Veloflex e i nuovi tubolari aperti con SPS

Veloflex lancia ufficialmente i nuovi tubolari aperti con tecnologia SPS, adatti a qualsiasi tipologia di cerchio, senza limitazioni.

18/10/2019
scritto da Alberto Fossati

Veloflex rende ufficialmente disponibili i nuovi tubolari aperti con tecnologia SPS ( Sidewall Protection System), una soluzione che li rende compatibili con tutti i cerchi presenti sul mercato, anche con quelli full carbon a prescindere dal modello e marchio.

Veloflex Master 25 SPS

Prima di tutto

Si parla di “tubolari aperti”, stiamo comunque scrivendo di un copertoncino, clincher, costruito con la stessa tecnologia con cui Veloflex produce i tubolari. Ecco il motivo per cui la denominazione è “tubolare aperto”, perché tecnicamente questo è uno pneumatico unico nel suo genere. L’immagine che vedete qui sotto, permette di chiarire al meglio la struttura della gomma e l’applicazione SPS. Subito al di sotto del battistrada (1), viene inserito una membrana antiforatura (2), che oltre a proteggere aumenta la vita utile della carcassa in Corespun, un filato ad altissima densità. Un esempio: il modello Master ha 320 fili per pollice (320Tpi), che corrisponde ad un peso specifico davvero ridotto per una prestazione comfort senza pari. I cerchietti pieghevoli applicati sui talloni sono in Kevlar (3), fasciati con lo strato di SPS (5).

L’immagine identifica al meglio i passaggi fondamentali per la costruzione del tubolare aperto.

Tubolari aperti adatti ai cerchi in carbonio

I cerchi in carbonio vengono prodotti in modo differente rispetto a quelli in alluminio. I cerchi in composito hanno una superficie abrasiva che alcuni produttori (di alto livello) lucidano, per evitare che questa vada a creare problemi agli pneumatici. Non tutte le aziende “puliscono” il cerchio e il continuo sfregamento che si verifica tra tallone e superficie ruvida tende a lacerare i fili della carcassa, talvolta anche il cerchietto stesso. 

Non solo: rispetto al passato le dimensioni delle gomme sono aumentate e questo ha portato ad abbassare le pressioni di esercizio, si parla di 6/7 atmosfere. In oltre, alcune tipologie di cerchio in composito tende a cedere, spesso per via delle temperature che si generano in frenata, senza dimenticare che alcuni produttori di cerchi (per soddisfare le richieste degli utenti di poter utilizzare pressioni superiori dello pneumatico) hanno iniziato a ridurre l’altezza della spalla del cerchio stesso e ad utilizzare profili di tallonamento a spigoli vivi per risolvere il problema di tenuta in sede dello pneumatico. Ecco la necessità di dotare il tubolare aperto con una protezione aggiuntiva, in grado di garantire un corretto e sicuro utilizzo.

Membrana SPS

Gli pneumatici dotati di sistema SPS sono riconoscibili grazie alla nuova etichetta e dal fatto che una volta montati sul cerchio, dal bordo spunta per qualche millimetro una sottile striscia che sarà la garanzia di una protezione totale. Maggiore protezione e sicurezza dello pneumatico, maggiore e migliore interfacciabilità della gomma a prescindere dal cerchio.

Il design del battistrada è una sorta di family feeling di Veloflex, diamantato nella sezione centrale, spigato ai lati.

Tre modelli

Tubolari aperti, i modelli Veloflex con inserto SPS sono tre, Master (23, 25, 28), Corsa con le stesse dimensioni di Master, Record 700×23. Master ha la colorazione para.

veloflex.it

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti