Maratona in porto, pioggia battuta

A Forlì grande entusiasmo ma numeri ridotti per maltempo alla Maratona del Presidente, intanto prende quota il calendario delle mezze con interessanti risultati a Parma, Monza, Bologna e Mestre

12/09/2017
scritto da Gabriele Gentili

La Maratona del Presidente 2017 è la 66esima che organizzo come Paolo Gino, se ci aggiungiamo che alle 6 del mattino era già tutto piazzato perché doveva arrivare la bomba d’acqua, otteniamo un 666 che ci ricorda un certo Diavolaccio che stavolta ci messo davvero la coda. Alle 7 le prime gocce poi giù un tremendo interminabile acquazzone che ha reso impraticabili parte dei vialetti del Parco Buscherini di Forlì e ha fatto saltare l’impianto elettrico.

Una bella responsabilità far partire i 150 iscritti che scalpitavano accalcati sotto il Tendone della consegna pettorali. Le doppie assicurazioni che stipulo per le gare coprono ampiamente ogni tipo calamità, ma ci ho pensato non poco se dare il via. Ho fatto il giro con Lorenzo Gemma vero patron della manifestazione e a parte tanta acqua non c’era niente di così pericoloso. Alberi e recinzioni non avevano dato segno di cedimenti. Mi son tornate alla memoria le parole di un amico assente: “Un Maratoneta non teme sole, gelo, pioggia, vento…” e così ho dato il via puntualissimo alle 8:30.

Il coraggio di partire è venuto allora a tutti e il folto plotone si perso nella pioggia battente. Solo una trentina di atleti non se l’è proprio sentita di scendere in campo, son partiti solo in 120. Nessuno è caduto durante la gara quasi tutti volessero dimostrare di saper camminare sulle acque, tranne il solito Mariolino, ma tutti sanno che come a Nostro Signore gli han bucato i piedi. Entusiasmante la lotta nelle prime posizioni. Un Atleta di Forlì Stefano Calmanti, nonostante il cognome, è partito con ritmo notevole arrivando a dare un 5 minuti di distacco al secondo l’amatissimo  Marco Bonfiglio che con cadenza regolare lo ha ripreso a metà gara e ha vinto con 9 minuti di distacco, cioè quasi due giri del parco. 3h06’47” il suo tempo finale, 3h15’45” per Calmanti, che precedeva di 2” Andrea Barbetta. Al femminile invece è Francesca Brachi a concludere la sua fatica in 4h07’37” su Graziella Durante in 4h38’56” e Tamara Memmi in 4h40’58”.

I festeggiamenti a fine gara (foto organizzatori)

Una grande soddisfazione per il Club Super Marathon Italia che questa gara sia stata vinta proprio da Bonfiglio, socio più rappresentativo che tanta gloria e successi riscuote in Italia e nel mondo sia per le sue doti atletiche che umane. Inutile dire che la Maratona del Presidente è la più antica e rappresentativa del Club, dove tutti i Soci vogliono venire per sentirsi uniti nel ricordo di Sergio Tampieri il Presidente fondatore. Tra i partecipanti anche il Socio Paolo Saviello che ha corso con la moglie in abito nuziale per festeggiare il 25esimo di Matrimonio. Da segnalare la presenza del socio Croato Franjo Loncar particolarmente affezionato a questa Manifestazione alla sua sesta presenza, che è giunto ottavo ed ha festeggiato la sua 250esima Maratona. Appuntamento alla Nona Edizione della Maratona del Presidente che si terrà il 9 Settembre 2018 sempre a Forlì. Grosse novità in arrivo tra cui il cambiamento del Percorso e l’apertura ad altre distanze. (Francesco Paolo Gino-Organizzatore)

PARMA INCORONA NOZZA E MARTINELLI

Sono Nicola Nozza (Runners Bergamo) e Sarah Martinelli (G.P. Quadrifoglio) i vincitori della mezza maratona Cariparma Running, rispettivamente con i tempi di 1:16:07 e 1:27:41. Sul podio della gara, inserita nel calendario Fidal nazionale con l’etichetta di “evento bronze”, sono saliti anche Luca Galliani (2°) e Corrado Snaiderbaur (3°); Valeria Poltronieri (2°) e Rosanna Volpe (3°).

Ad aggiudicarsi la 30 Km sono stati Paride Zani (1:56:43) dell’Atletica Carpenedolo e Palma Andrea Bernardita Salas (2:11:57) del G.S. Orecchiella Garfagnana. Sul podio Michele Bertoletti, Damiano Lippi, Alessia Colnaghi e Maria Cristina Guzzi.

Paride Zani all’arrivo della 30 Km (foto organizzatori)

Per quanto riguarda la 10 Km hanno tagliato per primi il traguardo Yassine El Fathaoui dell’Atletica Casone Noceto (32:22) e Lisa Ferrari (40:05) atleta del Cus Parma. Sul podio anche Giammarco Buttazzo, Adil Lyazali, Rosa Alfieri e Chiara Pianeta.

