Stupidi giocattoli di legno: lo skate nel cuore della metropoli

12/10/2014

Stupidi giocattoli di legno è il titolo del nuovo libro di Flavio Pintarelli, lo skate infatti viene racchiuso come il tutto nella metropoli. Più stile di vita che sport, lo skate caratterizza l’identità di alcune comunità urbane, creando una precisa consapevolezza del ruolo del soggetto nello spazio in cui vive ogni giorno.

Stupidi giocattoli di legno è un saggio che propone un dialogo con una molteplicità di opinioni e differenti punti di vista, offrendo così uno sguardo originale sul fenomeno. Architettura, urbanistica, semiotica, filosofia e scienze cognitive sono le discipline mobilitate per leggere i codici di una cultura giovanile che ha l’irrefrenabile desiderio di riscrivere e piegare costantemente lo spazio che ci circonda, sfuggendo nel contempo alle costrizioni dominanti.

Stupidi-Giocattoli-di-legno-caduta-dallo-skate-600x400

Foto di Andrea Pozzato presenti all’interno del libro

Un percorso a cui si aggiungono le voci dei protagonisti: skater, progettisti, filmaker e produttori. Il primo tentativo in Italia di riflettere su questo fenomeno usando la cassetta degli attrezzi delle scienze umane, lasciando la parola a chi lo skateboarding lo vive giorno per giorno, nella mente, sul proprio corpo e negli spazi che lo circondano.

cop_skate

Nel libro sono presenti le interviste a:
Luca Basilico: skateboarder, giornalista, distributore
Iain Borden: professore di architettura e culture urbane presso lo University College London
Matteo Dinisio: negli anni no- vanta è stato uno dei più forti skater professionisti italiani • Marco Morigi: progettista di skatepark
Federico Romanello: fotografo e filmer di action sport dal 2006, editor in chief di “6:00AM” (ora 4Skateboard), la principale rivista italiana di skateboarding, ed editor di 4Skateboard.

Disponibile da oggi 8 Ottobre anche su www.amazon.it

Pagine: 168
Prezzo: E 13,00
Formato: cm. 14×21
ISBN: 978-88-95029-32-0

Potrebbe interessarti anche

Commenti