Home Running News A Puntarazzi un’Ultra davvero speciale

A Puntarazzi un’Ultra davvero speciale

0

A Puntarazzi un’Ultra davvero speciale

La Skampagnata Marathon, fedele alla sua dicitura, si svolge interamente tra la vastità delle campagne ragusane, soprattutto nelle “vecchie carrettiere” (oggigiorno tutte asfaltate), che contraddistinguevano le vie di comunicazione tra l’altopiano ed il mare. Non tocca nessun centro abitato (peculiarità per certi versi unica, in iniziative del genere), e si evidenzia soprattutto per la bellezza dei paesaggi rurali, con le lunghe “vedute mozzafiato”, delle planate collinari verso il mare, ampiamente sperimentate in iniziative come la “Maratona Alla Filippide” e la Hybla Marathon. La Skampagnata Marathon, è per certi versi “la prima grande Scampagnata a trasformarsi in ultra-maratona podistica”, visto che durante tutto il tragitto, si esce fuori dai ritmi e dagli stress dei centri abitati, una momentanea corsa fuori dalla civilizzazione, in un palcoscenico naturale pochissimo massificato, e dal tempo che quasi-quasi sembra essersi fermato (o rallentato!). Dal punto di vista altimetrico, la Skampagnata parte ai 550 metri s.l.m. di Puntarazzi, per raggiungere poi il punto più basso (sempre dal lato di vista altimetrico) della periferia di Santa Croce Camerina, al Piano Spinazza ai 105 metri s.l.m. ,che corrisponde esattamente ai 21,097 Km del traguardo della Mezza Maratona. (Skampagnata Half-Marathon). Mezza Maratona che quindi è ultra-veloce, con 440 metri di dislivello in discesa, contro i “soli” 65 metri di dislivello in salita, che fa della “Puntarazzi/S.Croce Camerina” una sorta di Roma-Ostia del Profondo Sud, in quello ch’è a tutti gli effetti il percorso di Maratonina più veloce mai sperimentato finora in Provincia di Ragusa (e forse in tutta la Sicilia Orientale), superiore sia alla StraRagusa di Gennaio, come anche ai primi 21 Km della Filippide di Agosto, che già di per sé sono molto veloci e scorrevoli, e paragonabili per certi versi ad altri 2 percorsi Iblei di Maratonina (non ancora sperimentati, ma anch’essi molto veloci), come la “Donnafugata-Punta Secca/Maratonina dei luoghi di Montalbano” e la “Pedalino-Comiso” in notturna (“Kasmene Night marathon”), entrambe di futura stesura. Ma questi primi 21 Km velocissimi della “Puntarazzi-S.Croce”, sono stati inseriti “apposta” per cercare di invogliare podisti a partecipare, con la scusa del “tempone” o del “personale migliorato”, così da fare compagnia nella prima parte agli ultramaratoneti impegnati nella faticosa prova sui 50 Km, la quale dopo i primi 24 Km pressoché di “trasferimento”, presenta tutto il “succo della competizione” negli ultimi 26 km, molto suggestivi, ma anche abbastanza impegnativi per via dei numerosi saliscendi. Gli ultimi 26 Km si caratterizzano dalla presenza di ben 8 “Cozzi”, le famose colline iblee, di bassa lunghezza e dolci pendenze, cosiddette da “Vadduni a Cianu”, che iniziano dall’insenatura di una “Cava” (i tipici canyon iblei), fino all’altopiano sovrastante. Di un certo impegno sono la scalata di Zinna-Fondo e della Carcara attorno al 34° Km, e le ultime due tra il 44° ed il 48° Km tra le contrade Scifazzo, Cimillà e Fallira. Tutte comprese tra i 1.000 e i 1.500 metri di lunghezza, immersi tra carrubeti ed uliveti, e soprattutto con i tipici “muretti a secco”, le vecchie masserie e le sontuose ville rurali a far da cornice. Alla fine, con la Skampagnata Marathon, siamo in presenza di una “Atipica” Eco-Maratona tutta in asfalto, con i podisti accompagnati pressoché in tutta la lunghezza dei 50 Km, dai dedali dei “muri a secco”, quasi come una Grande Muraglia, ad esser sempre accanto come prezioso punto di riferimento. Trattandosi di una Eco-Maratona (seppur tutta in asfalto!), le cifre dei dislivelli positivi e negativi costituiscono di sicuro un prezioso parametro per chi vi voglia prender parte: 532 sono i metri di dislivello totale in salita, mentre 614sono i metri di dislivello totale in discesa. Primi 24 Km dal “nullo” coefficiente di difficoltà, mentre gli ultimi 26 Km, presentano comunque molti tratti riposanti in piano ed in leggera discesa, che fan propendere alla fine il dislivello negativo leggermente superiore a quello positivo, con gli ultimi 2.000 metri prima del traguardo di Puntarazzi tutti in scorrevole planata in discesa (eccezion fatta per lo strappetto d’ingresso “Area-Arrivo” negli ultimi 100 metri).Non siamo certo in presenza di percorsi come la “Pistoia-Abetone”, Ultra-maratone alpine e altre, (sicuramente molto più duri dal punto di vista altimetrico), ma in un tracciato “unico”, che predilige soprattutto le peculiarità paesaggistiche, più che la monotonia di lunghi “piattoni” senza tante e particolari stimolazioni visive. Alla fin-fine è proprio questo lo Spirito della Skampagnata Marathon, una grande scampagnata che si trasforma in maratona podistica, mettendo il paesaggio e l’ambiente circostante al di sopra dei “minuti al chilometro” o del VO2 max, e altre cifre tecniche equipollenti.

