One Hour Classic, è record!

La One Hour Classic 2018 è stata una delle più belle edizioni di sempre, Bruno Martini batte il record e Matteo Iachino vince la One Hour Foil.

02/07/2018
scritto da Fabio Calò

Edizione di successo per questa RRD One Hour Classic 2018 organizzatta dal Circolo Surf Torbole che si è svolta lo scorso weekend con 130 partecipanti: venerdì e sabato una leggera Ora ha permesso la partenza di una One Hour e due prove Foil, mentre domenica lo spettacolo è stato garantito da un’Ora sopra i 20-25 nodi!!!

È stato quindi polverizzato il record della RRD One Hour Classic: il portacolori del Circolo Surf Torbole Bruno Martini compie 19 lati in 1h00’31” (1 lato in più rispetto al precedente record), andando ad una media di oltre 50 Km/h. Ma non solo,tutti i primi 7 classificati hanno battuto il record precedente, e questo al dice lunga sulle spettacolari condizioni di domenica pomeriggio con vento da sud sui 25 nodi che hanno fatto vedere forse la più bella One Hour Classic di sempre.

Migliorato il record rispetto alle due giornate precedenti, anche della RRD One Hour Foil, la prima regata ufficiale Foil al Garda, con la vittoria di Matteo Iachino, che ha compiuto 17 lati in 1h00’45” dopo un’appassionante lotta contro il francese Nicolas Goyard.

Conclusione con record frantumato da parte dell’atleta del Circolo Surf Torbole Bruno Martini alla RRD One Hour Classic, una delle più famose e storiche regate organizzate nel tempio del windsurf, a Torbole, sul Garda Trentino. Una serie di combinazioni hanno permesso a Bruno Martini di realizzare la regata perfetta, che di giro in giro faceva presagire che sarebbe stato battuto il record dell’ora. Martini dopo una grande partenza, è subito andato in fuga, correndo verso la vittoria ad una velocità di media che è andata oltre i 50 Km/h.

Bruno Martini: “È stata una giornata praticamente epica: il lago ci ha donato questa “ora” forte, che non m aspettavo di questa intensità. Ho così scelto una tavola un po’ più piccola (tavola RRD 114 litri e una vela 7Point 8.6mq), una combinazione che si è rivelata perfetta e che mi ha permesso di andare subito in fuga, guadagnando un ampio margine sui miei avversari. È stato emozionante l’arrivo tra gli amici e condividere la vittoria con il Presidente del Circolo Surf Torbole Armando Bronzetti, perchè oltre ad avere vinto ho anche infranto il record, imbattuto da 3 anni. In realtà ad inizio regata non pensavo al record, ma dopo la mezzora ho visto che andavo forte e ho continuato a spingere finchè è arrivato anche il record. Sono molto contento di aver scritto così una piccola parte della storia del Circolo Surf Torbole, che è il circolo in cui sono cresciuto, conquistando anche il nuovo Trofeo messo in palio in memoria dell’amico Alberto Menegatti. Un Trofeo che rimane in casa nella tradizione dello sport che caratterizza Torbole e il Garda Trentino” – ha concluso Martini.

A conferma della giornata dalle condizioni perfette da segnalare che tutti i primi 5 atleti hanno battuto il record precedente di Matteo Iachino: 22 secondi dietro Bruno Martini si è classificato Malte Reuscher, terzo lo stesso Matteo Iachino, quarto il neo campione italiano slalom e portacolori del Circolo Surf Torbole Andrea Cucchi e quinto Andrea Ferin (AVW Marina Julia). Primo youth il francese Nathan Doom, ottimo ottavo assoluto, che ha preceduto Francesco Scagliola (CV Scirocco). Per quanto riguarda la classifica femminile vittoria assoluta della finlandese Marianne Rautelin, trentaseiesima assoluta. Prima youth Anna Biagiolini (Monfalcone, AVWindsurfing Marina Julia).

Appena conclusa la RRD One Hour Classic si è proseguito con la terza prova della RRD One Hour Foil, vera novità di questa edizione che per tutte e tre le giornate ha visto impegnati gli atleti in questa nuova disciplina, che stupisce per l’assetto delle tavole sollevate dall’acqua. E nell’ultima prova di domenica è stata migliorata la performance dei giorni precedenti: il ligure Matteo Iachino (LNI Albisola) ha vinto compiendo il percorso in 17 lati in 1h00’45”, davanti al francese Goyard con cui ha combattuto fino alla fine. Terzo un bravissimo Andrea Ferin (Monfalcone, AVW Marina Julia), che ha iniziato a provare questo nuovo tipo di tavola solo a dicembre.

Il Presidente del Circolo Surf Torbole Armando Bronzetti: “Sono estramamente contento di assegnare il premio al nostro atleta Bruno Martini, dato che è un ragazzo che ho visto crescere qui al circolo e quindi considero come un fratello. Oggi ha compiuto un’impresa storica, perchè credo che questo suo record rimarrà imbattuto per qualche tempo, considerate le condizioni con cui si è corsa questa RRD One Hour Classic. Inoltre è una grande gioia veder vincere in questo modo un proprio atleta proprio nel 40esimo anniversario del Circolo Surf Torbole: un bel modo per festeggiare! Chiudiamo questa bellissima edizione con grande soddisfazione e ci prepariamo per il Mondiale IFCA Youth & Master Slalom, che martedì 3 luglio avrà il suo inizio con la cerimonia d’apertura prevista lunedì sera. Tantissimi atleti sono già arrivati e oggi hanno trovato condizioni bellissime per provare il campo di regata, che assegnerà i titoli iridati IFCA (International Funboard Class Association) youth e master slalom 2018″.

Note:
Ogni lato di percorso tra le due boe dista 2,6 Km; nuovo record con 19 lati in 1h 00”31”; media di velocità compiuta da Bruno Martini oltre 50Km/h.

Potrebbe interessarti anche

Commenti