Nuovo SUP Race made in Toscana

AV-Boards presenta la sua nuova tavola dedicata al SUP Race. Aurelio VErdi ci spiega il suo progetto.

17/07/2017
scritto da Fabio Calò

Aurelio Verdi di AV-Boards ci presenta la sua nuova creatura dedicata al SUP RACE.

Aurelio: “Finalmente siamo lieti di presentare il primo AVBOARDS SUP RACE 14’00’’x 24’’, c’è voluto un po’ per trovare un ottimo team e poterlo riunire per cominciare a sviluppare la prima tavola.
Anche se AVBOARDS nasce solamente un anno fa, la mia esperienza come shaper nel Sup Race è oramai pluriennale, e ho potuto raccogliere tutte le migliori informazioni per poter cominciare un progetto per me molto importante.

Grazie all’aiuto ed il supporto di Duccio Lazzerini, team rider, promoter e collaboratore nello sviluppo, e grazie ad Andrea Fazio team rider e water man, siamo riusciti a partire con i primi modelli 14’0’’, in lavorazione abbiamo messo anche il 12’6’’, ma ancora è top secret.

La nuova race 14” è leggerissima e solida, con un volume di 302 lt, costruita con tecnologia Carbon Sandwich. Ciò che abbiamo voluto creare era il mix perfetto tra la massima performance, il massimo del controllo e stabilità in ogni condizione, abbiamo cercato di tenere la tavola bilanciata con uno scavo alto fino a 4,5 cm rispetto al bordo, per tenere un baricentro ancora più vicino all’acqua. Questa importante scelta è stata fatta per dare alla tavola una maggiore stabilità e per non caricare eccessivamente sulle gambe del rider, inoltre permette una maggiore flessibilità, data anche dalla disposizione del carbonio sulla tavola.

Il bottom shape è concave, decrescente verso il nose, così da avere una linea d’acqua centrale più piatta rispetto al bordo, che rimane ben angolato, grazie ad un bele che lo circonda da poppa a prua. Il bordo ed il volume di prua hanno la capacità di tenere alto il nose e fuori dall’acqua anche in caso di chop, mantenendo un entrata pulita e fluida così da permettere al rider di concentrarsi esclusivamente sulla pagaiata. Il deck nose è a V, in modo da fare scorrere velocemente gli schizzi d’acqua.”

 

 

Potrebbe interessarti anche

Meteo surf

Commenti

edicola digitale