Windsurf Grand Slam 2014, Day 5

07/06/2014
scritto da Fabio Calò

Quinta giornata per il Windsurf Grand Slam (Santa Teresa di Gallura, Sardegna), caratterizzata da un fresco vento da est che è rimasto sui 10-15 nodi per tutta la giornata, permettendo lo svolgersi di ben 4 prove Formula dove la leadership di Marco Begalli sembra ormai essere incontrastata. Una prova è stata vinta anche dal talentuoso Emanuele Arciprete.

_MG_5268

Marco Begalli lotta con Matteo Iachino. @Vittorio Greggio

IMG_6682Una fantastica veduta aerea della Coluccia

Nel primo pomeriggio sono stati chiamati in acqua anche i Freestyler e gli atleti dello Slalom.
Per i primi la giornata è stata abbastanza “stressante”, il vento pur permettendo di fare qualche manovra non è mai riuscito a distendersi con regolarità sul campo gara. Molti atleti sono rimasti in acqua tutto il pomeriggio a provare, come Stefano Lorioli, Rossel Bertoldo e Riccardo Marca, ma la decisione è stata quella di non far partire la gara per il vento al limite del regolamento.

IMG_6449

IMG_7039
Un possibile secondo campo gara per il Freestyler era Murta Maria (Olbia), dove ci è stato comunicato solamente a fine giornata che il vento sarebbe stato più che sufficiente a completare il tabellone.
Per oggi lo skipper meeting è previsto alle 9:30 e viste le previsioni simili a ieri si pensa di portare i ragazzi del Freestyle a Murta Maria dove il vento da Est dovrebbe rinforzare di più rispetto a Coluccia.

Giornata “stressante” anche per lo Slalom dove si è chiuso a fatica il quarto tabellone, e quindi gli atleti hanno ora uno scarto. La finale vincenti è stata ripetuta per ben 5 volte. Alla fine è Matteo Iachino a vincere seguito da Andrea Rosati, Malte Reuscher, Andrea Ferin, Marco Begalli, Mattia Onali, Giorgio Giorgi e Bruno Martini.
Il video integrale della finale lo potete vedere sulla nostra pagina Facebook.
Matteo Iachino (Fanatic, North Sails, LSD) dichiara: “Le condizioni erano di vento veramente leggero, quasi da non chiamare la gara. Ho avuto molta fortuna a prendere la raffica giusta sulla linea di partenza che mi ha permesso di arrivare primo alla prima strambata. Con queste condizioni i valori in campo vengono un po’ sfalsati. È stata una giornata lunga di attesa sulla spiaggia tra raffiche e buchi di vento. In queste condizioni abbiamo finito il 4 tabellone slalom. Il vento non era costante e saltava di direzione molto spesso compromettendo lo svolgimento delle batterie molto spesso. A mio parere è stata spinta un po’ troppo la situazione. La classifica è comunque rimasta invariata con me primo rosati secondo e Malte terzo. Vediamo oggi per l’ultimo giorno cosa ci riserverà la Coluccia!”.
Andrea Ferin (RRD, Challenger Sails) commenta: “Oggi dopo una mattinata decisamente intensa con 4 prove di formula, siamo riusciti a finire anche il 4° tabellone di slalom, che permette di scartare una prova delle 4 disputate. Abbiamo iniziato dalle semifinali, con un percorso downwind di 4 strambate, posizionato molto sopravento, il che avrebbe reso la scelta della vela difficile se non ci fosse stato vento piuttosto leggero e rafficato. Nella mia semifinale, ripetuta per un salto di vento che ci ha quasi costretto a virare per prendere la terza boa… Matteo parte bene e vince senza problemi seguito da Begalli, da me e da Bruno che supera Arciprete propio nell’ultimo bordo! Poi abbiamo iniziato a cercare di portare a termine la finale… Ma fin che non abbiamo spostato il campo piu’ sottovento, non siamo riusciti ad avere una finale. Poi con il campo spostato più in basso siamo riusciti a chiudere una finale un po’ tirata per i capelli… Io puntavo a partire primo in boa lanciato ma sono arrivato un po’ anticipato e ho dovuto rallentare un po’, così sono stato coperto dal gruppo e specialmente da Martini che è arrivato bello lanciato, ma anche lui alla fine è stato coperto dal gruppo. Ci siamo avvicinati da sotto vento in boa e dato che il gruppo era molto compatto ed ha allargato la traiettoria sono riuscito a infilarmi all’interno e a guadagnare qualche posizione uscendo pari pari con Malte al 3° posto con Rosati e Matteo davanti distaccati. Così abbiamo fatto un po’ di matchrace io e Malte per la conquista del terzo posto. Alla fine per poco arriva Malte terzo e io quarto. In generale Matteo riesce a tenere un’ottima conduzione di gara per tutto il campionato, Rosati anche, dovendo fare solo qualche recupero a causa di qualche errorino come nella 3° finale. Malte nella confusione generale delle finali molto combattute per il podio alla fine ne viene fuori indenne e riconquista il podio come l’anno scorso. Io purtroppo non riesco a inserirmi tra i primi tre, ho pagato molto la caduta della seconda finale che da 3° mi ha fatto finire 5° e il buco di vento nella 4° finale, che a mio parere sarebbe stata da annullare, in cui da 3-4° mi ha fatto finire in 5° posizione… Peccato per Bruno Martini che aveva anche buone possibilità di andare a podio ma ha mancato una finale, anche Francesco Prati era messo bene all’inizio ma ha perso le ultime due finali.

