Tre tra i migliori alpinisiti presunti morti

Una valanga colpisce tre tra i migliori alpinisti al mondo: David Lama, Hansjörg Auer e Jess Roskelley.

19/04/2019
scritto da Eva Toschi

David Lama, Hansjörg Auer e Jess Roskelley – tre tra i migliori alpinisti al mondo – stavano provando una difficile via sull’Howse Peak nelle Candian Rockies quando sono stati colpiti da una grossa valanga all’inizio di questa settimana.

Red Bull Content Pull

All’inizio di questa settimana, l’americano Jess Roskelley e gli austriaci Hansjörg Auer e David Lama stavano provando M16, una salita difficile sull‘Howse Peak di 3295 metri nelle Candian Rocky Mountains a circa 100 km da Banff, quando una grossa valanga è scesa giù dalla montagna.

Mercoledì le autorità canadesi hanno perlustrato l’area via elicottero e hanno trovato “segni di diverse valanghe e detriti contenenti attrezzature per l’arrampicata“. Da quel momento i tre alpinisti sono considerati morti.

Auer, 35 anni, è cresciuto in un piccolo villaggio in Austria. E ‘stato uno dei migliori alpinisti del mondo, avendo salito in free solo Il Pesce ,via di 37 tiri sulla parete sud della Marmolada (per citare solo una delle sue numerose ascensioni senza corda).

Red Bull Content Pull

Roskelley, 36 anni, da Spokane, Washington, era il figlio del famoso alpinista americano John Roskelley. Insieme padre e figlio hanno scalato l’Everest quando Jess aveva 20 anni. In quegli anni, Jess era stato la persona più giovane del Nord America a salire la cima più alta del mondo. “A Jess non piacevano le lunghe spedizioni. Voleva concentrarsi su obiettivi più bassi, ma molto più difficili “, ha detto John dopo la salita. Uno di questi obiettivi è stato il traverso del Mount Huntington South Ridg di 2590 metri, che Jess ha completato con il suo amico Clint Helander nel 2017.

David Lama, 28 anni, prodigio dell’arrampciata fin da giovanissimo, era un abile scalatore di tutte le specialità. Ha liberato la famigerata Via del Compressore sul Cerro Torre e ha effettuato in solitaria la prima salita del picco Lunag Ri di 6895 metri in Nepal. Per salire il Lunag Ri ci sono voluti diversi tentativi, inclusa una volta in cui Lama ha dovuto ritirarsi dopo che il suo compagno, Conrad Anker, aveva avuto un infarto. Anker si riprese ma decise di non tornare sulla montagna. Diede la sua benedizione a Lama, che tornò da solo.

Red Bull Content Pull

Questi tre uomini erano alcuni dei migliori alpinisti del mondo e avevano già scalato molte vie difficili insieme questa primavera, inclusa la Corda di Andromeda sul Monte Andromeda. “Questa via che stavano cercando di fare è stata fatta per la prima volta nel 2000“, ha detto John Roskelley alla Spokesman-Review, riferendosi a M16. “È una di quelle vie in cui devi avere le giuste condizioni o diventa un incubo. Questo è uno di quei viaggi in cui è diventato un incubo.

Il team The North Face, cui facevano parte i tre alpinisti, e tutta la comunità alpinistica piange la scomparsa di queste incredibili persone.

La redazione si unisce al dolore di amici e famiglie.

Potrebbe interessarti anche

Commenti