore dell’azione durante la gara DH – foto: Cristiano Borghi

Come nel 2017, l’obiettivo è creare un grande team di 450 volontari provenienti da tutta Italia e anche dall’estero. Metà di loro faranno già parte di associazioni di volontariato come Croce Rossa, Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino, Alpini, Pro loco comunali, e l’altra metà sarà composta da appassionati di mountain bike, giovani e meno giovani, gruppi di amici. È grazie a loro che una sfida come questa diventerà possibile: preparati, motivati ma soprattutto carichi di un entusiasmo contagioso, saranno l’anima della manifestazione.

Il podio provvisorio della DH attorniato dai volontari - foto: Alice Russolo

Il podio provvisorio della DH attorniato dai volontari – foto: Alice Russolo

Volontario è chi sente forte il richiamo dell’avventura e decide di rispondere mettendosi a disposizione. Si tratta di dare qualcosa – tempo ed energia – per ricevere, in cambio, molto di più: sentirsi parte di una grande famiglia, incontrare i big del cross country e della downhill, essere proiettati sulla scena di un evento mondiale ma anche lavorare in team, confrontarsi, conoscere nuove persone e trovarsi all’interno di una stimolante Babele di lingue. Partecipare tutti insieme a un’impresa corale che dura 24h/24, il che significa anche dormire fianco a fianco in una palestra, condividere panini, buoni pasto, entusiasmi, amicizie nascenti: anche questo fa parte del “gioco”. Vivere intensamente tre giorni ricchi di emozioni indimenticabili.

Durante l'evento cross country - foto: Matteo Cappè

Durante l’evento cross country – foto: Matteo Cappè

I volontari non sono semplici ingranaggi di una macchina organizzativa imponente, ma attori protagonisti, che scendono in campo in tanti ruoli differenti: c’è chi si occupa dell’allestimento dei campi gara, dei controlli durante le competizioni, del cronometraggio e dell’antidoping, chi della logistica – viabilità, parcheggi, sicurezza, magazzino, strutture – chi dell’accoglienza, degli accrediti e delle licenze, degli spazi merchandising, degli info point, chi delle cerimonie e delle feste collaterali, dalle premiazioni ai concerti, chi dei catering e della ristorazione, e chi, ancora, del supporto all’area stampa.

In Val di Sole da protagonisti - foto: Alice Russolo

In Val di Sole da protagonisti – foto: Alice Russolo

C’è spazio per tutti, a partire dai 16 anni di età (ma per i minorenni è richiesto il consenso parentale), o a partire dai 18 anni per i “marshall”, gli occhi e le orecchie dell’organizzazione dislocati sul percorso di gara. I requisiti? Voglia di mettersi in gioco, di divertirsi e di dare il massimo, esattamente come gli atleti.

Info: www.valdisolebikeland.com/

[fonte: comunicato stampa]

Potrebbe interessarti anche

Commenti