Max Brunetti (RRD, Challenger Sails) prima della finale vincenti commenta: “Siamo quasi giunti alla conclusione dell’ edizione 2014 del Gran Slam, ieri sera è stato dato il via al 4° tabellone slalom non portato a termine per un calo improvviso di vento, siamo riusciti a disputare solo alcune heat dei quarti di finale. Il comitato di regata ha deciso di iniziare la giornata odierna dalle prime ore del giorno  per sfruttare ogni singola raffica di vento e completare il tabellone ottenendo lo scarto  previsto dal regolamento PWA. Tutti gli atleti dello slalom e freestyle erano presenti in spiaggia alle 9:30 come indicato dal race director  pronti a  sfruttare ogni minima raffica, decisione  giusta essendo le previsioni per i prossimi giorni non buon. Alle 12 circa si riparte dalla heat numero 11 per proseguire con la successiva e quella delle donne. Giunti alla semifinale (heat numero 13) viene data la partenza ma viene richiamata la flotta a causa della mia partenza anticipata seguito da Gigi Romano, nel contempo il vento cala sotto i limiti previsti, al momento siamo in attesa di concludere l’ultimo tabellone.”

Oggi sarà l’ultimo giorno di gare e verso le 17:00 sono previste le premiazioni dei Campionati Nazionali, se per lo Slalom, il Formula e il Raceboard le cose sembrano abbastanza definite, staremo a vedere se i ragazzi del Freestyle riusciranno a finire almeno il primo tabellone Single.

 

Classifica Formula Windsurfing dopo 7 prove.

classificaformula2014

Classifica Slalom dopo 4 prove.

classifica-SLALOM2014_4TAB

IMG_6674

TESTO 4Windsurf
FOTO DI Fabrizio Rovelli

 

Comunicato stampa
WGS 2014. CAMPIONATI ITALIANI WINDSURF.
COLUCCIA, SARDEGNA, 2-8 GIUGNO.
5° GIORNO DI REGATE
IL ROMANO MARCO BEGALLI PRENOTA IL TITOLO DI FORMULA WINDSURFING. ALTRETTANTO FA IL LIGURE MATTEO IACHINO NELLO SLALOM

 Coluccia, S. Teresa di Gallura (OT), 6 giugno – Al posto del classico maestrale da nord-ovest, sulla baia di Coluccia ha soffiato oggi vento di levante da est in manira irregolare, che ha creato qualche problema nel posizionare i campi di regata delle varie discipline, più volte spostato per lo slalom.

_MG_0697

Formula Windsurfing
Intorno alle 10.30 le condizioni del vento consentivano solo di svolgere prove di Formula. Sono state ben quattro le regate portate a termine. Atleti stanchi alla fine, che ha inciso sopratutto su coloro che dovevano svolgere anche le regate di slalom, e non erano pochi. Un Marco Begalli in gran forma si è messo in tasca il titolo della specialità. L’atleta romano ha vinto due regate su quattro oggi, e un secondo e terzo posto nelle altre due. Già martedì aveva vinto due prove su tre. L’elbano Malte Reuscher e un altro atleta romano, Emanuele Arciprete, si sono aggiudicati le altre due manches. Reuscher anche lui bravissimo, in totale ha vinto due regate sulle sette totali disputate fino a questo momento, più ottimi piazzamenti vari. Da evidenziare anche il nome del triestino Andrea Ferin con tre secondi posti oggi, dopo aver dominato ieri le prove di raceboard.

_MG_0845

Slalom
Dopo le prove del mattino di Formula, si è riuscito dove ieri non era stato possibile a causa del vento insufficiente per lo svolgimento della specialità: terminare il quarto tabellone iniziato mercoledì. Qui il dominio è quasi assoluto da parte del ligure Matteo Iachino, che si aggiudica la finale di oggi, dopo aver vinto due finali su tre di tabellone nei giorni scorsi. Dietro è stato gran bagarre alle varie boe di virata e all’arrivo, proprio davanti alla spiaggia del villaggio che ospita la manifestazione, per la gioia degli spettatori a riva che si sono goduti il finale di regata a pochi metri. Secondo il romano Andrea Rosati, l’unico che ha interrotto il dominio di Iachino vincendo un tabellone dei quattro disputati martedì scorso, e terzo di nuovo il nome dell’elbano Reuscher, già protagonista in Formula. Infine, si è disputato anche una finale slalom femminile vinta dall’atleta sarda Francesca Alvisa davanti alla corregionale Roberta Piras e terza l’atleta di Latina Emanuela Giorgi.

_MG_5599

 

10275483_10152074361025685_3705006770718244325_oL‘elicottero ultraleggero del regalante Federico Crotti

TESTO Leonardo Colapietro/Ufficio stampa AICW
FOTO Vittorio Greggio, Paolo Montanari

Potrebbe interessarti anche

Commenti