Il trofeo Guido Sani, dedicato allo storico cantore della Cariparma Running, è andato a Luca Panciroli e Martina Noè (primo e prima under18 al traguardo sulla 10 km competitiva). A consegnare il premio sono stati i figli e la moglie.

La manifestazione ha visto complessivamente la partecipazione di 4000 persone oltre a 650 bambini under 13 che sabato si sono misurati ieri al Campus Universitario.

Molto soddisfatto Michele Ventura presidente del Cus: “Nonostante il tempo non sia stato completamente dalla nostra parte abbiamo registrato una grandissima partecipazione e questo dimostra che la Crédit Agricole Cariparma Running è una manifestazione nel cuore dei parmigiani e non solo. Ci fa piacere che sia stato apprezzato il nuovo percorso della mezza maratona e un complimento particolare alla nostra atleta che si è aggiudicata la 10 km, Lisa Ferrari”. (Comunicato stampa)

TEST BAGNATO PER DOSSENA E INCERTI

Pioggia a catinelle sulla Mezza di Monza. Partita dall’Autodromo Nazionale, la quattordicesima edizione oggi è stata pesantemente condizionata dal maltempo. Tra i 4200 runners al via sulle tre distanze in programma affermazione della campionessa europea 2010 di maratona Anna Incerti che, a meno di 24 ore dal podio tricolore di Dalmine (BG), è tornata a cimentarsi sui 10km. Per la siciliana delle Fiamme Azzurre, attesa al via della prossima maratona di Berlino, vittoria in 35:36 (“mi piace sempre correre sotto la pioggia, così è un po’ tantino però!”il commento scherzoso della Incerti) davanti al duo formato da Sara Galimberti (Bracco Atletica) 36:20 e Valeria Straneo (Laguna Running) 36:21, giunte insieme al traguardo. Per l’argento mondiale ed europeo di maratona, anche se bagnatissimo, si è trattato di un rientro alle competizioni dopo una stagione frenata dai problemi fisici. Nella 30km, invece, successo in 1h55:01 di Sara Dossena(Laguna Running), proiettata verso l’esordio sui 42,195km a New York. Al suo fianco sulla linea di arrivo la sarda Claudia Pinna(Laguna Running) 1h55:01. Sulla mezza si è imposta l’ucraina Sofiya Yaremchuk, seconda assoluta in 1h13:14 dietro il vincitore maschile Loris Mandelli (Pol. Carugate) 1h12:19.

Donnesa e Pinna, insieme al traguardo della 30 km (foto Giancarlo Colombo/organizzatori)

GLI ALTRI VINCITORI

Panoramica sulle altre prove del fine settimana:

Arenzano H.M. (21,097 km): Tariq Baamarouf (MAR-Team Marathon) 1h10’00” e Karin Angotti (Gp Garlaschese) 1h26’23”

Bibione is Surprising Run (16 km): Lucio Sacchet (Ana Atl.Feltre) 53’30” e Silvia Gavarretti (Atl.Trichiana) 1h05’35”

Maratonina di Mestre (21,097 km): Leonardo De Toni (Atl.Chirignago) 1h16’47” e Erika Michielan (Atl.Chirignago) 1h30’07”

Run Tune Up a Bologna (21,097 km): Vasyl Matviychuk (UKR-Gs Gabbi) 1h11’50” e Isabella Morlini (Atl.Reggio) 1h23’57”

GP Casellese a Caselle Torinese (10 km): Angelo Direnzo (Run Athl.Team) e Antonella Gravino (Equilibra Running Team)

Corsa dei 5 Laghi a Ivrea (24,3 km): Julien Baudin (Apd Pont Saint Martin) 1h29’51” e Elisa Rullo (Tiger Sport Running Team) 1h48’55”

Diecimila sul Graticolato Romano a San Giorgio delle Pertiche (10 km): Celestin Nihorimbere (BDI-Atl.Malignani) 31’10” e Maurizia Cunico (Atl.Palzola) 36’43”

Giro Podistico Città di Pordenone (6,9 km M, 5,2 km F): Yassine Rachik (Atl.Casone Noceto) 20’24” e Vivian Jerop Kemboi (KEN-#iloverun Athl.Terni) 17’32”

Trofeo 5 Torri a Osimo (12 km): Massimiliano Strappato (Atl.Am.Osimo) 33’28” e Denise Tappatà (Sef Stamura Ancona) 38’35”

Corrincentro a Perugia (10 km): Alessio Malfagia (Pod.Lino Spagnoli) 36’43” e Silvia Tamburi (Atl.Avis Perugia) 37’55”

Corri Marcianise (10 km): Antonello Barretta (Atl.Vis Nova) 33’48” e Marina Lombardi (Atl.Marano) 40’07”

Corricerignola (10 km): Angelo Raffaele Nanula (Am.Atl.Acquaviva) 31’58” e Mariacarmela Landriscina (Barletta Sportiva)

Dreher Run a Massafra (9,2 km): Cosimo Damiano Albanese (Atl.Crispiano) 32’10” e Marisa Russo (Marathon Massafra) 38’35”

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti

edicola digitale