Winter Love

Kari Schibevaag ci mostra ancora una volta un lato magico della sua Norvegia…

29/12/2018
scritto da Roberta Pala

Dopo una lunga estate in spiaggia, l’inverno è arrivato. Non vedo l’ora di vedere e sentire la neve cadere… Sono seduta nella mia macchina a guardare le immagini di neve e ghiaccio dello scorso inverno. Mi mancano i giorni freddi e le notti là fuori.

Inverno, per me, significa luce straordinaria, neve fresca, tracce fresche e un sacco di vestiti. L’inverno per me significa molte cose divertenti da fare fuori. La stagione sta cambiando… tutto è bianco.

La neve cancella vecchie tracce, la vita ricomincia, in un certo senso.

Vivo per questi cambiamenti.

 

 

Winter Love

 

È una giornata fredda, siamo a -15°C all’esterno e il vento soffia 20 m al secondo.

Sono a Tromsø ed è un momento perfetto per andare in acqua. È gennaio, quindi il sole non è ancora tornato, ma è così vicino che puoi quasi vederlo.

Il cielo è rosso, arancione e giallo. È in fiamme. Sto andando in acqua perché la neve è troppo dura per lo snowkite. Mi manca il sole… è sparito da un po’di tempo e non vedo l’ora di sentire i primi raggi colpire la mia faccia. Non ti scalda, ma è la miglior sensazione di sempre.

 

 

Dopo due mesi di notte polare, è difficile spiegare come si sentano i primi raggi di sole sul viso, tutto quello che posso dire è che è assolutamente incredibile.

Ho solo poche ore di luce prima che faccia di nuovo buio, quindi ho bisogno di uscire e usare la luce che c’è.

Nella Norvegia settentrionale abbiamo due mesi di oscurità durante la notte polare. Il sole non sorge mai sopra l’orizzonte. Il sole ci saluta e,dopo poche ore, ci dà lo spettacolo di luci più folli del cielo.

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti