Home Mtb News Albert, fuga vittoriosa in Coppa del Mondo

Albert, fuga vittoriosa in Coppa del Mondo

0

Albert, fuga vittoriosa in Coppa del Mondo

L’ex iridato Niels Albert ha vinto la terza prova della Coppa del Mondo di ciclocross che si è disputata a Koksijde, in Belgio, sul medesimo circuito, caratterizzato da dune sabbiose, dove vinse nel gennaio 2012 il suo secondo titolo mondiale. E’ il quinto successo stagionale per Albert, finora il più importante. Il suo attacco, a metà gara, è stato perentorio e decisivo mentre per le residue posizioni del podio il campione transalpino Francis Mourey e il tedesco Philipp Walsleben (entrambi a 32”) riuscivano ad anticipare di qualche metro l’iridato Sven Nys (a 34”) e il redivivo Kevin Pauwels (a 37”). Soltanto ottavo il campione nazionale belga Klaas Vantornout (a 1’13”), addirittura decimo il folletto olandese Lars Van der Haar (a 1’33”), che aveva vinto le due precedenti prove di Coppa del Mondo a Valkenburg e Tabor. In ogni caso Van der Haar conserva il primato della classifica con soli due punti su Walsleben e trentadue punti su Pauwels. Eccellente la prova del nostro Enrico Franzoi (Selle Italia Guerciotti Elite), quindicesimo a 2’16” che passa dall’ottavo al decimo posto della classifica generale provvisoria in vista della quarta prova in programma il 22 dicembre a Namur, ancora in Belgio.
Generosa la prova del giovane Marco Ponta (Centro Sportivo Esercito) giunto al 33° posto con un distacco di 6’29”.
Nella gara riservata alla categoria Elite donne facile e scontato il successo della campionessa statunitense Katherine Compton la quale ha compiuto in solitaria tutta la gara lasciando alla giovane campionessa belga Sanne Cant (a 1’08”) ed alla sua collega di titolo, l’inglese Nikki Harris (a 1’22”), le posizioni ai lati del podio.
In virtù del secondo posto di Valkenburg e della vittoria di Tabor la Compton (prima in questa stagione per cinque volte anche negli Usa) vanta ora in classifica un vantaggio di ben trenta punti sulla Harris e di cinquantanove sulla Cant. In questo modo, stante anche l’assenza temporanea dalle gare dell’iridata Marianne Vos, la Compton pone una pesante ipoteca sulla vittoria finale della Coppa.
Molto spettacolare, tra gli Under 23, il successo dell’olandese Mathieu Van der Poel che sbaragliava la concorrenza dei corridori di casa anticipando di 41” Laurens Sweeck e di 48” Gianni Vermeersh. Nella top five anche David Van der Poel (a 52”), fratello maggiore di Mathieu e l’altro belga Tim Merlier (a 53”). Con lo stesso tempo di Merlier concludeva in sesta posizione il campione del mondo della categoria Mike Teunissen, connazionale dei due Van der Poel. Avendo conseguito il terzo posto a Valkenburg e il successo nella precedente prova di Tabor ora il più giovane dei Van der Poel guida la classifica della sua categoria con quaranta punti su Vermeersch e cinquantacinque su Van Aert. Anche in questo caso l’ipoteca per la classifica finale è messa in buone mani. E’ appena il caso di ricordare che Mathieu è al suo primo anno nella categoria e che oltre le due prove di Coppa del mondo in questa stagione ha già vinto anche a Ronse, una prova del Bpost Bank Trofee ed a Ruddervoorde ed Hamme-Zogge le prove della sua categoria del Trofeo Superprestige.
Nella categoria Juniores podio completamente belga con il primo successo stagionale di Kobe Goossens, originario di Baal quindi concittadino di Nys, il quale ha preceduto di 6” il campione europeo Yannick Peeters e di 7” Thijs Aerts. L’altro belga Eli Iserbyt, giunto al sesto posto a 14” da Goosens conserva il primato della classifica con soli tre punti di vantaggio su Peeters e cinque su Goossens. Al quinto posto il ceco Adam Toupalek (a 13”) che si era imposto nella precedente prova di Tabor.
Assente, per scelta tecnica, il francese Lucas Subau, che si era imposto nella prova d’apertura a Valkenburg. Alcune federazioni, oltre quella francese anche la nostra, hanno preferito non impegnare le categorie giovanili su un tracciato così estremo, per le ripetute dune di sabbia, come quello di Koksijde.

Ufficio stampa Fci