Home Running News A Pechino tutte le cinesi più forti

A Pechino tutte le cinesi più forti

0

A Pechino tutte le cinesi più forti

Unica gara prevista nel calendario Iaaf Road Label, nel caso Gold, è la 32esima Maratona Internazionale di Pechino che quest’anno cambia periodo lasciando la metà ottobre per trovare maggiore spazio e richiamo a fine novembre. Nell’occasione tornano i campioni in carica: il kenyano Francis Kiprop proprio a Pechino ha colto a 29 anni la sua prima vittoria di prestigio dopo che nel 2009 aveva colto a Berlino il suo personale in 2h07’04”. Kiprop si dice in gran forma e pronto a controbattere il connazionale Eliud Kiptanui che a soli 23 anni ha già grande esperienza con il 2h05’39” di Praga 2010. Quest’anno Kiptanui ha ottenuto il terzo posto a Seoul in marzo in 2h06’44”. L’Etiopia punta sul 28enne Tariku Jifar che a gennaio ha trionfato a Houston in 2h06’51” seguito da un più 2h09’19” a Parigi. Tra gli outsider saranno i kenyani Samuel Muturi, secondo lo scorso anno ma soprattutto vincitore nel 2009, e Francis Kibiwott secondo a Tiberiade in 2h07’32” a 34 anni. Attenzione anche a Robert Kwambai quest’anno primo a Padova in 2h09’14”. Nella gara femminile i favori del pronostico sono per le atlete di casa, la vincitrice 2011 Wei Xiaojie con 2h26’41”, quest’anno prima a Dalian e Yingkou ma soprattutto la campionessa nazionale Wang Jiali presente a Londra ma finita lontanissima, ora si dice tornata ai liveli del successo ai Trials in 2h22’41”. L’esperienza però farebbe pendere la bilancia sulla grande Zhou Chunxiu, argento ai Mondiali 2007 e bronzo a Pechino 2008, la più amata in patria. In gara anche altre due atlete che hanno già iscritto il loro nome nell’albo d’oro, Chen Rong prima nel 2007 e Wei Yanan, vincitrice addirittura nel 2000 quando aveva 18 anni. A provare a rovinare la festa alle atlete di casa la polacca Karolina Jarzynska, anche lei in cerca di riscatto dopo i Giochi Olimpici, e la kenyana Lydia Rutto.