Windsurf Grand Slam 2014, Day 6

07/06/2014
scritto da Fabio Calò

Sesta e ultima giornata per il Windsurf Grand Slam (Santa Teresa di Gallura, Sardegna).

MATTEO IACHINO CAMPIONE ITALIANO SLALOM
MARCO BEGALLI CAMPIONE ITALIANO FORMULA WINDSURFING
ANDREA FERIN CAMPIONE NAZIONALE RACEBOARD
JACOPO TESTA CAMPIONE ITALIANO FREESTYLE
ANDREA ROSATI VINCITORE DELLO SPEED CONTEST

IMG_7771Windsurf Grand Slam 2014

Ore 10:00 skipper meeting in spiaggia a Coluccia. La decisione è stata presa senza esitazione. Il circuito del Freestyle italiano si sposta a Murta Maria nella speranza del termico vista la scarsissima possibilità di vento nello spot principale del Windsurf Grand Slam 2014. Murta Maria era comunque stato indicato come possibile campo gara alternativo.
Freneticamente gli atleti hanno smontato la loro attrezzatura e si sono dati appuntamento a Murta Maria (Olbia) per le 12:30.
Appena arrivati il vento era già abbastanza sostenuto e con il passare dei minuti è aumentato ancora e la gara è presto iniziata. Atleti in acqua con le 5.2 sotto raffica belli pieni.
Prima heat Mattia Fabrizi contro il giovane Nicolò Tagliafico, il bresciano chiude la porta in faccia a Nicolò autore comunque di un’ottima heat, con i suoi 14 anni e carattere pacato siamo sicuri che di questo ragazzo ne sentiremo parlare a lungo.

IMG_7599Mattia Fabrizi

Seconda heat con Francesco Cappuzzo contro Marco Vinante. Anche qui il giovane Cappuzzo non riesce
a imporsi sullo stile di Vinante autore di una heat quasi perfetta.

IMG_7440Francesco Cappuzzo

Nicolò Tagliafico e Francesco Cappuzzo sono i migliori Juniores di questo campionato.
Heat successiva e ultima dei quarti, Rossel Bertoldo contro Jacopo Testa. Nonostante una incredibile Funnel Clock, Rossel non riesce a passare il turno contro il Campione Nazionale Freestyle 2013.
La prima semifinale ha visto Stefano Lorioli contro Mattia Fabrizi. Passa Mattia con Culo, Burner e un bellissimo Spock Culo mure a destra, mentre a sinistra No Hand Flaka, Flaka Switch e Ponch.
Seconda semifinale con Marco Vinante e Jacopo Testa. Vince Jacopo con solo 3 manovre per mura tutte eseguite perfettamente senza sbagliare nulla: a destra Culo, Kono e doppio Spock One Hand, a sinistra Burner, Shaka e Puneta. Vinante paga alcune ripetizioni di troppo della stessa manovra.

IMG_7505Marco Vinante

Si arriva così alla finale vincenti tra Mattia Fabrizi e Jacopo Testa. Heat dall’altissimo valore in campo e i ragazzi hanno dato il meglio di loro. 8 manovre a testa, come da regolamento solo le migliori 3 per bordo sono state prese in considerazione. Per Mattia Fabrizi: a destra Culo, Burner e Doppio Spock; a sinistra Shaka, Flaka No Hand e Ponch. Per Jacopo Testa: a destra Culo, Doppio Spock e Kono; a sinistra Shaka, Burner e Flaka Clew First.
Archiviata la finale vincenti si passa a quella perdenti tra Marco Vinante e Stefano Lorioli. Marco Vinante: a destra Funnel 900, Kono e Bob; a sinistra Flaka 720, Shaka One Hand e Flaka. Stefano Lorioli: a destra Ponch, Shaka e Flaka; a sinistra Culo, Kono e Chachoo Switch.

