Partono i lavori di manutenzione sulla Ponale

Uno dei più noti tracciati del Garda Trentino si rifà il look, da oggi 6 novembre sarà chiuso per consentire i lavori di manutenzione ordinaria, l’obiettivo è renderlo ancora più spettacolare e sicuro.

06/11/2017
scritto da Cristiano Guarco

La Ponale si rifà il look, come si è necessario uno dei tracciati più conosciuti e frequentati del Garda Trentino, e tra i più famosi in Europa per gli appassionati del trekking e della mountain bike. L’itinerario, che procede come uno spettacolare balcone a picco sul lago, verrà chiuso al transito da lunedì sei novembre. Il motivo è semplice, la realizzazione di lavori di manutenzione programmati, previsti dal “Piano temporale degli interventi” contenuto nello “Schema di protocollo di intesa” che coinvolge gli enti interessati a quello che può essere considerato un bene fondamentale del territorio, a livello turistico, storico e delle attività connesse all’Outdoor Park Garda Trentino. Gli enti che operano per la tutela del sentiero Ponale sono: Provincia Autonoma di Trento, Comunità Alto Garda e Ledro, Comune di Riva del Garda, Comune di Ledro e Garda Trentino Spa.

Vista spettacolare sulla sponda trentina del Lago di Garda - foto: Garda Trentno SpA

Vista spettacolare sulla sponda trentina del Lago di Garda – foto: Garda Trentno SpA

Frequentato da decine di migliaia di persone in ogni periodo dell’anno (nel 2017 sono state oltre 500 mila a piedi o in sella alla mountain bike), il sentiero beneficerà di lavori di manutenzione ordinaria, in linea con le esigenze di una passeggiata incantevole, da gustare in totale relax ammirando scorci pittoreschi e indimenticabili del lago di Garda. Garda Trentino SpA attiverà tutti i suoi canali disponibili, sia web sia social, per informare gli utenti e i visitatori della chiusura e dei progressi nei lavori. Non c’è stata ancora una comunicazione relativa alla durata, ma con ogni probabilità l’intervento di manutenzione terminerà prima dell’apertura della prossima stagione.

[fonte: comunicato stampa]

Potrebbe interessarti anche

Commenti