Shimano WH-RS500, ovvero le ruote Ultegra last generation

Shimano WH-RS500, una sigla che in realtà può essere identificata come il pacchetto ruote Ultegra. Scorrevole e robusta, questa ruota è bilanciata in modo ottimale, tanto reattiva e con una naturale predisposizione agli pneumatici tubeless. Questo pacchetto ruote Ultegra nasce per il training intenso.

05/12/2017
scritto da Alberto Fossati

Ultegra è da sempre sinonimo di affidabilità, robustezza, prestazioni di buon livello ad un prezzo accessibile, una sorta di banco di prova per chi, non volendo spendere cifre esagerate, vuole sfruttare un sistema efficace e longevo al tempo stesso, con performances che non fanno rimpiangere i più alti di gamma. In questo caso si parla delle ruote RS500, sigla che è sinonimo di Ultegra, nella loro ultima release. La costruzione della ruota parte da un cerchio in alluminio (il test si rivolge alla ruota con sistema frenante classico con caliper) alto 24 mm, per comparto anteriore e posteriore: il cerchio posteriore è asimmetrico, disassato. In questa categoria di prodotti, il cerchio disassato è un valore aggiunto non da poco.

La larghezza totale è di 20,8 mm, con un canale interno da 15. Il cerchio ha già una predisposizione tubeless, con flap apposito per supportare lo pneumatico senza camera d’aria e lattice anti foratura. I raggi sono di struttura e numero differente tra ruota anteriore (16 radiali) e posteriore (20 con incrocio in seconda), schiacciati di natura aero quelli davanti, rotondi con diametri differenziati quelli dietro. I nipples sono esterni.

Un ultimo cenno in merito al cerchio: questo, nel punto di giunzione, presenta una sorta di rinforzo esterno, dettaglio che funge anche da bilanciere opposto al foro della valvola. Questo dettaglio si nota bene nella foto sopra, tra le due scritte Shimano in azzurro.

Si prosegue verso i mozzi, con flange rialzate quello anteriore, voluminoso, così come quello posteriore che però presenta delle flange più basse, alloggio della testa dei raggi, quasi uno contro l’altro. Entrambi i mozzi non inglobano dei cuscinetti sigillati ma delle sfere che ruotano su coni posizionati sull’asse centrale. Questa soluzione permette di avere un sistema duraturo, scorrevole, di facile accesso per la manutenzione, regolabile e capace di garantire una notevole stabilità nei percorsi tecnici con frequenti cambi di direzione. Le ruote sono fornite con la valvola tubeless, che può essere rimossa per inserire la valvola della camera d’aria. Di seguito le nostre impressioni e il test delle ruote.

Potrebbe interessarti anche

Commenti