IMG_7386Jacopo Testa

Il verdetto è il seguente:
1. Jacopo Testa (RRD)
2. Mattia Fabrizi (Fanatic/North Sails)
3. Marco Vinante (JP/Hot)
4. Stefano Lorioli (RRD)

Si è poi cercato di iniziare il double ma a causa del calo del vento è stato annullato dopo la prima heat tra Paolo Bacchini e Riccardo Marca.
I Freestyler sono poi tornati a Coluccia e alle 18:00 sono iniziate le lunghissime ed emozionanti premiazioni con la fantastica animazione del Ovo Team.

Classifica Slalom finale prime 5 posizioni:
1. Matteo Iachino (Fanatic/North Sails/LSD Fins)
2. Andrea Rosati (RRD)
3. Malte Reuscher (RRD/Challenger Sails)
4. Andrea Ferin (RRD/Challenger Sails)
5. Marco Begalli (Starboard/Severne)

Classifica Formula Windsurfing finale prime 5 posizioni:
1. Marco Begalli (Starboard/Severne)
2. Malte Reuscher (RRD/Challenger Sails)
3. Andrea Ferin (RRD/Challenger Sails)
4. Giorgio Giorgi (Starboard/Challenger Sails)
5. Christopher Frank (JP/Gaastra/Unifiber)
Al prossimo anno per il Windsurf Grand Slam 2015!

IMG_7615

TESTO 4Windsurf
FOTO DI Fabrizio Rovelli

 

Coluccia, S. Teresa di Gallura (OT) – Si è concluso il Windsurf Grand Slam 2014, i Campionati Italiani di Windsurf in tappa unica, specialità Slalom, Raceboard, Formula Windsurfing e Freestyle svoltesi in Sardegna, organizzato dalla AICW, Associazione Italiana Classi Windsurf. I nuovi campioni italiani sono il ligure Matteo Iachino per lo slalom, il romano Marco Begalli per il Formula Windsurfing, il triestino Andrea Ferin per il raceboard. Ed infine il milanese trapiantato in Sardegna Jacopo Testa nel Freestyle. Nello slalom si sono disputati quattro tabelloni, sette nel Formula, quattro nel Raceboard e uno solo nel freestyle, che per decretare il neo campione italiano si sono dovuti spostare di location sulla costa est dell’isola nell’ultimo giorno valido della manifestazione, a causa del vento di levante. Nella giornata di oggi si è potuta svolgere solo una prova di Raceboard e la gara di Freestyle.
Andrea Rosati ha vinto lo speed contest come il più veloce nei 6 giorni della manifestazione con 31,40 nodi e Andrea Ferin al secondo posto con 30,68.
Il tabellone del freestyle, che nei giorni precedenti, era rimasto fermo al primo quarto di finale, ha potuto essere ultimato con lo spostamento degli atleti sul campo di gara alternativo di Murta Maria. La lotta, come lo scorso anno, è stata tra i due fortissimi atleti, Jacopo Testa, campione italiano in carica, ormai sardo di adozione, e Mattia Fabrizi. Il risultato finale è stato comunicato solo al momento della premiazione sul podio, Jacopo Testa si riconferma campione italiano anche per il 2014, secondo Fabrizi, terzo Vinante e quarto l’atleta di casa Stefano Lorioli.

 

_MG_5667Atleti frestyle a Murta Maria

_MG_5881Jacopo Testa, Campione Nazionale Freestyle 2014

_MG_1334Freestyle time

Ospiti della manifestazione oggi gli atleti della categoria Windsurfer, la vecchia classe olimpica che conta tanti nomi che hanno fatto la storia del windsurf italiano, tra cui, da segnalare, la presenza di Emanuela Sensini, sorella della olimpionica Alessandra Sensini, che hanno dato vita a tre regate.

TESTO Leonardo Colapietro/Ufficio stampa AICW
FOTO Vittorio Greggio, Paolo Montanari

Potrebbe interessarti anche

Commenti