Home Running News A Lodi una speciale staffetta a squadre

A Lodi una speciale staffetta a squadre

0

A Lodi una speciale staffetta a squadre

Bella idea quella avuta a Lodi dal Gs Marciatori Lodigiani in collaborazione con la sezione locale del Movimento per la Lotta alla Fame nel Mondo. La prima edizione della Lodi Relay Marathon ha richiamato in città 80 quartetti, impegnati a completare la fatidica distanza con il primo frazionista a correre per 11,295 km e gli altri tre ognuno per un po’ più di 10,3. Si trattava di una manifestazione organizzata sotto l’egida della Fiasp, quindi non competitiva, ma la passione che i corridori ci hanno messo hanno già invogliato gli organizzatori innanzitutto ad alzare il limite di partecipazione fissato proprio a 80 squadre, e poi chissà, magari prevedere anche una prova competitiva che richiamerebbe corridori da tutta la Lombardia e non solo. Anche e soprattutto per le finalità benefiche: l’incasso delle iscrizioni servirà a costruire un acquedotto in Ruanda. Molti in città spingono anche perché questa manifestazione sia il primo passo verso l’allestimento di una vera e propria maratona, ma il presidente del Gs Marciatori Lodigiani Maurizio Soresini getta acqua sul fuoco: “Ci sono tanti ostacoli, servono fondi e personale che oggi non abbiamo”. Il primo quartetto transitato al traguardo è stato quello della Nuova Atl.Fanfulla, con Azzaretto, Maderna, Bonasera e Manenti, ma nelle proveFiasp non ci sono classifiche i premi sono in base alla partecipazione e qui il primato è stato del Gruppo Podistico Tavagnacco con sette squadre partecipanti.