TDH, manca poco ai campionati nazionali di trail

Trans d’Havet; dal 25 al 28 luglio nelle “Piccole Dolomiti” si assegnano i titoli vertical, trail lungo, trail corto e corsa in montagna.

17/07/2019
scritto da Eva Toschi

Trans d’Havet; dal 25 al 28 luglio nelle “Piccole Dolomiti” si assegnano i titoli vertical, trail lungo, trail corto e corsa in montagna.

Sono 1.500 i runners attesi sui sentieri delle Piccole Dolomiti dal 25 al 28 luglio per i Campionati Italiani Mountain & Trail Running 2019. Quello della prossima settimana sarà l’evento clou della stagione nel pianeta corsa in natura; coinvolti oltre 600 volontari nei quattro giorni di gare.

Ieri mattina, nella sede del main sponsor CMP a Romano d’Ezzelino (VI) si è svolta la conferenza stampa ufficiale alla presenza di organizzatori, amministratori e partner.

È stata presentata la novità delle quattro gare in programma che assegneranno i titoli tricolori, con due prove aggiuntive che allargheranno il programma della ormai classica Trans d’Havet.

Si parte giovedì 25 luglio alle 18.50 con la Maistrack Summano Vertical sulla direttissima Santorso – Cima Summano e i suoi 1.000 D+ racchiusi in appena 3,2 km, valida per il Grand Prix Eolo Vertical Cup. Venerdì 26 e sabato 27 ci si sposta a Valdagno, teatro di gara delle due prove della Trans D’Havet che assegneranno i titoli di campione italiano del trail lungo e del trail corto. Partenza allo scoccare della mezzanotte di Venerdì da Piovene Rocchette per il trail lungo di 80 km e 5.500 D+, e da metà percorso al Pian delle Fugazze alle nove del mattino di Sabato per il trail corto di 40 km e 2.500 D+. Traguardo a Valdagno in giornata per entrambe le prove dopo aver percorso tutto l’arco delle Piccole Dolomiti Vicentine. Domenica, infine, gran finale nel segno della corsa in montagna con i tre percorsi del Campogrosso Mountain Classic. Per le categorie Pro/Sen partenza da Recoaro Terme con un tracciato di 13,4 km e 1.200 D+. Partenze da Staro con un tracciato di 6,4 km e 800 mD+ per gli Junior e di 8,5 km e 850 mD+ per gli Open. Per tutti la grande festa all’arrivo al passo di Campogrosso.

 

Enrico Pollini, direttore di gara di Ultrabericus Team, che ha seguito e promosso fin dall’inizio il progetto di unire Trail Running e Corsa in Montagna in un unico grande evento italiano, ha spiegato che si tratta del primo test che anticipa il nuovo format che la Federazione Internazionale di Atletica IAAF ha messo in campo per le discipline dell’outdoor running a partire dai campionati mondiali del 2021. Non più manifestazioni dislocate in un arco temporale ampio e su diverse location, ma un unico grande evento di più giorni in cui inanellare le diverse prove che assegnano i titoli. Per Ultrabericus Team è indubbiamente una conferma della qualità delle proposte agonistiche rappresentate non solo da Trans d’Havet, ma anche da Maistrack e Staro-Campogrosso e dalle rispettive organizzazioni coordinate.

Potrebbe interessarti anche

Commenti