Home Ski News 5 consigli su come scegliere un trampolino elastico

5 consigli su come scegliere un trampolino elastico

0

Amato trampolino, si quello che ci fa divertire un sacco d’estate e d’inverno in palestra per allenarci. Trick su trick provati e riprovati ma se aveste la possibilità e lo spazio per comprarne uno, qui trovate 5 consigli da tenere ben a mente! Per questioni di sicurezza, ipotizzate che ci debba essere un metro e mezzo circa di distanza da eventuali muri, alberi o oggetti che potete avere intorno allo spazio dove andrà il vostro trampolino. Se pensate di installare un trampolino all’interno dovete contare circa 7 metri di spazio verticale disponibile per non incorrere in incidenti e scontri contro il soffitto.

trampoline grete eliassen

1. Rotondo o Rettangolare? George P. Nissen, ginnasta americano, inventore del trampolino lo aveva pensato inizialmente rotondo perchè era la forma evidentemente più pratica durante il processo di costruzione e soprattutto tutte le forze dei componenti sarebbero state uguali lungo il perimetro della struttura. Poi però finì per costruirlo rettangolare perchè risultava più efficiente a livello di spazio e perchè permetteva un maggiore controllo del salto. Visto quindi che il tappeto vi serve per l’allenamento e controllare i vostri trick sappiate che rettangolare ha qualche marcia in più. Più sarà grande più avrete superficie di salto.

2. La struttura in acciaio. Visti gli sforzi ripetuti richiedono che la struttura sia di primissima qualità i tubi devono essere di un diametro dai 40 ai 50 mm e lo spessore del tappeto deve essere di 1,5 – 2 mm. Non spaventatevi dal peso della struttura quindi, questo avrà buona incidenza sulla tenuta e la stabilità del trampolino.

trampoline2

3. Le dimensioni delle molle. Gli elementi che fanno di una molla, una molla a forte potenza di rimbalzo sono il diametro del filo (2,8 mm min.), la qualità dell’acciaio, il diametro della spirale (da 25 a 30 mm) e la tensione di avvolgimento. In funzione delle dimensioni del telo da salto del trampolino elastico, sarà necessaria una certa quantità di molle che allo stesso tempo non deve superare un certo limite, per non incorrere nel rischio di appesantire l’insieme di telo + molle e renderlo troppo rigido.

4. Il telo del tappeto elastico: viene realizzato in Polipropilene (di fabbricazione americana) o in tessuto prodotto secondo la tecnologia Precontraint (di fabbricazione francese), il telo è concepito per sopportare, da solo, diverse centinaia di chili, offrendo un’alta resistenza all’utilizzo intensivo, soprattutto se a livello sportivo.

5. I cuscini, vi salveranno! I cuscini di protezione dei tappeti elastici sono realizzato in PVC, trattato anti UV e cucito intorno alla gommapiuma che ne costituisce l’interno. Le cuciture permettono una certa aerazione e sono facilmente riparabili in caso si scucissero in seguito a diversi anni di utilizzo. I cuscini servono per ammortizzare eventuali urti con la parte rigida del tappeto elastico e a salvare le vostre caviglie e collo

Ultimo consiglio? I prezzi sono molto vari controllate ma sempre che l’azienda sia capace di fornirvi dei pezzi di ricambio, l’investimento va fatto bene per i vostri allenamenti! Mi raccomando fate sempre e comunque attenzione. Per metterlo a livello del terreno guardatevi l’immagine qui sotto!

trampoline

Se avete domande scriveteci a redazione@4Skiers.it o sulla nostra pagina Facebook intanto guardatevi due trick di Bobby Brown sui trampolini elastici in palestra.

Bobby Brown Trampoline Training from SBC Skier on Vimeo.