L’Andalusia avrà un Wavegarden Cove dal 2020

Approvato il progetto del primo Wavegarden Cove aperto al pubblico in Spagna: dal 2020 onde tutto l’anno ad Alhaurín de la Torre, località Mediterranea pochi km ad ovest di Malaga

21/12/2018
scritto da Michele Cicoria

Dal 2020 nel parco di Lauro Golf si potrà fare surf tutti i giorni. Il consiglio comunale di Alhaurín de la Torre ha approvato il progetto del primo Wavegarden Cove della Spagna, e forse d’Europa (se in Svizzera dovessero tardare – clicca qui per saperne di più). Ad meno di due ore di volo dall’Italia sarà possibile surfare l’onda artificiale finora vista nei tanti video effettuati nel centro test vicino San Sebastian, chiuso al pubblico e solo il 20% delle dimensioni reali di un Cove a scala reale.

Il nuovo centro surf in Spagna sorgerà pochi km ad ovest di Malaga, in un’area affacciata verso la costa mediterranea e dunque in grado di vantare circa la stessa frequenza onde dell’Italia.
Ad Alhaurin de la Torre (Málaga) verrà realizzata sia l’area surf sia un’ampia zona dedicata al tempo libero, dove gli accompagnatori potranno trascorrere in relax il tempo, in attesa che le 1000 onde l’ora stanchino completamente i surfers che visiteranno la struttura.
Il Cove sorgerà a soli 20 minuti dal centro di Malaga nell’ambiente naturale di Lauro Golf, la struttura occuperà circa 2,2 ettari e avrà la capacità di contenere 90 surfisti contemporaneamente.

La laguna sarà integrata nel sistema di irrigazione dell’area e non consumerà più acqua di quanto se ne potrebbe perdere attraverso l’evaporazione. Nell’area verrà costruito anche un surf shop in cui sarà possibile noleggiare o acquistare attrezzatura da surf, ci sarà inoltre una spiaggia aperta ai non-surfisti dove sarà possibile nuotare, uno skatepark, diversi bar e ristoranti.
“L’Andalusia vanta un enorme popolazione di surfisti e un sacco di persone che vorrebbero imparare a surfare, siamo fiduciosi che la nostra tecnologia soddisferà le aspettative di tutti “. – ha spiegato Josema Odriozola, fondatore e CEO di Wavegarden, durante la conferenza stampa di ieri.

 

Non solo onde artificiali: a Malaga le onde sono molto simili alle coste italiane

RISPETTO PER L’AMBIENTE. Wavegarden offrirà ai visitatori di Alhaurin de la Torre un’esperienza unica immersi nella natura, basata sui valori del surf e del rispetto per l’ambiente. L’installazione della laguna minimizza l’impatto ambientale ed avrà massima efficienza energetica.
Il Wavegarden Cove crea un numero di onde variabile a seconda del numero di ospiti presenti e utilizza motori elettrici che offrono elevata efficienza energetica, sia per le onde sia per il trattamento dell’acqua.
Inoltre, come già anticipato, la laguna sarà integrata nel sistema di irrigazione della zona e non si consumerà più acqua di quanta se ne possa perdere per evaporazione.

Attualmente ci sono due lagune Wavegarden aperte al pubblico, Surf Snowdonia nel Galles (Regno Unito) e Nland a Austin (Texas), che ricevono più di 150.000 visitatori l’anno. Per il 2019 è prevista l’apertura di nuove strutture a Melbourne (Australia) e Bristol (Regno Unito), nel 2020 sarà la volta di Alhaurin de la Torre (Spagna) e del Canton Vallese con Alaia Wave (Svizzera).

Fonte: 20minutos.es

Potrebbe interessarti anche

Commenti