Home Mtb News A Pila la pioggia cambia le gerarchie
Pubblicità

A Pila la pioggia cambia le gerarchie

0

A Pila la pioggia cambia le gerarchie

A Pila, nella tappa italiana dell’Ixs European Downhill Cup, tutti si attendevano la vittoria del neozelandese Brook MacDonald, trionfatore non più tardi di una settimana fa in Coppa del Mondo a Val d0Isere, invece la pioggia ha rivoluzionato i valori in campo, premiando coloro che hanno avuto la fortuna di partire per rpimi, ossia i biker che avevano concluso nelle ultime posizioni le qualificazioni del sabato. Dopo 45 minuti di gara infatti sulla pista si è abbattuto un vero e proprio nubifragio, ma i giudici hanno deciso di  continuare, penalizzando così chi doveva ancora scendere. In questo bailamme la vittoria è andata quindi allo svedese Robin Wallner (Are Bike Park) sceso sui 2.200 metri della pista di Pila in condizioni di asciutto, che ha preceduto il connazionale Oscar Harnstrom (Pila Black Arrows) e l’australiano Joshua Button (Intense Sc), il primo fra coloro che sono scesi sotto la pioggia. Solo 20° Lorenzo Suding (Pila Black Arrows), colpa anche di una caduta nel finale che gli ha procurato un infortunio al braccio destro. Fra gli altri italiani 22° Andrea Gamerana (Ancillotti), 32° Francesco Colombo (Axo Progest) e 34° Gianluca Vernassa (DeVinci Global Team). In campo femminile nessuna sorpresa anche poerché si è gareggiato sotto il sole, vittoria quindi per la francese Floriane Pugin (Scott 11) davanti alla compagna di squadra elvetica Emilie Siegenthaler e alla connazionale e campionessa del mondo Emmeline Ragot (Team Mondraker) vittima anche di una caduta che l’ha costretta a controlli in ospedale. Ottima quarta l’italiana Elisa Canepa, ottava Alia Marcellini. Organizzazione eccellente sotto la guida di Corrado Herin.

Pubblicità