Scioglimento ghiacciai e la soluzione svizzera

Il problema del riscaldamento globale e di conseguenza lo scioglimento dei ghiacciai è sempre più proccupante

23/06/2018
scritto da Luca Minigher

Purtroppo il problema è noto a tutti: il riscaldamento globale e di conseguenza lo scioglimento dei ghiacciai è un fenomeno preoccupante e tutt’ora in corso.

 

scioglimento ghiacciai riscaldamento globale svizzera soluzione

Crediti: Fabrice Coffrini

Un gruppo di scienziati svizzeri ha studiato una soluzione che potrebbe “rallentare” il problema.

 

SOLUZIONE?

La soluzione sarebbe ricoprire i ghiacci con delle particolari lenzuola bianche. Detto ciò, per l’ottava primavera di seguito gli abitanti dei villaggi delle Alpi Svizzere stanno coprendo con delle lenzuola bianche alcune parti del Ghiacciaio del Rodano. Secondo gli scienziati, infatti, il tessuto rifletterebbe i raggi solari, ponendo così un freno allo scioglimento. Non vi sono riscontri certi del funzionamento di tale metodo di protezione, ma secondo le stime del glaciologo svizzero David Volkenlo lo scioglimento stagionale si ridurrebbe del 70%.

 

Se le stime fossero confermate potrebbe essere un valido metodo per ridurre lo scioglimento del ghiacciaio del Rodano. In 150 anni ha perso circa 130 metri di ampiezza.

L’idea piace anche in Germania ed Italia, che in passato hanno già fatto ricorso a questo sistema di protezione, e viene guardata con favore dalla Danimarca, che la vedono come un toccasana per ampie porzioni della Groenlandia.

Oltre a ciò nascono, nascono anche altre idee per far fronte al drammatico scioglimento a cui stiamo assistendo, come la proposta di sparare la neve artificiale sui ghiacciai, o quella di inondarli con acqua marina in modo da mantenerne l’estensione costante.

 

IN EUROPA…

I ghiacciai europei sono tra i più duramente colpiti dal cambiamento climatico. A partire dalla prima metà del XIX secolo i Pirenei hanno perso circa i due terzi della copertura di ghiaccio, con una marcata accelerazione dopo il 1980. Nelle Alpi, sede del famoso Cervino, quasi la metà dei ghiacciai è scomparsa da quando è iniziato il monitoraggio.

Spesso chiamata la “Torre dell’acqua” d’Europa, la catena montuosa alpina garantisce il 40% della fornitura di acqua dolce in Europa. La scomparsa del ghiaccio sul Cervino è talmente drammatica e veloce che l’anno scorso Svizzera ed Italia si sono trovate costrette a ridisegnare il confine.

 

I ricercatori confermano che entro il 2030 molti ghiacciai scompariranno, a meno che attuali situazioni climatiche non cambino completamente.


INFORMAZIONI

montagna

Potrebbe interessarti anche

Commenti