Leonard Nika sul podio del Grand Slam di Corfù

Leonard Nika capitano della nazionale italiana, ci parla della sua avventura in terra greca durante il Grand Slam 2019 a Corfù, tappa dell’Euro Tour.

20/06/2019
scritto da Elia Rossetti

Il capitano della nazionale, torna sul podio nella tappa greca dell’Euro Tour 2019

Leonard ci parla della sua esperienza a Corfù, di come ha preparato la gara, e di ciò che è successo durante la sfida nello stupendo mare Egeo:

“Dopo la gara di Bilbao, nella quale non sono riuscito ad esprimermi al meglio, anche se sono riuscito a tenere il passo degli altri, ho pagato un po’ di affaticamento.

Una volta rientrato ho cercato di recuperare al meglio, per tornare ai vertici durante le tappe greche.

A Corfù mi sentivo in forma, ho curato nei dettagli il mio quiver, oltre allo Sprint, mi sono portato anche il mio ACE dal Portogallo, per essere pronto ad ogni condizione, specialmente in mare aperto.

Le condizioni durante la gara sono state caratterizzate dal mare piatto, per cui ho montato la mia pinna Black Project “Tiger” ideale per il flat e lunghe distanze.

Il percorso di sviluppava su due giri dell’isola di circa 7 km, ho fatto una bella partenza, mi sentivo bene ed ho spinto al massimo.

Durante la gara ci sono stati diversi passaggi di barche, uno dei quali sfruttato da Booth per allungare sul gruppo di testa.

Al secondo giro ho provato a sprintare, ma sono stato riassorbito dal gruppo, rimanendo comunque secondo fino da ultimo, provando a mantenere alto il ritmo.

Ho avuto il Tahitiano Enzo Bennet in scia nel finale, che dopo aver dosato le forze mi ha battuto nello sprint.

Sono molto soddisfatto del risultato, che mi fa guardare con fiducia al futuro”.

Sono molto felice anche del secondo posto di Caterina Stenta, che ha fatto una splendida gara.

Leonard

Potrebbe interessarti anche

Commenti