Polar M450 short review

27/01/2016
scritto da Gianpaolo Ragno

DSC03494

Polar M450 è l’ultimo arrivo in casa Polar, device dedicato al ciclismo, dispositivo che segna il ritorno ufficiale del marchio finlandese (anche se in realtà Polar è sempre stata presente). Compatto nel design, leggero e pratico viene considerato come un prodotto d’ingresso proposto ad un prezzo aggressivo, un gradino (nel listino della casa nord europea) sotto al V650.

DSC03481

 

Immagine 6Immagine 5

Polar M450 non è cartografico ed è supportato dal protocollo Bluetooth Smart, non da quello Ant+, arricchito da una serie di funzioni che da sempre sono marchio di fabbrica di Polar: test ortostatico, fitness test, training benefit, precisione nella rilevazione cardiaca tramite fascia Bluetooth Smart, valutazione dei carichi di lavoro e tempi di recupero sono una parte del pacchetto M450, che come tutti i prodotti Polar, ha il valore aggiunto del portale PolarFlow, un vero e proprio motore di sviluppo dati chiaro nell’esposizione e semplice nella lettura, quest’ultimo dotato della valutazione automatica della tipologia di allenamento effettuato.

DSC02061

Collegato al pc, Polar M450 non viene letto come dispositivo USB aggiunto ma si collega in maniera totalmente automatica a PolarFlow.com, aggiornando dati e scaricando le attività. Il piccolo device è personalizzabile tramite il portale della casa madre, per quanto concerne i dati dell’utilizzatore e nelle schermate di lavoro.

Immagine 2

Oggi l’integrazione con il social Strava è completa, non è più necessario copiare manualmente i dati.

DSC02067

 M450 è un bel prodotto, leggero e ben curato, compatto, gradevole nel design anche quando è montato sullo stem, però gli manca l’interfaccia Ant+, a nostro parere possono trovare ulteriori migliorie anche i sensori di velocità e cadenza, oggi montabili al telaio tramite fascette elastiche. La maggior parte dei power meters in commercio, sono dotati della sola interfaccia Ant+, non abbinabili all’M450. Probabile uno sviluppo futuro della categoria dei misuratori di potenza in proposito: ad esempio come a fatto Stages, con doppio protocollo, Ant+ e Bluetooth Smart.

DSC02076

Il passaggio da pagina a pagina, è personalizzabile, rapido e intuitivo, tramite i pulsanti ai lati e i dati sempre visibili e chiari. Buona, a nostro parere, la soluzione di posizionare il pulsante rosso superiore, una sorta di master command sempre accessibile anche senza staccare le mani dal manubrio.

Immagine 3

In una delle immagini sono presenti delle cover colorate, non ancora disponibili sul mercato (dovrebbero esserlo prossimamente) e opzionali.

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti