Rude e Ravanel domano le rocce francesi

Richie Rude e Cecile Ravanel chiudono la due giorni di gara come era iniziata, mettendo il loro sigillo sulla tappa transalpina di Enduro World Series.

14/05/2018
scritto da Cristiano Guarco
Celebrazioni a fine gara con organizzatori e vincitori

Celebrazioni a fine gara con organizzatori e vincitori

La francese Cecile Ravanel (Commencal Vallnord Enduro Team) ha letteralmente dominato la gara femminile, vincendo sette delle otto prove speciali. La connazionale Isabeau Courdurier (Intense-Mavic Collective) ha rapidamente archiviato la brutta caduta delle prove libere conquistando il secondo posto, mentre la tedesca Ines Thoma (Canyon Factory Enduro Team) ha prodotto una performance costante collocandosi sul terzo gradino del podio.

Gli highlights della terza tappa EWS 2018

In campo maschile, lo statunitense Richie Rude (Yeti Fox / Shox Factory Racing Team) e il francese Adrien Dailly (Team Lapierre) hanno battagliato per tutta la domenica, con un solo secondo che li separava prima dell’ottava e ultima PS della lunga gara (quattro speciali per giorno). Tuttavia, Rude ha spinto al massimo incrementando il vantaggio sino ai cinque secondi finali su Dailly. Anche il belga Martin Maes (GT Factory Racing) e il francese Florian Nicolai (Canyon Factory Enduro Team) hanno lottato con il coltello fra i denti sino all’ultimo per la terza piazza, con Martin che ha vinto dopo una run esplosiva nell’ottava speciale. Il capo classifica Sam Hill ha limitato i danni chiudendo ottavo assoluto.

Grande prova di forza per Richie Rude in Francia

Grande prova di forza per Richie Rude in Francia

Nell’Under 21 maschile lo statunitense Duncan Nason (Yeti Fox / Shox Factory Racing Team) ha consolidato la sua leadership nella serie con un’altra vittoria, con il britannico Elliot Heap Chain Reaction Cycles Mavic) in seconda posizione e il francese Elliot Baut in terza. Ella Conolly ha nuovamente dominato nell’Under 21 femminile, con Chloe Taylor al secondo posto e Abigale Lawton al terzo, per un podio tutto britannico.

Isabeau Courdurier supera brillantemente la brutta caduta in prova, conquistando la seconda piazza finale

Isabeau Courdurier supera brillantemente la brutta caduta in prova, conquistando la seconda piazza finale

Lo spagnolo Tomi Misser non poteva debuttare meglio nelle EWS, vincendo tra i Master approfittando anche di un problema meccanico del leader di classifica, il francese Karim Amour, nella terza speciale. Misser ha comunque dominato la prima giornata con quattro speciali vinte su quattro, mentre Amour ha rimontato sino al quarto posto finale dopo un forcing nella seconda giornata di gara, vincendo le ultime tre speciali. Lo statunitense Mike West e lo spagnolo Carles Barcon completano il podio. Tra le Master Woman è la svizzera Daniela Michel a vincere, davanti alla campionessa in carica, la statunitense Mary Mcconneloug, e alla belga Cathy Gijbels. Tra i team è invece il Canyon Factory Enduro a imporsi, conquistando anche la vetta della generale.

Qui le classifiche complete

Adrien Dailly non può nulla contro un imbattibile Rude, chiudendo a soli 5" dalla vetta dopo ben otto prove speciali...

Adrien Dailly non può nulla contro un imbattibile Rude, chiudendo a soli 5″ dalla vetta dopo ben otto prove speciali…

La prossima tappa sarà fra un mese e mezzo, per la Black Hole Enduro Petzen / Jamnica in programma tra Austria e Slovenia il 30 giugno e il primo luglio.

Info: Enduro World Series

[fonte: comunicato stampa | foto: Enduro World Series]

Potrebbe interessarti anche

Commenti