One Hour Classic 2017, gara in rimonta per Antoine Albeau

One Hour Classic 2017 con 130 iscritti, vince Antoine Albeau dopo una incredibile rimonta. Primo degli italiani Bruno Martini.

19/06/2017
scritto da Fabio Calò

Finalmente domenica è arrivata la tanto attesa Ora del Lago di Garda, più Vinessa che Ora per la precisione, che ha permesso lo svolgersi di una super edizione della One Hour Classic 2017 presso il sempre preparato Circolo Surf Torbole e come main sponsor RRD. Attesa Ora perchè nei primi due giorni di gara, venerdì e sabato, purtroppo il vento da sud del Garda Trentino non si è fatto vedere. Quasi un mese ininterrotto di Ora e poi inizia la One Hour e come nelle migliori tradizioni il vento è scomparso. Poco importa perchè il Circolo Surf Torbole grazie alla sua organizzazione ha comunque reso piacevoli le giornate di attesa con cene, aperitivi e musica.


Domenica mattina già alle 9:30 l’Ora ha fatto il suo ingresso e si è capito fin da subito che sarebbe stata una gran giornata di gara per i 130 iscritti a questa edizione della One Hour che segna anche il record di partecipanti.
Tutti i partecipanti sono stati quindi chiamati sulla linea di partenza e terminate le procedure pronti… via… e Antoine Albeau cade rovinosamente in catapulta prima della partenza, inspiegabile! La flotta parte bene e sulla boa del Ponale sono segnati addirittura 25 nodi! Ma gli occhi sono puntati tutti su Antoine Albeau, con la sua 8.6, che da Campione inizia una rimonta senza precedenti! Alla prima boa è 30° è all’ultimo bordo, il 17°, passa prima del traguardo il suo compagno di team Arnon Dagan che era stato fino ad all’ora al comando della classifica. Una bella battaglia avvincente! Dietro di loro uno spettacolare e velocissimo Bruno Martini.
Antoine Albeau vince la One Hour Classic ma non riesce a battere il record di Matteo Iachino. Premiazioni ed un arrivedereci alla prossima edizione.

Il Circolo Surf Torbole sempre impeccabile e professionale nell’organizzazione di questo super evento che era stato inserito in un’altra manifestazione chiamata Garda Wind Garda, celebrativa del vento del Garda Trentino con vari eventi e vari sport, ma poco utile dal nostro punto di vista, organizzato a Riva del Garda in una location non frequentata dai windsurfisti, in cui oltre alla One Hour non è stata coinvolta nessuna altra attività locale del windsurf. Evento gestito da una associazione non del posto.

Classifica completa RRD One Hour Classic 2017: CLassifica OHC OK

Antoine Albeau vince la One Hour Classic 2017. Primo degli italiani Bruno Martini, arrivato terzo. Edizione record con 130 iscritti.
Il più volte campione del mondo PWA slalom, Antoine Albeau vince la One Hour Classic 2017, ma il record rimane di Matteo Iachino. Tempo del francese 1h.00.20m con 17 lati percorsi nella giornata di domenica. Peccato per la pessima partenza del transalpino, caduto in avvio di gara, ma che, con una rimonta eccezionale, è riuscito a riprendere tutti fino all’ultimo lato quando ha superato anche l’israeliano Arnon Dagan, giunto secondo, che aveva condotto la gara dall’inizio. Terzo l’atleta di casa Bruno Martini, quarto l’elbano Malte Reuscher e quinto l’austriaco Marco Lang. Nomi di prestigio del windsurf mondiale dunque per questa ricca edizione, montepremi 5mila euro, di una delle gare più attese dell’anno, che quest’anno aveva portato il numero di iscritti a 150 poichè i tradizionali 100 non bastavano più, per l’alto numero di richieste di partecipazione. Ed infatti sono stati 130 i partecipanti, numero questo sì da record, che ha creato qualche problema agli organizzatori nel riuscire a seguire tutti sopratutto in boa, “anche per qualche troppa creatività da parte di alcuni atleti nell’esposizione del numero velico – come ci spiega Carlo Cattafavi – presidente AICW e nell’occasione giudice di gara – un aspetto su cui lavorare nel futuro”. Purtroppo su tre giorni di gare previste, e dunque tre possibili prove, se ne è potuta svolgere solo una, quella nella giornata di domenica appunto, a causa dei capricci del vento, con un nulla di fatto venerdì, una prova non terminata sabato, mentre i 18 nodi in partenza del terzo giorno, con punte di 25 al ponale, hanno regalato spettacolo, seguibile in diretta streaming sulla pagina facebook del Circolo Surf Torbole, organizzatrice della gara che quest’anno rientrava nel programma della ricca manifestazione di eventi velistici del Garda Wind Garda.

Novità di quest’anno era la classifica speciale RRD ONE HOUR YOUTH under 17, vinta da uno strepitoso Davide Meloni, giunto 13° in classifica generale, davanti a Riccardo Renna (16°) e Lorenzo Dallarosta (30°). Prima delle donne Greta Marchegger.
Ricordiamo che la One Hour Classic è una gara contro il tempo, due boe poste al traverso una sulla sponda bresciana, all’altezza della Casa del Trota e l’altra sulla sponda veronese, sopravvento alla Conca, dove ogni rider, in un’ora, deve cercare di fare il maggior numero possibile di lati. E’ prevista una prova al giorno in considerazione della fatica che richiede.

FOTO Andrea Mochen/CST

Potrebbe interessarti anche

Commenti

edicola digitale