Michela Moioli Campionessa del Mondo di Snowboardcross

21/03/2016

Dopo una competizione da brividi, è bastato un quinto posto nella gara di Baqueira Beret, Spagna, per assicurare a Michela Moioli la vittoria in Coppa del Mondo di snowboardcross.

L’azzurra si presentava ai cancelletti di partenza con 390 punti di vantaggio su Eva Samkova, punti che sembravano persi dopo la caduta di Michela nella semifinale. Arrivata quinta, la speranza era che la ceca non vincesse la sua ultima finale e per fortuna così è stato. La costanza durante tutta la stagione di Michela ha premiato e con 40 punti di vantaggio ha portato a casa una vittoria storica.

Per lo snowboard italiano femminile infatti l’atleta ventenne bergamasca segna una tappa cruciale, è la prima volta in assoluto che la Coppa di cristallo giunge in mani italiche. Nel campo maschile Omar Visentin si era aggiudicato il Mondiale nel 2013/2014 ed Elmar Messner nell’ormai lontano 1996/1997.

mihcela-moioli

Quando sono stata eliminata in semifinale mi sono sentita come se mi fosse passata sopra un treno. Fortunatamente il finale mi ha riconsegnato quel pizzico di fortuna che mi è mancata tante volte negli anni passati e ce l’ho fatta. Sono arrivata in Spagna con un buon vantaggio nei confronti della concorrenza, grazie alla grande stagione che ho disputato. Voglio ringraziare la Federazione, l’Esercito e tutta la squadra per avermi assistito al meglio. Il titolo mi incentiva a far meglio in futuro, sono sempre stata fra le prime e la giornata odierna è la ciliegina sulla torta. Sognavo la consegna del trofeo da tante notti, sono stata ripagata per tutti i sacrifici sostenuti negli anni passati”.

Michela continua: «Non c’ero tantissimo di testa, sono partita male e ho continuato peggio, causa una spigolata che mi ha fatto perdere velocità. Devo consolidare molto l’aspetto psicologico, mi aspetta un gran lavoro in futuro per rafforzare questo aspetto. Ho le qualità per rimanere al vertice, credo di essermi impegnata tantissimo per migliorare fisicamente e tecnicamente, nonostante sia giovane il mio pensiero principale è allenarmi e fare questa disciplina. Più crescerò, più mi impegnerò».

Complimenti Michela!

Potrebbe interessarti anche

Commenti