Do Not Think a Milano

di | 16 giugno 2012 | Artworks |

Arriva a Milano, alla Fabbrica del Vapore: Do Not Think il progetto skateboarding promosso dalla Fondation Art Oxylane, dopo le tappe di Berlino e Wroclaw (Polonia) eprima di proseguire il viaggio verso Barcellona, Marsiglia e Londra.

 
Un incontro tra arte e sport a cura di Chiara Santini Parducci: al centro della mostra una grande struttura skateabile posta nel cortile della Fabbrica del Vapore che verrà regalata alla città di Milano, mentre l’esposizione proseguirà in alcuni spazi interni. In mostra le opere di otto artisti tra musica, disegni, installazioni, fotografie e video, tutte ispirate al mondo dello skateboarding, con il patrocinio del Comune di Milano. Oltre alla mostra saranno organizzati una serie di appuntamenti aperti al pubblico: workshop per bambini, concerti, serata video e festa finale.
 

La mostra sarà anche il luogo di partenza per il Go Skateboarding Day 2012 a Milano, ovviamente il 21 giugno!

L’esposizione nasce dall’idea di Chiara Santini Parducci, curatrice dell’esposizione e direttrice della Fondation Art Oxylane. Il progetto è nato dall’incontro, in una residenza artistica, di sei artisti internazionali provenienti da discipline diverse, uniti da un tema comune: lo skateboarding.
La residenza BISAR (Berlin International Artists Skateboard Residence) è stata luogo di incontri pluridisciplinari intorno alla cultura dello skateboarding; quattro mesi di eventi settimanali che hanno visto, tra gli altri, la testimonianza di Natas Kaupas e la presentazione di film inediti, tra cui Asphalt Surfer, documentario che ripercorre la storia di questa disciplina in Germania.
Da questo scambio è nata la prima tappa dell’esposizione DO NOT THINK che presenta ora a Milano una selezione delle opere create dagli artisti durante la residenza. L’idea curatoriale è di accrescere il numero delle opere lungo il percorso, affinché il progetto mantenga una stretta contingenza con l’attualità. Per questo, per la nuova tappa milanese, sono previste due opere inedite: dieci foto del tedesco Christian Roth e un’installazione di The Wa, Skate-Antiskate.

L’esposizione accoglierà gratuitamente i milanesi ogni giorno dal 6 giugno al 15 luglio dalle 11 .00 alle 19.00 prima di continuare la sua tournée a Barcellona, Marsiglia e Londra.
«È sempre difficile – afferma Chiara Santini Parducci – parlare di una cultura urbana in ambito artistico, il white cube costringe tra le famose quattro mura realtà complicate da capire e quasi impossibili da riassumere. Lo si è potuto constatare in diverse esposizioni dedicate alla street art: l’operazione finale resta agiografica o spesso, peggio, asettica. Con BISAR prima, e DO NOT THINK ora, abbiamo cercato di dar voce a una pratica che è prima di tutto un modo di sentire, di essere, una cultura collettiva e che, come tale, include di per sé musica, un modo di vestire e di abitare, uno certo stile di fotografia e di video. Le opere d’arte presentate nell’esposizione riflettono questa cultura ampia e trasversale. Quello che mi ha incuriosito, e che mi auguro incuriosisca anche il pubblico è un utilizzo altro, libero, dell’ambiente per ciascun artista, così come succede nella pratica per uno skater nella città. La decomposizione e l’approccio fisico dell’architettura nel lavoro dei due video artisti tedeschi (Micha Wermkauf & Matthias Leinke), la ripetizione maniacale di un trick da parte del disegnatore francese (Jacques Floret), e soprattutto l’integrazione della pratica stessa dello skateboard e del corpo dello skater (e ovviamente del pubblico) durante l’esibizione, da parte del cartoonist inglese (Dave the Chimp), sono gli aspetti più interessanti.»

Anche in questa occasione la Fondation d’Art Oxylane donerà alla città di Milano un evento pubblico, in cui arte e sport si fondono naturalmente. Si spiega così anche il titolo dell’esposizione DO NOT THINK che allude al cliché dello skater o dello street artist come persona riassunta nell’azione, ma che non pensa o al suo opposto nella persona che pensa, ma non agisce. Il gioco del posizionamento dell’opposizione nella frase vuole porre l’attenzione proprio su questa falsa dicotomia.

Fondation Art Oxylane è una fondazione artistica francese con sede a Lille che promuove progetti artistici che coniugano arte e sport. La missione della Fondazione si indirizza verso tutte le discipline sportive e artistiche in tutta Europa. www.fondation-art-oxylane.com

DO NOT THINK
Andrea Belfi, Dave the Chimp, Brad Downey, Jacques Floret, Mischa Wermkanf & Mathias Leinke, Christian Roth, The Wa a cura di Chiara Santini Parducci

Commenti

Leggi Anche