Home Mtb News A Vallnord Thirion fa il colpaccio, Suding 23°
Pubblicità

A Vallnord Thirion fa il colpaccio, Suding 23°

0

A Vallnord Thirion fa il colpaccio, Suding 23°

Andorra ha regalato una quarta tappa di Coppa del Mondo downhill ricca di sorprese per la prova maschile, dove tutti si attendevano la conferma di Gee Atherton e il ritorno di Aaron Gwin. Nulla di tutto questo: l’acquazzone del mattino ha cambiato un po’ le condizioni del percorso, seppur asciutto al momento delle gare e molti corridori hanno fatto inattesi voli. In casa italiana sembrava la volta buona per Lorenzo Suding, sesto in qualifica e partito fortissimo ma un errore nella parte alta l’ha estromesso dalla lotta per il podio. Per l’azzurro un 23° posto e la consapevolezza di essere ormai vicino ai vertici. La vittoria è andata a un sorpresissimo Remi Thirion, francese che in precedenza non era mai salito sul podio e che ha preceduto Atherton di 1”350, terzo l’australiano Sam Hill, migliore al venerdì, a 1”756. Per Gwin un 10° posto che rappresenta un “brodino” che non attenua le polemiche per gli scarsi risultati del suo passaggio alla Specialized.

I segnali migliori in chiave italiana vengono ancora dagli juniores, con Gianluca Vernassa che si conferma affidabile chiudendo 6° a 8”461 dal vincitore, il britannico Michael Jones che per soli 0”468 ha preceduto il francese Loris Vergier, decisamente il più veloce ma penalizzato da due errori gravi in partenza e all’arrivo. Per Francesco Colombo 15esima piazza a 18”376.

In campo femminile continua il dominio di Rachel Atherton, quasi imbattibile quest’anno, prima in 4’47”778 con 1”617 sulla connazionale Manon Carpenter e 11”450 su Myriam Nicole, prima di una lunga teoria di francesi. Per Alia Marcellini 14esima piazza a 59”176, ma senza una brutta scivolata nella parte alta avrebbe anche potuto entrare fra le prime 10.

Pubblicità