Tripletta d’Oro

Un weekend molto lungo alla Spiaggia d'Oro di Imperia

07/03/2017
scritto da Fabio Calò

Tre giornate consecutive di libeccio con onda alla Spiaggia d’Oro di Imperia sono uno di quei eventi così rari che lo si ricorderà per un po’ di tempo. Se inoltre ci aggiungiamo la giornata spettacolare di martedì 28 febbraio, CLICCA QUI, sempre a Imperia Spiaggia d’Oro e quella del 27 febbraio ad Andora, CLICCA QUI, possiamo dire di aver visto con i nostri occhi e surfato (… ci eravamo presi una settimana di “vacanza”) 5 giornate di libeccio in una settimana. Un evento storico, concluso con la tripletta del “weekend allungato”.

Gigi Le Carro

Di sabato e domenica 4 e 5 marzo avevamo già pubblicato il nostro articolo, CLICCA QUI, come anche il report di Max Brunetti con la sua uscita in windsurf a Varazze, CLICCA QUI. Oggi pubblichiamo il report di lunedì 6 marzo, la terza uscita consecutiva alla Spiaggia d’Oro, e per questa volta utilizziamo eccezionalmente le foto di un nostro grande amico e collaboratore di vecchia data, Raffaello Bastiani, che ingolosito dal meteo è venuto ad Imperia per distrarsi un po’ dal suo lavoro (fotografo professionista per RedBull), scattare qualche foto e salutare vecchi amici. Rivedere Raffa in spiaggia è stato un bel tuffo nel passato.

Presenti sullo spot diversi altri fotografi di cui vi proponiamo le loro gallerie fotografiche qui sotto:

Gino Tumbarello

Luca Germi

Christian Ferraro, infortunato al momento e fotografo per l’occasione.

NB: un sentito ringraziamento a Gino Tumbarello che ci ha accompagnato con il suo occhio fotografico in questo tour de force imperiese.

Ma veniamo al report della giornata di lunedì, la terza consecutiva di libeccio alla Spiaggia d’Oro di Imperia. Presenti sullo spot, nonostante il giorno lavorativo, una ventina di persone, forse anche di più. Arriviamo in spiaggia alle 10:30 e finalmente c’è il sole, cosa che è un po’ mancata nei giorni precedenti. Tempo di prendere un caffè e arrivano le nuvole e anche la pioggia. Il vento sembra essere molto forte, anche se le onde non sono così grosse come i giorni precedenti.

Alfredo Magnani, local di Arma di Taggia

È Michele Iungo da Milano a testare lo spot per primo, e si deve subito arrendere a montare la sua vela più piccola. È seguito a ruota dall’insuperabile Gigi Le Carro che entra con la 4.0. Poco dopo entrano in acqua anche tutti gli altri e il vento si mantiene decisamente forte ideale per vele dalla 3.7 alla 4.2. Le onde sono sempre rimaste intorno al metro, massimo metro e mezzo e nei set più grossi forse anche sui due metri. Il vento così forte permetteva a tutti di partire in planata lanciati dalla spiaggia e di surfare le onde fino a riva. Aspetto che invece nei giorni precedenti a causa del vento rafficato nell’inside rendeva la vita un po’ più difficile a molti.

Vittorio, da Albenga

Verso le 15:00 è arrivata una vera e propria bufera di vento. Anche la 3.7 risultava ingestibile. Le ultime violente raffiche di libeccio per lasciare alle 16:00, esattamente come da previsione, spazio al maestrale e fine dei giochi (il nord-ovest a Imperia non entra).

Giorgio Alberti, local di Arma di Taggia

Aperitivo di rito nella splendida Imperia-Porto Maurizio e un saluto a tutti con la speranza di ripetere questa fantastica esperienza il prima possibile!

FOTO Raffaello Bastiani

Potrebbe interessarti anche

Commenti

edicola digitale