Superenduro Lerici: vincono Pesenti e Rossin

La località ligure ha debuttato nel panorama enduro nazionale con una gara combattuta, entusiasmante e ben organizzata, entrando di diritto tra le località italiane a misura di enduro.

18/06/2019
scritto da Cristiano Guarco
Il porticciolo di Lerici

Il porticciolo di Lerici

Lerici debutta nel panorama Enduro Nazionale con una gara eccezionale, e come se non bastasse si trova teatro anche di una delle vittorie più cercate e meritate di sempre e stiamo parlando di quella di Marcello Pesenti, finalmente sul gradino più alto del podio ad una Superenduro dopo 5 stagioni. Complice forse il fatto che i sentieri di Lerici erano poco conosciuti per molti concorrenti, ognuno dei rider ha dovuto trovare la chiave di lettura migliore per essere veloce ed efficiente in gara. Stretti i passaggi nella fitta vegetazione, molti i rilanci pedalati e un fondo tipicamente ligure che costringeva ad una guida spesso fisica.
Una volta giù dai sentieri, il profumo del mare, il sole e finalmente temperature estive (mai proibitive) hanno letteralmente abbracciato la bellissima area paddock affacciata sul porticciolo di Lerici. Questo terzo appuntamento di stagione, fortemente voluto dagli organizzatori locali di Lerici Bike e dall’amministrazione comunale, è stata a tutti gli effetti una sorpresa, e ci ha permesso ancora una volta di scoprire un nuovo angolo d’Italia, questa volta una perla nel golfo di La Spezia di cui siamo certi si sentirà parlare ancora.

I paddock della Superenduro di Lerici

I paddock della Superenduro di Lerici

La gara

Lerici ha visto i rider confrontarsi con speciali molto insidiose. Numerosissime le forature e vari guasti meccanici soprattutto alla trasmissione qui molto sollecitata. Chi è stato oggi sulle prove speciali ha visto o meglio sentito lo stress a cui erano sottoposti questi componenti, con continue cambiate sotto sforzo e colpi dalle rocce. La gara, nonostante la ridotta lunghezza delle speciali, richiedeva molta energia fisica e mentale. È sempre difficile ottenere la concentrazione e il ritmo giusto in poco tempo.
A trovare la combinazione migliore nella Open Maschile è stato Marcello Pesenti (Team Marchisio Bici) che finalmente, come lui stesso dichiara, è riuscito a conquistare questa “benedetta vittoria” cercata per molto tempo. Subito dietro a lui Mirco Vendemmia (CMC Cycling Experience), sempre più veloce e convincente, con il quale Marcello ha acceso un bel duello sul filo dei secondi. Terzo chiude il vincitore della precedente gara a Punta Ala, Nicola Casadei (Signor Lupo Asd). Avvincente anche la battaglia subito fuori dal podio, con cinque rider (Denny Lupato, Matteo Berta, Erwin Ronzon, Tobia Poloni e Simone Martinelli) racchiusi in soli cinque secondi.

Laura Rossin in PS6 a Lerici

Laura Rossin in PS6 a Lerici

Nella Open Femminile è stato dominio di Laura Rossin (Soul Cycles Racing) vincitrice di tutte le speciali compresa l’ultima Urban Lerici Castle con il lungo rettilineo finale. In seconda posizione Francesca Bonanni (Vertical Bike), mentre terza chiude Irene Savelli rallentata da qualche guasto meccanico (DSB Comes Fristads).
Tra gli Amatori uomini i primi tre hanno fatto la differenza distaccando gli inseguitori. Il più veloce è stato Davide Carissimi (Bikappa Bikes) che chiude con il tempo di 20’39”, seguito a 7″ da Alessio Vercelli (Team Locca) che batte Marco Orsenigo (Asd Husqvarna Ridewill) di soli 57 centesimi. Francesca Lucchini, Francesca Pioli e Rachele Riolfo sono rispettivamente prima seconda e terza nella Amatori femminile.

Nicola Casadei, 3° assoluto a Lerici

Nicola Casadei, 3° assoluto a Lerici

Tra i giovani Allievi vince Francesco Braconi (Scuola Di Ciclismo Arezzo), secondo arriva Ippolito Federico, seguito a soli 10 decimi da Giovanni Valenti. Da notare come il tempo di Francesco in PS4, di 2’34”, gli sarebbe valsa una top 15 tra gli agonisti e questo per un allievo deve essere estremamente stimolante. Stesso discorso vale per Sophie Riva (Ancillotti Factory), vincitrice della Giovanile Femminile, che con il tempo di 2’57” in PS4 si sarebbe piazzata in seconda posizione dietro alla Rossin. Tra gli Esordienti vince Filippo Amerio.

Nella gara Ebike vince il local Andrea Garibbo (Haibike Factory Team Italia) davanti a Folchi Mattia e Alessandro Bonarotti compagni di team B-Garage Mgo Deaneasy. Andrea è andato davvero come un missile sui trail di casa, riuscendo a sfruttare a pieno la potenza del motore nei rilanci e guidando pulito e veloce in discesa.
Tra le Squadre vince nuovamente il Team Ancillotti, secondo si piazza il Team Fristads e terzo il Team Cicobikes.
Con la vittoria di oggi Marcello Pesenti prende anche la leadership del Campionato, con un Nicola Casadei distante pochi punti. A questo punto il Titolo di Campione Superenduro 2019 si giocherà all’Abetone, in una gara tutta alpina dove per la prima volta in stagione si utilizzeranno gli impianti di risalita sia in prova che in gara.

Le dichiarazioni


Marcello Pesenti “È cominciata come una delle mie solite gare con prestazioni nella norma, poi ho rimontato e con Mirco Vendemmia c’è stata una bella lotta. In partenza della Speciale 5 ero però deciso a vincere e ho dato tutto. Sono felicissimo.”

Laura Rossin “Mi sono subito sentita a mio agio qui, trovo molte somiglianze con i trail dove mi alleno nel finalese. Non ho mai tirato troppo, mai fatto grossi errori ed è andata bene. Ora Canazei, Abetone e poi un po’ di mare in previsione del gran finale.”

Le classifiche della Superenduro di Lerici

[fonte: comunicato stampa | foto: superenduromtb.com]

Potrebbe interessarti anche

Commenti