Regolamento Gran Prix Italia Iuta 2011: “1^ Skampagnata Marathon”- 50 Km, di Puntarazzi (Rg) dell’1/11/11 1^Skampagnata Half Marathon di 21,097 Km (Prova Collaterale)

Partecipazione: La 50 Km “Skampagnata Marathon”” 2011 (come pure la prova sui 21,097 Km) è aperta a tutti i tesserati Csain, IUTA, federazioni CONI ed EPS, oltre a chi è in possesso di Certificato Medico agonistico, valido alla data dell’1/11/2011. La 50 Km vale anche e soprattutto come Campionato Regionale Csain di Specialità. Per ambo le iniziative è necessaria la compilazione dell’apposita Autocertificazione partecipativa.

Raduno: Dalle ore 7:00 C/o Domus Aurea Resort a Puntarazzi (Periferia di Ragusa Sud): Partenza unica Prova sui 50 Km e sui 21,097 Km alle ore 8:00 dell’1/11/11.

Materiale Garantito: Per ogni podista partecipante è garantito il pettorale, ristori lungo il percorso e postazioni mobili/fisse di Assistenza e/o Assistenza Sanitaria, e la navetta per i partecipanti alla 21,097 Km. Ad ogni podista della 50 Km verrà pure consegnato un “Road-Book” con strade e riferimenti di percorrenza. Eventuali pacchi-gara con gadget vari possono anche essere consegnati in partenza, ma ad ogni modo non devono ritenersi obbligatori, e ufficialmente si deve considerare che non sono contemplate dall’Organizzazione.

Località Attraversate: La “Skampagnata Marathon” è unica nel suo genere, non attraversa nessun Centro abitato, a parte la località di Partenza/Arrivo di Puntarazzi (un Villaggio-Frazione alla periferia Sud di Ragusa), e coerente alla dicitura dell’iniziativa, si dipana tutta attraverso un percorso interamente ricavato nella vastità della splendida campagna ragusana.

Traguardi: La 21,097 Km (Puntarazzi/S.Croce Camerina) ha come traguardo la periferia rurale del centro di S.Croce Camerina, (senza toccare però il centro abitato del Comune Ibleo), precisamente all’uscita della Provinciale “Muraglia/Magazze”,al punto altimetricamente “più basso” di tutta la 50 Km (Puntarazzi/Puntarazzi), che per l’appunto avrà il punto di arrivo nel medesimo punto di partenza della località di Puntarazzi.

Regole Stradali: La Manifestazione ha uno standard libero e si svolge nel rispetto delle regole del Codice della strada, a “Traffico controllato, ma non interdetto”, con l’obbligo dei podisti del rispetto degli incroci e delle Regole Stradali, e dell’utilizzo di giubbottini rifrangenti nel caso di scarsa visibilità dovuta a nebbia o densa foschia.

Supporti: La Manifestazione verrà supportata anche da vari cicloturisti, che forniranno Assistenza puntuale ai podisti impegnati. Prevista Vettura-scopa e navetta per ritorno della 21 Km.

Quota di Partecipazione: 10 Euro, (per la 50 Km); 5 Euro per la 21,097 Km necessari soprattutto per ammortizzare le spese necessarie per il pullman-navetta (S.Croce/Puntarazzi) e per ristori e gadget vari.

Premi: E’ prevista simbolica premiazione in stile olimpico, con coppe solo per i migliori 3 (Tre) tempi degli Uomini e delle Donne, nel percorso dei 21,097 Km (Skampagnata Half Marathon) Premi ai primi 5 Uomini e prime 5 Donne nella Prova 50 Km Premio per Squadra come da Regolamento IUTA per la 50 Km (l’unica Prova valida per il Gran Prix IUTA), Premi alle 3 Migliori Società col maggior numero di arrivati nella sommatoria dei 2 percorsi (Che però non valgono per quelle Società che portano atleti al traguardo solo nella 21,097 Km) Non è previsto alcun Montepremi/RimborsoSpese. Garantiti Riconoscimenti di partecipazione (Medaglie e diplomi per tutti gli arrivati).

Iscrizioni: Possibili dal 23 Settembre al 30 Ottobre 2011. Tempo Massimo: 3 Ore per la 21,097 Km, 7 Ore per la 50 Km, Cronometraggio F.I.Cr.

Info: Elio Sortino 328.0006568: E-Mail: elio@iblanet.com

 

Comunicato stampa