Novità sul formato gara del circuito WSL 2019

Importanti cambiamenti nel formato di gara nel Championship Tour (CT) della World Surf League (WSL): scopriamo insieme tutte le novità sul circuito che partirà
ad aprile dalla Gold Coast

19/03/2019
scritto da Michele Cicoria

Nuovo formato gara, equo montepremi e qualificazione olimpica: il Championship Tour 2019 si preannuncia il migliore di sempre!
La nuova stagione WSL partirà dalla Gold Coast il prossimo 3 aprile col Quiksilver Pro ed il Boost Mobile Pro Gold Coast, vediamo quali saranno le novità da aspettarci.

Novità nel formato gara WSL 
Il circuito di massima categoria assegna il titolo di campione del mondo femminile e maschile al termine di ogni stagione. Al fine di migliorare lo scenario di gara per atleti e sostenitori sono state cambiate alcune modalità di svolgimento delle batterie, qui sotto le novità introdotte per la categoria maschile e femminile.
Innanzitutto non ci sarà più il Round 5 maschile e il Round 4 femminile, le heat avanzeranno in modo lineare dal round 3 alle finali con match-up testa a testa, ossia heat 1 contro 1. Le batterie testa a testa inoltre si potranno sovrapporre tra loro, questo significa che possono essere proposte simultaneamente due heats, dando così all’evento maggiore flessibilità di svolgimento nelle migliori condizioni meteo-marine.

Entriamo allora nel dettaglio guardando l’immagine sopra, riferita alla categoria Uomini

Men’s CT Format

  • Round 1: avrà ancora dodici batterie con tre surfisti in ogni heat. Gli atleti che arriveranno primi o secondi nelle manche del primo round avanzeranno entrambi direttamente al Round 3; questo sarà diverso dal formato precedente, quando solo il primo avanzava al Round 3.
  • Round 2: avrà quattro heat con tre surfer per ciascuna, a differenza del precedente formato di 12 heat con due surfers ognuna. Dei tre concorrenti in ogni heat, il terzo verrà eliminato e si piazzerà 33-esimo parimerito con gli altri del round 2.
  • Round 3: avrà 16 heat con due surfer in ciascuna heat, a differenza del precedente formato di 12 heat con due surfer in ciascuna heat. Il primo passa la batterie, il secondo verrà eliminato ritrovandosi al 17° parimerito con tutti gli eliminati del round 3.
  • Round 4: qui ci saranno otto batterie con due surfisti in ognuna. Il surfer che arriverà secondo verrà eliminato piazzandosi al 9° posto.


Women’s CT Format

  • Round 1:ci saranno ancora sei batterie con tre surfisti in ogni heat. Le atlete che arrivano prime o seconde avanzeranno entrambe al Round 3, diverso dal formato precedente che vedeva avanzare solo la prima posizione.
  • Round 2: avrà ora due heat con tre surfer per ciascuna, a differenza del precedente formato di sei heat con due surfer in ciascuna. Dei tre concorrenti di ogni heat, la surfista con il punteggio più basso verrà eliminata finendo al 17° posto parimerito con l’altra eliminato.
  • Round 3: avrà ora otto heat con due surfer in ciascuna, a differenza del precedente formato di quattro heat con tre surfer ognuna. Chi arriverà secondo nella sua batteria uscirà dalla gara piazzandosi al pari con gli altri al 9° posto.

 

Il Championship Tour 2019 sarà una delle principali vie di qualificazione per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020
Il circuito WSL 2019 è la migliore tra le varie possibilità di qualificazione olimpica per i migliori surfisti del mondo. La classifica mondiale alla fine della stagione CT determinerà 18 dei 40 posti disponibili per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020 (10 uomini e 8 donne). I rimanenti 22 posti saranno determinati agli ISA World Surfing Games 2019 e 2020, ai Giochi Panamericani del 2019 a Lima e da una slot (ciascuna per uomini e donne) riservata alla nazione ospitante, il Giappone.

Per i 18 posti assegnati al WSL c’è una condizione secondo, secondo la quale un paese non può qualificare più di due atleti per sesso. Ciò significa che se l’Australia dovesse qualificare tre atleti, solo due possono andare ai Giochi e l’altro posto viene assegnato al successivo classificato più alto.
Dopo gli eventi di chiusura della stagione CT (Hawaiian Pro e Billabong Pipe Masters), la classifica mondiale determinerà i primi 18 surfisti qualificati per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, tutti soggetti che dovranno soddisfare i requisiti di eleggibilità dell’ISA e del CIO, selezionato dal rispettivo Comitato Olimpico Nazionale.

La lineup del Quik Pro Gold Coast in Austrlalia

2019 primo anno CT con equo montepremi tra uomini e donne
Lo scorso settembre la WSL ha annunciato l’assegnazione di premi in denaro uguali per tutti gli eventi, divenendo così il primo campionato sportivo globale, con sede negli Stati Uniti, a fare una cosa del genere. Il primo premio equo in denaro è stato introdotto il Jaws Challenge 2018/2019, evento big wave tour svoltosi a novembre 2018, seguito poi dalla prima tappa del rinnovato Longboard Tour, il Noosa Longboard Open, svoltosi a inizio marzo.

Ora, il Boost Mobile Pro ospiterà il primo evento CT con uguale premio in denaro. Ci saranno premi in denaro uguali per ogni tappa CT femminile di tutta la stagione.
Il 2019 vedrà anche la prosecuzione del programma Pioneers, che celebra le leggende femminili, così come il lancio di una campagna di marketing internazionale per dar risalto al tour femminile e aumentarne il pubblico.
Il Quiksilver Pro e il Boost Mobile Pro Gold Coast apriranno la stagione il prossimo 3 aprile, con waiting period fino a 13 aprile 2019. Gli eventi saranno trasmessi LIVE su WorldSurfLeague.com e sulla pagina facebook WSL.

Per saperne di più visita www.WorldSurfLeague.com

Photo: WSL / Sloane – Cestari

 

Mikey Wright of Australia won Heat 1 of Round 2 of the Quiksilver Pro, Gold Coast, 2018.

Kanoa Igarashi (JPN) advances to Round 3 of the Quiksilver Pro Gold Coast after winning Heat 8 of Round 2 at Snapper Rocks, Gold Coast, QLD, Australia.

Carissa Moore of USA lost Heat 2 of the Quarterfinals of the Roxy Pro, Gold Coast, 2018.

Potrebbe interessarti anche

Commenti