Sardinian perfection: l'epico swell della Befana

Mentre l'Italia si trova sferzata da un'eccezionale ondata di gelo e neve, la Sardegna ha trovato nella calza onde che non si vedevano da molto. Su 4surf lo swell report con le foto di Stefania Marica ( Break Point Surf School), Andrea Bianchi e Marcello Rugai

0

In questi giorni ci troviamo alle prese con un'ondata di gelo dalle caratteristiche eccezionali per durata ed intensità. Ma altrettanto eccezionale è stato lo swell che ha interessato la Sardegna tra il 5 ed il 6 gennaio 2017, cerchiamo di capire il perchè con l'aiuto delle mappe meteo Arpal e Windytv, mentre vi mostriamo qualche onda  della costa ovest con gli scatti di Stefania Marica della Break Point Surf School di Cagliari, di Andrea Bianchi e di Marcello Rugai. I riders sono i fortissimi Alessandro Piu, Roberto D'Amico, Marco La Vite ed il big wave rider Francisco Porcella.

Tutto comincia mercoledì 4 gennaio quando il nucleo di aria gelida in veloce discesa dal Circolo Polare Artico (dalla penisola scandinava) si addossa alla catena alpina con tutto il suo carico di freddo e venti forti. Come un masso sul letto di un torrente, le Alpi fungono da ostacolo deviando l'aria che ci raggiungerà in due modi: da ovest attraverso la valle del Rodano (e quindi con fortissimo maestrale sul mar di Sardegna) e da est attraverso Trieste e la porta della Bora (intenso grecale). 
Ecco dunque che giovedì 5 gennaio i forti venti iniziano a produrre onde via via più consistenti già dal primo mattino, con uno swell da N-O così intenso che riesce a diffrangersi anche sulla costa Toscana nonostante il grecale (vento da n-e, quindi da terra) soffi già abbastanza teso. Da questo perfetto incontro è uscita fuori una bella giornata di surf anche lungo la costa labronica.


Piccola onda lunga e perfetta anche in Toscana giovedì: Marco La Vite in the pocket - Ph: Marcello Rugai

Ma la parte forte di questo swell è arrivata nel corso della giornata, grazie alla prepotenza con cui l'aria gelida da nord ha valicato la dorsale appenninica riversandosi anche sul Tirreno. Come da previsioni i forti venti di maestrale sulla Sardegna hanno iniziato a girare da Nord prima e da N-NE sul far buio, offrendo così le condizioni perfette per una mareggiata formata e via via più pulita. 
Gli spot riparati dell'Isola, che solitamente lavorano discretamente con vento forte da maestrale, sono passati a good to epic quando la tramontana ha fatto il suo ingresso. 

Venerdì 6 gennaio - Befana. Durante la notte lo swell ha avuto il tempo di distendersi ed allungarsi, pettinato da un vento in rotazione fino ad E-NE. La befana porta un altro regalo sull'isola del tesoro, stavolta riservato a tutti gli spot esposti al mare da N-O, che gradualmente tende a calare mantenendo la sua perfezione. 
Un'altra giornata da ricordare su molte zone della costa ovest, con un reportage esclusivo che vi mostreremo nel prossimo numero di 4surf magazine, in arrivo a primavera. 

Nel contempo le onde da N-E, nella sua gelida perfezione, hanno interessato tutta la costa est, la Sicilia e lo Ionio, portando onde di ottima qualità anche in Grecia (come la penultima immagine della galley sopra). 
Ora il gelo va lentamente ritirandosi e, mentre le onde non abbandoneranno la Sardegna, per il resto d'Italia ci sono ottime possibilità di tornare in acqua nel prossimo week-end...Stay tuned on 4surf.it! 

Il periodo della mattina del 5 gennaio

La scaduta del 6 gennaio 2017

Sardegna, Italia

Più recenti

METTITI IN AZIONE AL FIANCO DI

Contribuisci inviandoci un video, una foto oppure un articolo!

Dal network

Commenti

Condividi le tue opinioni su 4ActionSport

Caratteri rimanenti: 400

edicola digitale