Le novità di BH Bikes, dalle bici aero concept alle endurance

Due le novità più importanti per il marchio basco, una maggiormente dedicata alle competizioni, la seconda rivolta al segmento endurance. BH Bikes presenta G7 Pro, dai marcati concetti aero e la Quartz Evo Disc, bici comoda con i freni a disco.

11/07/2017
scritto da Alberto Fossati

Tra le tante novità di questa estate, news che non riguardano solo le biciclette da strada con i freni a disco, non poteva mancare il brand basco, BH Bikes che continua a crescere, ad acquisire consensi, marchio che si è ritagliato uno spazio importante in tutti i segmenti del mercato. G7 Pro (nella foto in alto), Quartz Evo Disc (nella foto più in basso).

Da diverse stagioni, prima con il modello G6, poi con il G7 Disc e oggi con la nuova G7 Pro, BH investe ingenti risorse nei confronti delle biciclette del segmento aero ma capaci di esprimere una notevole versatilità, utilizzabili in modo redditizio su differenti tipologie di terreno e situazione: G7 Pro è oggi uno dei mezzi utilizzati (insieme al modello Ultralight) dall’equipe francese Team Direct Energie.

G7 Pro è un monoscocca in carbonio, composta da un blend di fibre Toray T80/50, a loro volta rinforzate nei punti maggiormente sollecitati sotto diversi punti di vista. Dal fronte al retrotreno la bici evidenzia uno slooping marcato, con attacco basso dei foderi obliqui, profilo alare del piantone e una massiccia scatola del movimento centrale bb386. Il frame ha un valore alla bilancia piuttosto contenuto, 840 grammi nella taglia media. I freni sono del tipo direct mount, doppio attacco al telaio. Foderi obliqui posteriori e forcella riescono a supportare pneumatici con sezioni fino a 28 mm. Il seat-post, una sorta di semi integrato facilmente regolabile e personalizzabile è più rigido rispetto alle versioni precedenti e nasconde al proprio interno la batteria della trasmissione.

La bicicletta ha una geometria votata alla compattezza, con i foderi bassi posteriori lunghi 402 mm: le misure disponibili a catalogo sono cinque.

Non solo: passando alla forcella, anche questa un blocco unico di carbonio, rispetto alle versioni precedenti, ha un concetto Friction Surface implementato e maggiorato rispetto al passato, più aerodinamico e fluido, con una penetrazione dello spazio migliorata del 12%. La forcella si innesta in una tubazione sterzo voluminosa, bella da vedere e dalle dimensioni variabili, che adotta una sorta di svasatura centrale, più muscolosa nella parti alta e bassa.

Passiamo adesso ad una bicicletta più comoda, confortevole ma che non nasconde una certa propensione alla gara: la Quartz Evo Disc adotta tutte quelle soluzioni di ultima generazione, per una bicicletta versatile, leggera per la categoria di cui fa parte e dal design moderno.

Un telaio in carbonio monoscocca al 100% è la base di questo progetto di successo che pesa 950 grammi nella taglia media. Il frame è costruito con il protocollo HICM, il medesimo che i tecnici BH Bikes usano per gli alti di gamma G7, G7 Pro e Ultralight. I foderi posteriori sono sviluppati con il disegno Flex Zone, con una ottima rigidità laterale ma capaci di smorzare le vibrazioni negative, a tutto vantaggio di stabilità ed efficacia della pedalata sul medio e lungo termine. Il seat-post ha un diametro di 27,2 mm, la scatola centrale è bb386. I freni a disco: la Quartz Evo Disc ha gli assi passanti anteriore e posteriore, rispettivamente da 142×12 e 100×12 millimetri, con attacchi delle pinze flat mount.

https://www.bhbikes.com/it_IT

Potrebbe interessarti anche

Commenti