Aaron Gwin pronto al bis alla World Cup DH di Leogang

L’americano strappa il miglior tempo nelle qualifiche di Coppa del Mondo in Austria. Fra le donne prima Tracey Hannah, Eleonora Farina è quinta.

10/06/2017
scritto da Gabriele Gentili

A Leogang tempo di qualifiche per la terza prova di Coppa del Mondo downhill, ad appena una settimana da quella di Fort William. L’americano Aaron Gwin (Trek), vincitore lo scorso anno sul pendio austriaco, conferma di essere pienamente a suo agio sul tracciato e stacca il miglior tempo in 3’10”271, staccando di 2”248 il leader della classifica di Coppa, il sudafricano Greg Minnaar (Santa Cruz) e di 2”905 l’australiano Troy Brosnan (Canyon), dietro si rivede l’ex iridato francese Loic Bruni (Specialized) a 3”223. Miglior italiano è Loris Revelli (Devinci Italy) 58° a 13”779 e penalizzato da una bassa velocità di punta. 74° posto per il compagno di colori Francesco Colombo a 15”633.

Gwin primo nelle qualifiche (foto organizzatori)

La sorpresa in campo femminile è la mancata partenza di Rachel Atherton (Trek), segno che la sconfitta casalinga aveva portato anche la lussazione della spalla. Spazio libero per la leader di Coppa Tracey Hannah, l’australiana della Polygon Ur che ottiene il miglior tempo in 3’40”314 con 2”413 sulla britannica Tahnee Seagrave (Transition Bikes) e 6”083 sull’altra britannica Manon Carpenter (Radon Factory). Eleonora Farina (Gb Rifar Mondraker) che nelle prove cronometrate aveva ottenuto il miglior tempo, conferma di avere un ottimo feeling con la pista austriaca staccando il 5° posto a 7”432, bene anche Alia Marcellini (Team Cingolani) settima a 13”194, non altrettanto bene Veronika Widmann (Fs Patrol Funn) 13esima a 24”760.

Nelle qualifiche junior miglior tempo per il britannico della Madison Saracen Matt Walker in 3’20”852, con 1”530 sul suo rivale in classifica generale, l’attuale leader canadese Finnley Iles (Specialized). Promette bene Giacomo Masiero (Gb Rifar Mondraker) protagonista nella Top 10 a Fort William e che a Leogang è nono a 11”699 pur con una bassissima velocità di punta. 16° Andrea Bianciotto (Devinci Italy) a 14”765.

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti